Discussione:
giuro, mi è venuto il magone!!
(troppo vecchio per rispondere)
fulvio_ capsy
2017-11-12 07:20:24 UTC
Permalink
Raw Message
https://imgur.com/a/j29Cy
--
www.peperoncinosanremorivieradeifiori.it/ricette.php
Er Capoccetta
2017-11-12 08:02:14 UTC
Permalink
Raw Message
Post by fulvio_ capsy
https://imgur.com/a/j29Cy
https://www.bevegan.it/secondi-piatti/alternativa-vegan-alla-carne/fiorentina-vegatale-bio-di-muscolo-di-grano-gr-200.html

acqua, glutine e qualche aroma a 22.50 al kg (il prezzo della fiorentina buona senza filetto)

Perchè non sentirsi liberi e soprattutto soddisfatti di preparare a casa propria in pochi minuti una gustosa "Fiorentina" nel rispetto della natura e cruelty free.

Il muscolo di grano è considerato l' alternativa italiana al Seitan

Ingredienti: Glutine di frumento 47%, acqua, farina di legumi (lenticchie), farina di soia (0,9%), erbe aromatiche (rosmarino, alloro, menta), sale marino
Huyg
2017-11-12 08:18:42 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Er Capoccetta
Perchè non sentirsi liberi e soprattutto soddisfatti di preparare a casa
propria in pochi minuti una gustosa "Fiorentina" nel rispetto della natura e
cruelty free.
Il muscolo di grano è considerato l' alternativa italiana al Seitan
Quindi, se tanto mi dà tanto, il brodo vegan si fa con il controfiletto
di grano.






(scusate)
Slayer99
2017-11-12 08:55:58 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Er Capoccetta
Perchè non sentirsi liberi e soprattutto soddisfatti di preparare a
casa propria in pochi minuti una gustosa "Fiorentina" nel rispetto
della natura e cruelty free.
Aspetta sei seria...?
--
...odia la paura e non conosce la pieta'...
Mardot
2017-11-13 08:13:30 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Slayer99
Post by Er Capoccetta
Perchè non sentirsi liberi e soprattutto soddisfatti di preparare a
casa propria in pochi minuti una gustosa "Fiorentina" nel rispetto
della natura e cruelty free.
Aspetta sei seria...?
Guarda che sia io e Capoccetta siamo maschi ...
Er Capoccetta
2017-11-13 09:22:15 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Mardot
Post by Slayer99
Post by Er Capoccetta
Perchè non sentirsi liberi e soprattutto soddisfatti di preparare a
casa propria in pochi minuti una gustosa "Fiorentina" nel rispetto
della natura e cruelty free.
Aspetta sei seria...?
Guarda che sia io e Capoccetta siamo maschi ...
e fruttariani
Slayer99
2017-11-13 18:06:22 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Er Capoccetta
Post by Mardot
Post by Slayer99
Aspetta sei seria...?
Guarda che sia io e Capoccetta siamo maschi ...
e fruttariani
Mi spiace pensafo "Mardot" fosse un nome da femmina (mi viene in mente
quella dentro Lupin III). Non volevo offenderti.
--
...odia la paura e non conosce la pieta'...
Jamie
2017-11-13 20:25:40 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Slayer99
Post by Er Capoccetta
Post by Mardot
Post by Slayer99
Aspetta sei seria...?
Guarda che sia io e Capoccetta siamo maschi ...
e fruttariani
Mi spiace pensafo "Mardot" fosse un nome da femmina (mi viene in mente
quella dentro Lupin III). Non volevo offenderti.
Magari quella era MarGot :D
Mardot
2017-11-14 07:36:29 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Jamie
Post by Slayer99
Post by Er Capoccetta
Post by Mardot
Post by Slayer99
Aspetta sei seria...?
Guarda che sia io e Capoccetta siamo maschi ...
e fruttariani
Mi spiace pensafo "Mardot" fosse un nome da femmina (mi viene in mente
quella dentro Lupin III). Non volevo offenderti.
Magari quella era MarGot :D
:-D
Mardot
2017-11-14 07:37:16 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Slayer99
Post by Er Capoccetta
Post by Mardot
Post by Slayer99
Aspetta sei seria...?
Guarda che sia io e Capoccetta siamo maschi ...
e fruttariani
Mi spiace pensafo "Mardot" fosse un nome da femmina (mi viene in mente
quella dentro Lupin III). Non volevo offenderti.
Figurati, che offesa?
Capoccetta Rosso invece chissa' come sara' incazzata :-D
Er Capoccetta
2017-11-14 07:53:45 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Mardot
Post by Slayer99
Post by Er Capoccetta
Post by Mardot
Post by Slayer99
Aspetta sei seria...?
Guarda che sia io e Capoccetta siamo maschi ...
e fruttariani
Mi spiace pensafo "Mardot" fosse un nome da femmina (mi viene in mente
quella dentro Lupin III). Non volevo offenderti.
Figurati, che offesa?
Capoccetta Rosso invece chissa' come sara' incazzata :-D
inviperita guarda
fulvio_ capsy
2017-11-14 08:08:00 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Er Capoccetta
Post by Mardot
Post by Slayer99
Post by Er Capoccetta
Post by Mardot
Post by Slayer99
Aspetta sei seria...?
Guarda che sia io e Capoccetta siamo maschi ...
e fruttariani
Mi spiace pensafo "Mardot" fosse un nome da femmina (mi viene in mente
quella dentro Lupin III). Non volevo offenderti.
Figurati, che offesa?
Capoccetta Rosso invece chissa' come sara' incazzata :-D
inviperita guarda
siete due vecchie zitelle acide!!!
--
www.peperoncinosanremorivieradeifiori.it/ricette.php
Jamie
2017-11-14 11:49:07 UTC
Permalink
Raw Message
Post by fulvio_ capsy
siete due vecchie zitelle acide!!!
Loading Image...
fulvio_ capsy
2017-11-14 12:12:33 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Jamie
Post by fulvio_ capsy
siete due vecchie zitelle acide!!!
http://www.ilpuntoh.com/wp-content/uploads/2016/06/A-Wong-Foo-2.jpg
ecco
--
www.peperoncinosanremorivieradeifiori.it/ricette.php
Mardot
2017-11-14 12:50:57 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Jamie
Post by fulvio_ capsy
siete due vecchie zitelle acide!!!
http://www.ilpuntoh.com/wp-content/uploads/2016/06/A-Wong-Foo-2.jpg
ecco
ci sei anche tu :-D
fulvio_ capsy
2017-11-14 13:23:43 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Mardot
Post by Jamie
Post by fulvio_ capsy
siete due vecchie zitelle acide!!!
http://www.ilpuntoh.com/wp-content/uploads/2016/06/A-Wong-Foo-2.jpg
ecco
ci sei anche tu :-D
te lo credi che ti lascio solo!!!
--
www.peperoncinosanremorivieradeifiori.it/ricette.php
[Claudio] Red-Block !
2017-11-13 13:20:25 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Er Capoccetta
Ingredienti: Glutine di frumento 47%, acqua,
e poi è pure capace che quando escono prendano la pizza gluten-free :-D
Jamie
2017-11-13 13:55:00 UTC
Permalink
Raw Message
Post by [Claudio] Red-Block !
Post by Er Capoccetta
Ingredienti: Glutine di frumento 47%, acqua,
e poi è pure capace che quando escono prendano la pizza gluten-free :-D
Io ho fatto varie volte la pizza senza glutine. Non ci credereste mai,
ma sono riuscita a produrre una pizza che chi l'ha assaggiata mi ha
detto che se non gliel'avessi detto non l'avrebbe capito. E la mia pizza
è mediamente molto buona.
[Claudio] Red-Block !
2017-11-13 16:26:44 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Jamie
Io ho fatto varie volte la pizza senza glutine. Non ci credereste mai,
ma sono riuscita a produrre una pizza che chi l'ha assaggiata mi ha
detto che se non gliel'avessi detto non l'avrebbe capito. E la mia pizza
è mediamente molto buona.
Il problema non è se sia buona o meno, ma che non ha senso il
gluten-free se non sei allergico o almeno intollerante.
Invece incrocio ogni tanto persone che pensano sia un bene a
prescindere, o peggio ancora che sia dietetico. :-)
Jamie
2017-11-13 17:21:14 UTC
Permalink
Raw Message
Post by [Claudio] Red-Block !
Post by Jamie
Io ho fatto varie volte la pizza senza glutine. Non ci credereste mai,
ma sono riuscita a produrre una pizza che chi l'ha assaggiata mi ha
detto che se non gliel'avessi detto non l'avrebbe capito. E la mia
pizza è mediamente molto buona.
Il problema non è se sia buona o meno, ma che non ha senso il
gluten-free se non sei allergico o almeno intollerante.
Invece incrocio ogni tanto persone che pensano sia un bene a
prescindere, o peggio ancora che sia dietetico. :-)
Ah su questo siamo d'accordo. Poi ci si mette anche la tv a fare
disinformazione e siamo a posto. Giorni fa vedevo di sfuggita una
trasmissione su rai1 o rai2 non ricordo, proponevano una ricetta di un
dolce senza glutine e sia il cuoco che la tipa della trasmissione
dicevano che così era più digeribile...mi è salito il nervo! Era un
dolce principalmente a base di:
- burro
- uova
- cioccolato
- farina di mandorle e nocciole

E secondo loro l'assenza di glutine l'avrebbe reso più "digeribile".
Mavaffanculova!
Renato™💜🐞🤘
2017-11-12 09:02:39 UTC
Permalink
Raw Message
Post by fulvio_ capsy
https://imgur.com/a/j29Cy
Gradirei un warning nell'oggetto per la prossima volta altrimenti.... ti
plonko.
:-)
--
Ciao, Renato
Gi
2017-11-12 09:24:20 UTC
Permalink
Raw Message
"fulvio_ capsy" ha scritto nel messaggio news:***@mid.individual.net...

https://imgur.com/a/j29Cy

Son cose che fanno piangere anche me, per il livello in cui siamo caduti;
poi abbiamo anche il coraggio di lamentarci per il contesto in cui ci
troviamo e che noi stessi abbiamo contribuito a determinare.

Gi


---
Questa email è stata esaminata alla ricerca di virus da AVG.
http://www.avg.com
Fatina_degli_Elfi
2017-11-12 16:32:50 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Gi
Son cose che fanno piangere anche me, per il livello in cui siamo
caduti; poi abbiamo anche il coraggio di lamentarci per il contesto in
cui ci troviamo e che noi stessi abbiamo contribuito a determinare.
Ma non solo, queste cose mi fanno arrabbiare moltissimo.
Tra l'altro non sono neppure sicura che i vegani integerrimi (etici)
apprezzino questi prodotti. Mi indigna il fatto che a guadagnarci siano
le tante aziende che speculano su questa nuova moda vegan dilagante.
Ma la cosa peggiore è vedere, per le feste, da qualche anno a questa
parte il panettone vegano. Anche nelle piccole pasticcerie.
Un vero insulto ad un nobile dolce. E alcuni lo acquistano, da non
vegani, pensando pure che sia più salutare di un onesto panettone
fatto come si deve. Altro che piangere...


---
Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
https://www.avast.com/antivirus
Jamie
2017-11-12 16:44:52 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Fatina_degli_Elfi
Ma non solo, queste cose mi fanno arrabbiare moltissimo.
Tra l'altro non sono neppure sicura che i vegani integerrimi (etici)
apprezzino questi prodotti.
Perché? Cosa c'è di non etico nel seitan?

Mi indigna il fatto che a guadagnarci siano
Post by Fatina_degli_Elfi
le tante aziende che speculano su questa nuova moda vegan dilagante.
Ma la cosa peggiore è vedere, per le feste, da qualche anno a questa
parte il panettone vegano.
Io invece dico ben vengano queste cose perché al di là dei vegani
"accontentano" anche tutta quella parte di gente che ha allergie ed
intolleranze. Mio nipote ad esempio non può mangiare né latticini ne
uova, io invece ho scoperto purtroppo da poco di essere allergica al
latte. Non hai idea di quanto sia difficile trovare prodotti di
pasticceria e/o da forno senza questo ingrediente! Sono costretta a
rinunciare a tantissime cose che un tempo adoravo.
Fatina_degli_Elfi
2017-11-12 17:02:31 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Jamie
Perché? Cosa c'è di non etico nel seitan?
Non mi sono spiegata, leggi sotto.
Il seitan da un punto di vista nutrizionale è una bomba di glutine,
proteine a basso valore biologico, inutilizzabili e tante.
Ti spari un'overdose di glutine pensando di fare bene al tuo intestino?
Post by Jamie
Io invece dico ben vengano queste cose perché al di là dei vegani
"accontentano" anche tutta quella parte di gente che ha allergie ed
intolleranze. Mio nipote ad esempio non può mangiare né latticini ne
uova, io invece ho scoperto purtroppo da poco di essere allergica al
latte. Non hai idea di quanto sia difficile trovare prodotti di
pasticceria e/o da forno senza questo ingrediente! Sono costretta a
rinunciare a tantissime cose che un tempo adoravo.
Allergica alle proteine del latte o intollerante al lattosio?
Sono due cose profondamente diverse. Ho idea, sono intollerante al
lattosio, conosco perfettamente il problema da parecchio anche.
Ma ripeto: l'allergia è una cosa ed è molto grave, la si diagnostica da
bambini, allergia alle proteine del latte, principalmente caseina beta
ed alfa, la stessa che trovasi nel latte materno ed in tutti i latti
animali ed in tutti i latticini della terra. L'intolleranza al lattosio
da carenza di lattasi primaria o secondaria, come la maggior parte,
viene diagnosticata solo tramite breath test al lattosio o comunemente
definito test del respiro (sono di tre tipi, lattosio, lattulosio test
urea per l'h.pylori).
Hai fatto questo test?...
Inizialmente mi riferivo al concetto etico di esclusione della carne e
alimenti che la ricordino, i vegani ed i vegetariani non apprezzano
queste cose, pure questo lo so in quanto sono vegetariana.
Ora non citarmi pseudo test fatti in farmacia o i consigli dell'omeopata
perché, senza offesa, non mi prendo neppure la briga di risponderti.
Fatti, scientifici e medici, solo quelli contano, il resto è medioevo,
con tutto il rispetto per quell'epoca storica.

---
Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
https://www.avast.com/antivirus
Jamie
2017-11-12 18:56:05 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Fatina_degli_Elfi
Post by Jamie
Perché? Cosa c'è di non etico nel seitan?
Non mi sono spiegata, leggi sotto.
Il seitan da un punto di vista nutrizionale è una bomba di glutine,
proteine a basso valore biologico, inutilizzabili e tante.
Ti spari un'overdose di glutine pensando di fare bene al tuo intestino?
Sì ma questa è un'argomentazione di carattere salutistico, che con
l'etica non c'entra niente.
Post by Fatina_degli_Elfi
Inizialmente mi riferivo al concetto etico di esclusione della carne e
alimenti che la ricordino, i vegani ed i vegetariani non apprezzano
queste cose, pure questo lo so in quanto sono vegetariana.
Continuo a non capire cosa ci sia di non etico in un alimento che
"ricorda" la carne. Non ho mai sentito un vegano-vegetariano scagliarsi
contro il seitan perché "somiglia" alla carne...

Sul discorso allergia glisso perché non è la sede adatta, dico solo che
l'allergia mi è uscita fuori dal rast test e che probabilmente è una
forma molto leggera e non ige-mediata. Non ho indagato più
approfonditamente.
Fatina_degli_Elfi
2017-11-12 19:16:58 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Jamie
Continuo a non capire cosa ci sia di non etico in un alimento che
"ricorda" la carne. Non ho mai sentito un vegano-vegetariano scagliarsi
contro il seitan perché "somiglia" alla carne...
Ti rispondo subito. Hai tirato fuori il seitan, perché?
Io mi riferisco a prodotti che hanno la forma ed il nome dei parenti
carnivori, e pure il sapore.
Tipo: cotoletta di soia, burger di soia, salame di riso, mortadella di
grano etc... tutto quello che una fantasia (distorta) ti suggerisce.
Ti parlo per me. Sono vegetariana da 30 anni. Lo sono diventata in
quanto il mio amore per gli animali li ritiene pari a noi esseri umani,
dunque mai accetterò l'idea di nutrirmi della vita di un altro essere
vivente che, come me, soffre, ama, ha un'anima. Di conseguenza il vedere
in commercio cibi vegetali che richiamano alla mia mente ciò che ho
escluso, eticamente, dalla mia vita mi sembra non solo una proposta di
cattivo gusto (in senso ampio e di stile) ma qualcosa di assurdo che mai
acquisterò se la forma, il sapore e quanto altro li fanno assimilare a
quello che definisco un 'cadavere' di altro essere vivente.
Chiaro il concetto? spero di sì. Come me la pensano tanti altri vegani e
vegetariani che conosco, da quanto vedo questi prodotti sono molto
gettonati fra gli onnivori penitenti o pentiti che in tale modo, ossia
ricorrendo ai prodotti vegetali, pensano di nutrirsi meglio e
probabilmente in parte lo fanno, ma non del tutto. Sono però nostalgici
delle loro amate fiorentine, bistecche e mortadelle e per non sentirne
troppo la mancanza acquistano questa serie di prodotti.
Chiaro pure questo, mi auguro.
Post by Jamie
Sul discorso allergia glisso perché non è la sede adatta, dico solo che
l'allergia mi è uscita fuori dal rast test e che probabilmente è una
forma molto leggera e non ige-mediata.
Jamie, sarò brusca e chiara anche qui. L'allergia alle proteine del
latte NON esite in forma lieve e le ige non danno mai risultati
attendibili per questa allergia che tra l'altro non è proprio possibile
diagnosticare con il test ematico da te fatto. Non scherziamo.
Tempo addietro, prima di scoprire di essere int. al lattosio con il
b.test il mio ex medico curante mi prescrisse il rast test e quello
cutaneo. Il tecnico di laboratorio testualmente di disse: 'ma perché ha
buttato i suoi soldi?'...

Non ho indagato più
Post by Jamie
approfonditamente.
Male. Se posso permettermi: fai il b.test al lattosio, non costa molto,
cinque ore di tempo e ti togli il pensiero. Una mattinata in ospedale,
ma vale la pena essendo l'unico, ripeto: l'unico, esame attendibile per
diagnosticare l'intolleranza al lattosio.
Se tu fossi stata allergica alle proteine del latte lo avresti saputo
dalla nascita, non si manifesta dopo, anche il latte materno NON può
essere assunto. Un tempo venivano somministrati surrogati vegetali di
soia, oggi esistono in commercio prodotti molto più validi e meno
gravanti sul sistema immunitario del bambino già seriamente compromesso.
B.test al lattosio, gastroenterologo, gastro e colon. Sono indagini che
vanno fatte.



---
Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
https://www.avast.com/antivirus
Shan
2017-11-12 19:35:33 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Fatina_degli_Elfi
Ti parlo per me. Sono vegetariana da 30 anni. Lo sono diventata in
quanto il mio amore per gli animali li ritiene pari a noi esseri umani,
dunque mai accetterò l'idea di nutrirmi della vita di un altro essere
vivente che, come me, soffre, ama, ha un'anima. Di conseguenza il vedere
in commercio cibi vegetali che richiamano alla mia mente ciò che ho
escluso, eticamente, dalla mia vita mi sembra non solo una proposta di
cattivo gusto (in senso ampio e di stile) ma qualcosa di assurdo che mai
acquisterò se la forma, il sapore e quanto altro li fanno assimilare a
quello che definisco un 'cadavere' di altro essere vivente.
Da un carnivoro convinto... Applausi!
--
Shan
----------------
Sic Parvis Magna

----------------
a***@gmail.com
2017-11-12 19:41:34 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Shan
Da un carnivoro convinto... Applausi!
E applausi anche da una onnivora convinta! Questo è dire pane al pane e vino al vino, apprezzo molto.
Stella
Slayer99
2017-11-12 21:03:00 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Fatina_degli_Elfi
quanto il mio amore per gli animali li ritiene pari a noi esseri umani,
dunque mai accetterò l'idea di nutrirmi della vita di un altro essere
vivente
Ah perche' le piante (ed i funghi, se ne mangi) non sono esseri viventi?
Post by Fatina_degli_Elfi
escluso, eticamente, dalla mia vita mi sembra non solo una proposta di
cattivo gusto (in senso ampio e di stile) ma qualcosa di assurdo che mai
acquisterò se la forma, il sapore e quanto altro li fanno assimilare a
quello che definisco un 'cadavere' di altro essere vivente.
Oggi ho ripulito il giardino, dopo aver estirpato dalla terra i piccoli
di diverse specie, tra le altre quercia, pino, ho preso una cippatrice e
li ho sminuzzati, dopodiche' ho preso i cadaveri e li ho sparsi ai piedi
delle piante "madri", dandoglieli in pasto. Cosa ne pensi dell'etica di
questa cosa?
--
...odia la paura e non conosce la pieta'...
Fatina_degli_Elfi
2017-11-12 21:09:43 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Slayer99
Oggi ho ripulito il giardino, dopo aver estirpato dalla terra i piccoli
di diverse specie, tra le altre quercia, pino, ho preso una cippatrice e
li ho sminuzzati, dopodiche' ho preso i cadaveri e li ho sparsi ai piedi
delle piante "madri", dandoglieli in pasto. Cosa ne pensi dell'etica di
questa cosa?
Penso che tu abbia fatto bene, il ciclo vitale continua.
Le provocazioni con me non funzionano, io vivo la mia etica senza
disturbare il prossimo e non aspiro a fare proselitismo.
Sono laica e positivista per vocazione e forma mentis, chiedo rispetto
ma per prima offro rispetto, a tutti.
Le sole persone che critico sono gli invasati estremisti, in tuti i
campi, oppure quelli che credono ancora a Cappuccetto Rosso e a Babbo
Natale oppure che il latte causi il cancro e che l'aids sia un complotto
mondiale.

---
Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
https://www.avast.com/antivirus
a***@gmail.com
2017-11-12 21:21:29 UTC
Permalink
Raw Message
Le sole persone che critico [...] oppure quelli che credono ancora a Cappuccetto Rosso e a Babbo
Natale
che male ti fanno, quelli che credono a Cappuccetto Rosso e a Babbo Natale? lasciali ai loro sogni d'oro... :-) per il resto, quoto tutto quello che hai scritto
Elwood
2017-11-13 08:21:05 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Fatina_degli_Elfi
Di conseguenza il vedere
in commercio cibi vegetali che richiamano alla mia mente ciò che ho
escluso, eticamente, dalla mia vita mi sembra non solo una proposta di
cattivo gusto (in senso ampio e di stile) ma qualcosa di assurdo che mai
acquisterò se la forma, il sapore e quanto altro li fanno assimilare a
quello che definisco un 'cadavere' di altro essere vivente.
Mah, secondo me è parlare del sesso degli angeli. Io non mangerei mai quella roba là, ma nemmeno penso che sia particolarmente criticabile. Fa schifo, ma ce n'è un sacco di roba che fa schifo che potrebbe arrivarci a tavola. Se a qualcuno piace e ha mercato, ben venga.

Intanto che noi ci si scandalizza per una bistecca di seitan, I giganti dell'economia investono decine di milioni nella carne prodotta in laboratorio. E non sto parlando di Marchionne, sto parlando di persone che hanno creato dal nulla aziende che 30 anni dopo sono ai vertici dell'economia. Questo per dire: non gente stupida.
--
Elwood (Peter S.)
Jamie
2017-11-13 13:41:28 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Elwood
Mah, secondo me è parlare del sesso degli angeli. Io non mangerei mai quella roba là, ma nemmeno penso che sia particolarmente criticabile. Fa schifo, ma ce n'è un sacco di roba che fa schifo che potrebbe arrivarci a tavola. Se a qualcuno piace e ha mercato, ben venga.
Intanto che noi ci si scandalizza per una bistecca di seitan, I giganti dell'economia investono decine di milioni nella carne prodotta in laboratorio. E non sto parlando di Marchionne, sto parlando di persone che hanno creato dal nulla aziende che 30 anni dopo sono ai vertici dell'economia. Questo per dire: non gente stupida.
...quindi Marchionne è stupido? :-D
Elwood
2017-11-13 13:50:03 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Jamie
...quindi Marchionne è stupido? :-D
Non necessariamente :)
Ma è un amministratore, per come lo vedo io: il dirigente d'azienda che non aggiunge nulla di nuovo a quello che già c'è, un ragioniere.
E sicuramente ci vogliono pure questo tipo di amministratori, non dico di no, ma dubito che fra 30 anni staremo ancora parlando di Marchionne.
--
Elwood (Peter S.:)
Mardot
2017-11-13 13:58:09 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Elwood
Post by Jamie
...quindi Marchionne è stupido? :-D
Non necessariamente :)
Ma è un amministratore, per come lo vedo io: il dirigente d'azienda che non aggiunge nulla di nuovo a quello che già c'è, un ragioniere.
+1
Huyg
2017-11-13 09:21:26 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Fatina_degli_Elfi
Continuo a non capire cosa ci sia di non etico in un alimento che "ricorda"
la carne. Non ho mai sentito un vegano-vegetariano scagliarsi contro il
seitan perché "somiglia" alla carne...
Ti rispondo subito. Hai tirato fuori il seitan, perché?
Io mi riferisco a prodotti che hanno la forma ed il nome dei parenti
carnivori, e pure il sapore.
Tipo: cotoletta di soia, burger di soia, salame di riso, mortadella di grano
etc... tutto quello che una fantasia (distorta) ti suggerisce.
Ti parlo per me. Sono vegetariana da 30 anni. Lo sono diventata in quanto il
mio amore per gli animali li ritiene pari a noi esseri umani, dunque mai
accetterò l'idea di nutrirmi della vita di un altro essere vivente che, come
me, soffre, ama, ha un'anima. Di conseguenza il vedere in commercio cibi
vegetali che richiamano alla mia mente ciò che ho escluso, eticamente, dalla
mia vita mi sembra non solo una proposta di cattivo gusto (in senso ampio e
di stile) ma qualcosa di assurdo che mai acquisterò se la forma, il sapore e
quanto altro li fanno assimilare a quello che definisco un 'cadavere' di
altro essere vivente.
Chiaro il concetto? spero di sì. Come me la pensano tanti altri vegani e
vegetariani che conosco, da quanto vedo questi prodotti sono molto gettonati
fra gli onnivori penitenti o pentiti che in tale modo, ossia ricorrendo ai
prodotti vegetali, pensano di nutrirsi meglio e probabilmente in parte lo
fanno, ma non del tutto. Sono però nostalgici delle loro amate fiorentine,
bistecche e mortadelle e per non sentirne troppo la mancanza acquistano
questa serie di prodotti.
Chiaro pure questo, mi auguro.
Non condivido tutto ma, caspita, bel post. Se tutti avessero la tua
chiarezza e la tua consapevolezza di idee, la vita di tutti sarebbe più
facile.
Mardot
2017-11-13 09:44:10 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Huyg
Se tutti avessero la tua
chiarezza e la tua consapevolezza di idee, la vita di tutti sarebbe più
facile.
Non ne sarei troppo sicuro, ma sarebbe un discorso lungo e molto filosofico.

Credo pero' che, in generale quindi non solo in cucina, la
"consapevolezza di idee" sia un parente stretto dell'intolleranza (e non
mi riferisco a quella alimentare).
Huyg
2017-11-13 10:26:08 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Mardot
Se tutti avessero la tua chiarezza e la tua consapevolezza di idee, la vita
di tutti sarebbe più facile.
Non ne sarei troppo sicuro, ma sarebbe un discorso lungo e molto filosofico.
Credo pero' che, in generale quindi non solo in cucina, la "consapevolezza di
idee" sia un parente stretto dell'intolleranza (e non mi riferisco a quella
alimentare).
In effetti è un discorso lungo. In quello che intendevo dire escludevo
i discorsi deleteri (tipo: ho la chiara consapevolezza di idee che chi
ha un colore della pelle diverso dal rosa pallido sia da sterminare),
ma mi riferivo più alle proprie scelte di vita.

Ho conosciuto negli anni e conosco decine e decine di persone che, in
molti ambiti anche importanti delle loro vite, sono quantomeno
incostanti, se non vere e proprie banderuole. Ma non lo sono con
"cattiveria": è solo che non hanno la minima idea di cosa fare della
propria vita, così si mettono al vento e vanno nella direzione in cui
soffia. Il che in molti casi è del tutto innocuo (per esempio la scelta
di indossare il verde perché quell'anno va il verde), in altri è
problematico ma gestibile (diciamo per le scelte a medio raggio, e in
questo potrebbe anche rientrare la scelta di mangiare vegano per moda o
per erronea convinzione che sia più sano a prescindere), in altri è un
vero dramma individuale e sociale (leggasi: mi sposo perché nei tre
anni precedenti sono stato bene con una persona e non perché immagino
di poterci stare bene nei successivi trenta, oppure, per rientrare più
nella mia esperienza personale, mi iscrivo a una facoltà e prendo un
percorso senza avere la benché minima idea del perché lo stia facendo).

Io personalmente vedo come principale causa (tra le tante, beninteso)
una riduzione e atomizzazione dello spazio che, nelle vite di tutti, è
ormai riservato al pensiero. Poco, pochissimo tempo in cui uno si ferma
un attimo a pensare, a fronte di impegni sempre più frenetici e tempo
libero sempre più bombardato di stimoli di ogni tipo.

Per questo dico: vivaddio qualcuno che fa una scelta per sé, che porta
avanti per sé (senza proselitismo), e che sa perché l'ha fatta e la
porta avanti. Anche se non è la mia.
Mardot
2017-11-13 10:41:06 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Huyg
Ho conosciuto negli anni e conosco decine e decine di persone che, in
molti ambiti anche importanti delle loro vite, sono quantomeno
incostanti, se non vere e proprie banderuole. Ma non lo sono con
"cattiveria": è solo che non hanno la minima idea di cosa fare della
propria vita, così si mettono al vento e vanno nella direzione in cui
soffia. Il che in molti casi è del tutto innocuo (per esempio la scelta
di indossare il verde perché quell'anno va il verde), in altri è
problematico ma gestibile (diciamo per le scelte a medio raggio, e in
questo potrebbe anche rientrare la scelta di mangiare vegano per moda o
per erronea convinzione che sia più sano a prescindere), in altri è un
vero dramma individuale e sociale (leggasi: mi sposo perché nei tre anni
precedenti sono stato bene con una persona e non perché immagino di
poterci stare bene nei successivi trenta, oppure, per rientrare più
nella mia esperienza personale, mi iscrivo a una facoltà e prendo un
percorso senza avere la benché minima idea del perché lo stia facendo).
In generale "cambiare idea" secondo me e' un elemento positivo, che ci
differenzia dal resto del creato.
E' evidente che cio' sia (anche) fattore di problematiche. Problematiche
che con il pensiero (vedi poco dopo cio' che ha scritto) si dovrebbero
riuscire a gestire nel migliore dei modi.
Post by Huyg
Io personalmente vedo come principale causa (tra le tante, beninteso)
una riduzione e atomizzazione dello spazio che, nelle vite di tutti, è
ormai riservato al pensiero. Poco, pochissimo tempo in cui uno si ferma
un attimo a pensare, a fronte di impegni sempre più frenetici e tempo
libero sempre più bombardato di stimoli di ogni tipo.
Esattissimo, almeno per come la vedo io. Il tempo dedicato al pensiero
e' sempre meno e i punti su cui soffermiamo lo stesso sono sempre piu'
"atomici". Sempre meno visioni d'insieme cerchiamo di porre
all'attenzione del nostro cervello, con conseguenti valutazioni spesso
poco assennate.
Post by Huyg
Per questo dico: vivaddio qualcuno che fa una scelta per sé, che porta
avanti per sé (senza proselitismo), e che sa perché l'ha fatta e la
porta avanti. Anche se non è la mia.
Senza dubbio, il mio intervento era mirato a uno dei tanti "side-effect"
che questo tipo di atteggiamento (in generale positivo) puo' portare.
Huyg
2017-11-13 11:40:33 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Mardot
Ho conosciuto negli anni e conosco decine e decine di persone che, in molti
ambiti anche importanti delle loro vite, sono quantomeno incostanti, se non
vere e proprie banderuole. Ma non lo sono con "cattiveria": è solo che non
hanno la minima idea di cosa fare della propria vita, così si mettono al
vento e vanno nella direzione in cui soffia. Il che in molti casi è del
tutto innocuo (per esempio la scelta di indossare il verde perché
quell'anno va il verde), in altri è problematico ma gestibile (diciamo per
le scelte a medio raggio, e in questo potrebbe anche rientrare la scelta di
mangiare vegano per moda o per erronea convinzione che sia più sano a
prescindere), in altri è un vero dramma individuale e sociale (leggasi: mi
sposo perché nei tre anni precedenti sono stato bene con una persona e non
perché immagino di poterci stare bene nei successivi trenta, oppure, per
rientrare più nella mia esperienza personale, mi iscrivo a una facoltà e
prendo un percorso senza avere la benché minima idea del perché lo stia
facendo).
In generale "cambiare idea" secondo me e' un elemento positivo, che ci
differenzia dal resto del creato.
D'accordissimo, ma quello che dico è che per cambiare idea toccherebbe
prima avercela, un'idea! Altrimenti, ed è il rischio che vedo io, è
l'idea che cambia te, ovvero che sei al vento di mille influenze che ti
fanno vivere in un eterno presente in cui quello che fai ha
perfettamente senso, anche se fa a cazzotti con quello che hai fatto
fino al mese prima, e plausibilmente anche con quello che farai tra un
mese.

Alla fine, è proprio il processo di cambiare idea che denota che,
dentro, c'è un solido filo logico che scorre. Perdona se cito i
classici (credo Adam Smith, nello specifico), ma non bisogna mai
confondere i mezzi con i fini. Qua invece vedo tantissimi mezzi
spacciati per fini, con la conseguenza è che i veri fini sono oscuri a
tutti (o in alternativa depauperati), mentre per i mezzi... vale tutto!
a***@gmail.com
2017-11-13 13:10:43 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Huyg
D'accordissimo, ma quello che dico è che per cambiare idea toccherebbe
prima avercela, un'idea! Altrimenti, ed è il rischio che vedo io, è
l'idea che cambia te, ovvero che sei al vento di mille influenze che ti
fanno vivere in un eterno presente in cui quello che fai ha
perfettamente senso, anche se fa a cazzotti con quello che hai fatto
fino al mese prima, e plausibilmente anche con quello che farai tra un
mese.
Alla fine, è proprio il processo di cambiare idea che denota che,
dentro, c'è un solido filo logico che scorre. Perdona se cito i
classici (credo Adam Smith, nello specifico), ma non bisogna mai
confondere i mezzi con i fini. Qua invece vedo tantissimi mezzi
spacciati per fini, con la conseguenza è che i veri fini sono oscuri a
tutti (o in alternativa depauperati), mentre per i mezzi... vale tutto!
Sono d'accordo sia con Fatina che con Huyg, siete molto saggi e dite cose molto giuste, a cui in questo momento ho voglia di aggiungere i miei due cent. A volte il problema di non saper/voler/poter cambiare la propria idea può essere la troppa fiducia e affetto, cecità che obnubila la lucidità, che dovrebbe essere sempre il faro che illumina la mente (e non lo è). Ci vuole pazienza, con se stessi prima che con gli altri, e sapersi perdonare, riconoscendo francamente la propria debolezza, che è a volte il nostro lato più bello, quello che ci accomuna agli altri esseri umani. Senza cercare scuse e alibi. Scusate la predica.
Stella
Huyg
2017-11-13 14:37:16 UTC
Permalink
Raw Message
Post by a***@gmail.com
Post by Huyg
D'accordissimo, ma quello che dico è che per cambiare idea toccherebbe
prima avercela, un'idea! Altrimenti, ed è il rischio che vedo io, è
l'idea che cambia te, ovvero che sei al vento di mille influenze che ti
fanno vivere in un eterno presente in cui quello che fai ha
perfettamente senso, anche se fa a cazzotti con quello che hai fatto
fino al mese prima, e plausibilmente anche con quello che farai tra un
mese.
Alla fine, è proprio il processo di cambiare idea che denota che,
dentro, c'è un solido filo logico che scorre. Perdona se cito i
classici (credo Adam Smith, nello specifico), ma non bisogna mai
confondere i mezzi con i fini. Qua invece vedo tantissimi mezzi
spacciati per fini, con la conseguenza è che i veri fini sono oscuri a
tutti (o in alternativa depauperati), mentre per i mezzi... vale tutto!
Sono d'accordo sia con Fatina che con Huyg, siete molto saggi e dite cose
molto giuste, a cui in questo momento ho voglia di aggiungere i miei due
cent. A volte il problema di non saper/voler/poter cambiare la propria idea
può essere la troppa fiducia e affetto, cecità che obnubila la lucidità, che
dovrebbe essere sempre il faro che illumina la mente (e non lo è). Ci vuole
pazienza, con se stessi prima che con gli altri, e sapersi perdonare,
riconoscendo francamente la propria debolezza, che è a volte il nostro lato
più bello, quello che ci accomuna agli altri esseri umani. Senza cercare
scuse e alibi. Scusate la predica.
Stella
Tu parli di predica e il punto è proprio quello.
Il mondo, o meglio il nostro universo culturale, si è sviluppato per
secoli seguendo una strutturazione cattolica. Poi questa è andata
scemando con la progressiva perdita di importanza della religione nella
società contemporanea. Tra i vari lasciti c'è proprio l'assenza di
momenti di riflessione su te stesso (la confessione) e su chi ti
circonda (la preghiera), che invece la religione cattolica ti imponeva.
Come capita in tantissimi ambiti, la sparizione della strutturazione
della società a matrice cattolica ha lasciato dei buchi che la società
attuale non ha colmato. Anzi, a dirla tutta, sembrerebbe non aver
nemmeno capito che deve colmarli, dal momento che è talmente impegnata
a festeggiare il fatto di poter trombare prima del matrimonio e di
poter mangiare carne il venerdì.
a***@gmail.com
2017-11-13 14:43:53 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Huyg
Tu parli di predica e il punto è proprio quello.
c'era un pizzichino d'ironia, nella mie parole, mi pareva di essere stata chiara e, alla fine, anche un po' crudele.
Huyg
2017-11-13 14:54:49 UTC
Permalink
Raw Message
Post by a***@gmail.com
Post by Huyg
Tu parli di predica e il punto è proprio quello.
c'era un pizzichino d'ironia, nella mie parole, mi pareva di essere stata
chiara e, alla fine, anche un po' crudele.
Avevo ben capito che eri ironica parlando di predica, ma a mio avviso,
nell'ironia, hai fatto riferimento a una delle chiavi essenziali per
capire il perché di ciò di cui stiamo parlando.
a***@gmail.com
2017-11-13 15:02:41 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Huyg
Avevo ben capito che eri ironica parlando di predica, ma a mio avviso,
nell'ironia, hai fatto riferimento a una delle chiavi essenziali per
capire il perché di ciò di cui stiamo parlando.
Scusa, ma non ti seguo. Ho parlato di predica solo per alleggerire un minimo la pillola, in relatà ho chiuso scrivendo che è scorretto cercare alibi e scuse. Se preferisci la chiarezza nuda e cruda, aggiungo anche che questo comportamento è meschino e immaturo, in una parola da emerito stronzo figlio di puttana. Ti paio in vena di confessione & assoluzione clericale? :-)
Huyg
2017-11-13 15:32:24 UTC
Permalink
Raw Message
Post by a***@gmail.com
Post by Huyg
Avevo ben capito che eri ironica parlando di predica, ma a mio avviso,
nell'ironia, hai fatto riferimento a una delle chiavi essenziali per
capire il perché di ciò di cui stiamo parlando.
Scusa, ma non ti seguo. Ho parlato di predica solo per alleggerire un minimo
la pillola, in relatà ho chiuso scrivendo che è scorretto cercare alibi e
scuse. Se preferisci la chiarezza nuda e cruda, aggiungo anche che questo
comportamento è meschino e immaturo, in una parola da emerito stronzo figlio
di puttana. Ti paio in vena di confessione & assoluzione clericale? :-)
Aoh, ma mica ho detto che sei a un passo da prendere i voti!

Ho solo notato che hai usato un registro lessicale religioso, e mi ci
sono ricollegato perché a mio avviso proprio nella religione c'è una
chiave di analisi appropriata a quello di cui stiamo parlando.

D'altro canto, da quel che intuisco, tu come me hai un approccio laico
all'analisi del tuo presente, ma in quello che hai scritto, "Ci vuole
pazienza, con se stessi prima che con gli altri, e sapersi perdonare,
riconoscendo francamente la propria debolezza, che è a volte il nostro
lato più bello, quello che ci accomuna agli altri esseri umani", penso
tu sia consapevole che è un universo valoriale cattolico, no?

Ribadisco quanto detto: la nostra società è andata avanti, praticamente
fino all'altro ieri, con una strutturazione sociale e culturale le cui
radici bagnano profondamente nel cattolicesimo. Nel momento in cui i
valori del cattolicesimo perdono presa, alcune cose si guadagnano e
altre si perdono, ma ho la sensazione che ci stiamo molto godendo i
guadagni senza curarci troppo di appianare le perdite!
a***@gmail.com
2017-11-13 15:47:18 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Huyg
Aoh, ma mica ho detto che sei a un passo da prendere i voti!
meno male, sono ben lontana da qualsivoglia ambizione di santità :-D
Post by Huyg
Ho solo notato che hai usato un registro lessicale religioso, e mi ci
sono ricollegato perché a mio avviso proprio nella religione c'è una
chiave di analisi appropriata a quello di cui stiamo parlando.
D'altro canto, da quel che intuisco, tu come me hai un approccio laico
all'analisi del tuo presente, ma in quello che hai scritto, "Ci vuole
pazienza, con se stessi prima che con gli altri, e sapersi perdonare,
riconoscendo francamente la propria debolezza, che è a volte il nostro
lato più bello, quello che ci accomuna agli altri esseri umani", penso
tu sia consapevole che è un universo valoriale cattolico, no?
Non sono affatto d'accordo! Il cattolico è sereno e orgoglioso di sapersi figlio di Dio, sa di avere in pugno la salvezza eterna, per così dire. Piuttosto è l'ateo che, al contrario, ambisce ad una fratellanza coi propri simili sulla base della necessaria e *umana* condivisione di forze e debolezze. Almeno, secondo me.
Huyg
2017-11-13 15:50:59 UTC
Permalink
Raw Message
Post by a***@gmail.com
Post by Huyg
D'altro canto, da quel che intuisco, tu come me hai un approccio laico
all'analisi del tuo presente, ma in quello che hai scritto, "Ci vuole
pazienza, con se stessi prima che con gli altri, e sapersi perdonare,
riconoscendo francamente la propria debolezza, che è a volte il nostro
lato più bello, quello che ci accomuna agli altri esseri umani", penso
tu sia consapevole che è un universo valoriale cattolico, no?
Non sono affatto d'accordo! Il cattolico è sereno e orgoglioso di sapersi
figlio di Dio, sa di avere in pugno la salvezza eterna, per così dire.
Piuttosto è l'ateo che, al contrario, ambisce ad una fratellanza coi propri
simili sulla base della necessaria e *umana* condivisione di forze e
debolezze. Almeno, secondo me.
No aspetta, ribadisco: non si parla di religione, ma di universo
valoriale. Non serve essere credenti per aver interiorizzato un sistema
di valori che, nella nostra area geografica, è diretta emanazione del
cattolicesimo.

(e, per inciso: l'orgoglio di sapersi figlio di Dio e la presunzione di
avere in pugno la salvezza eterna sono peccati!)
a***@gmail.com
2017-11-13 15:57:24 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Huyg
No aspetta, ribadisco: non si parla di religione, ma di universo
valoriale. Non serve essere credenti per aver interiorizzato un sistema
di valori che, nella nostra area geografica, è diretta emanazione del
cattolicesimo.
Come vuoi, io resto della mia opinione che in questa faccenda la religione con annessi e connessi non c'entrano un fico secco (tanto per onorare il tema alimentare)
Post by Huyg
(e, per inciso: l'orgoglio di sapersi figlio di Dio e la presunzione di
avere in pugno la salvezza eterna sono peccati!)
forse ai tempi del Concilio di Trento, dopo il Vaticano II certo che no! aggiornati! :-D
Huyg
2017-11-13 16:47:09 UTC
Permalink
Raw Message
Post by a***@gmail.com
Post by Huyg
No aspetta, ribadisco: non si parla di religione, ma di universo
valoriale. Non serve essere credenti per aver interiorizzato un sistema
di valori che, nella nostra area geografica, è diretta emanazione del
cattolicesimo.
Come vuoi, io resto della mia opinione che in questa faccenda la religione
con annessi e connessi non c'entrano un fico secco (tanto per onorare il tema
alimentare)
E resto della mia opinione anch'io, ovviamente.
Post by a***@gmail.com
Post by Huyg
(e, per inciso: l'orgoglio di sapersi figlio di Dio e la presunzione di
avere in pugno la salvezza eterna sono peccati!)
forse ai tempi del Concilio di Trento, dopo il Vaticano II certo che no! aggiornati! :-D
Vabbè dai, il dibattito teologico è davvero troppo. Io volevo solo fare
una battuta!
a***@gmail.com
2017-11-13 17:19:59 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Huyg
E resto della mia opinione anch'io, ovviamente.
Questo è il bello! Adoro le discussioni dove nessuno vuole convincere nessun altro :-)
Post by Huyg
Vabbè dai, il dibattito teologico è davvero troppo. Io volevo solo fare
una battuta!
In realtà anch'io. Scusa se ho sfoderato il mio tono da prof saccente, ogni tanto mi sfugge il controllo della mia lingua (o dei miei tasti). :-) Ho avuto molto piacere di aver dialogato con te, alla prossima! Ciao!
Mardot
2017-11-13 13:38:20 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Huyg
per cambiare idea toccherebbe
prima avercela, un'idea!
questo e' un elemento di base, la formazione del pensiero, e di un
pensiero che sia personale e non totalmente condizionato (perche' un po'
lo sara' sempre) dai fattori circostanti che fanno da driver, tipo le
mode/tendenze/ecc....
Post by Huyg
Perdona se cito i classici
(credo Adam Smith, nello specifico), ma non bisogna mai confondere i
mezzi con i fini.
Un po' come la confusione tra le cause e gli effetti.
Huyg
2017-11-13 14:22:15 UTC
Permalink
Raw Message
per cambiare idea toccherebbe prima avercela, un'idea!
questo e' un elemento di base, la formazione del pensiero, e di un pensiero
che sia personale e non totalmente condizionato (perche' un po' lo sara'
sempre) dai fattori circostanti che fanno da driver, tipo le
mode/tendenze/ecc....
Esattamente. E anche lì: non c'è assolutamente nessun problema ad
assecondare le mode e le tendenze, PURCHE' (ed è condizione necessaria
e non sufficiente) si sia consapevoli che è quello che si sta facendo.
In alternativa, per l'appunto, seguire la moda diventa un fine, e non
un mezzo.
Perdona se cito i classici (credo Adam Smith, nello specifico), ma non
bisogna mai confondere i mezzi con i fini.
Un po' come la confusione tra le cause e gli effetti.
Esatto, l'una è una specifica dell'altra.
Fatina_degli_Elfi
2017-11-13 11:32:59 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Mardot
Credo pero' che, in generale quindi non solo in cucina, la
"consapevolezza di idee" sia un parente stretto dell'intolleranza (e non
mi riferisco a quella alimentare).
Non lo so Mardot, ma è un discorso complesso.
Forse confondi, o magari sono io che ho compreso in modo errato, la
consapevolezza di una scelta ben radicata con la convinzione di
qualcosa, ostinata e protratta negli anni. Convinzione (o convinzioni)
che non accettano critiche e revisioni. Ecco in questa seconda ipotesi
io personalmente non mi riconosco, la mia unica scelta 'etica' in senso
ampio (pur con le sue tante contraddizioni) è quella di essere
vegetariana, per il resto nel corso degli anni e con il passare degli
anni ho cambiato opinione su molte cose tante e tante volte.
L'incoscienza e l'integerrima fede in qualcosa che avevo da giovane è
mutata in diplomazia, prudenza, dubbio e fallibilità.
Ho semplicemente accettato, vuoi per necessità vuoi per naturale corso
degli eventi, la mie debolezze e tutti i miei limiti di essere umano
e di donna. E dunque sono quello che sono, la mia unica aspirazione è
riuscire a vedere in maniera ampia senza giudicare, specie il mondo
giovanile e infantile. Ossia, io non voglio smettere di crescere, voglio
sempre e lo vorrò sempre, diventare grande :-)

---
Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
https://www.avast.com/antivirus
fulvio_ capsy
2017-11-13 11:48:43 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Fatina_degli_Elfi
Ossia, io non voglio smettere di crescere, voglio
sempre e lo vorrò sempre, diventare grande :-)
la battuta sgorga spontanea:
se non mangi carne non cresci più!!!
lollone!! ;D
--
www.peperoncinosanremorivieradeifiori.it/ricette.php
Fatina_degli_Elfi
2017-11-13 12:13:48 UTC
Permalink
Raw Message
Post by fulvio_ capsy
se non mangi carne non cresci più!!!
lollone!!  ;D
Per quello è tardi Capsy, resterò formato mini ;-)

---
Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
https://www.avast.com/antivirus
fulvio_ capsy
2017-11-13 12:33:42 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Fatina_degli_Elfi
Post by fulvio_ capsy
se non mangi carne non cresci più!!!
lollone!!  ;D
Per quello è tardi Capsy, resterò formato mini ;-)
scherzi a parte sai che invecchiando mi sono accorto di mangiare moolta
meno carne di una volta?? ma naturalmente, senza volerlo, mi accorgo di
mangiarla una\due volte a settimana!
--
www.peperoncinosanremorivieradeifiori.it/ricette.php
Mardot
2017-11-13 13:28:04 UTC
Permalink
Raw Message
Post by fulvio_ capsy
Post by Fatina_degli_Elfi
Post by fulvio_ capsy
se non mangi carne non cresci più!!!
lollone!!  ;D
Per quello è tardi Capsy, resterò formato mini ;-)
scherzi a parte sai che invecchiando mi sono accorto di mangiare moolta
meno carne di una volta?? ma naturalmente, senza volerlo, mi accorgo di
mangiarla una\due volte a settimana!
anche io, idem, piuttosto preferisco il bisteccone bello grosso una
volta/settimana e poi mangio alternativo
fulvio_ capsy
2017-11-13 16:41:10 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Mardot
Post by fulvio_ capsy
Post by Fatina_degli_Elfi
Post by fulvio_ capsy
se non mangi carne non cresci più!!!
lollone!!  ;D
Per quello è tardi Capsy, resterò formato mini ;-)
scherzi a parte sai che invecchiando mi sono accorto di mangiare
moolta meno carne di una volta?? ma naturalmente, senza volerlo, mi
accorgo di mangiarla una\due volte a settimana!
anche io, idem, piuttosto preferisco il bisteccone bello grosso una
volta/settimana e poi mangio alternativo
ecco, +1
--
www.peperoncinosanremorivieradeifiori.it/ricette.php
DDV
2017-11-14 08:13:37 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Mardot
Post by fulvio_ capsy
Post by Fatina_degli_Elfi
Post by fulvio_ capsy
se non mangi carne non cresci più!!!
lollone!!  ;D
Per quello è tardi Capsy, resterò formato mini ;-)
scherzi a parte sai che invecchiando mi sono accorto di mangiare moolta
meno carne di una volta?? ma naturalmente, senza volerlo, mi accorgo di
mangiarla una\due volte a settimana!
anche io, idem, piuttosto preferisco il bisteccone bello grosso una
volta/settimana e poi mangio alternativo
Ecco, il prossimo passo sarà che non ti piacerà più il bisteccone e preferirai la carne lavorata...

DDV
Jamie
2017-11-13 13:53:14 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Fatina_degli_Elfi
Post by Jamie
Continuo a non capire cosa ci sia di non etico in un alimento che
"ricorda" la carne. Non ho mai sentito un vegano-vegetariano
scagliarsi contro il seitan perché "somiglia" alla carne...
Ti rispondo subito. Hai tirato fuori il seitan, perché?
Non l'ho mica tirato fuori io, il thread parlava proprio di quello.
Post by Fatina_degli_Elfi
Io mi riferisco a prodotti che hanno la forma ed il nome dei parenti
carnivori, e pure il sapore.
Tipo: cotoletta di soia, burger di soia, salame di riso, mortadella di
grano etc... tutto quello che una fantasia (distorta) ti suggerisce.
Ti parlo per me. Sono vegetariana da 30 anni. Lo sono diventata in
quanto il mio amore per gli animali li ritiene pari a noi esseri umani,
dunque mai accetterò l'idea di nutrirmi della vita di un altro essere
vivente che, come me, soffre, ama, ha un'anima. Di conseguenza il vedere
in commercio cibi vegetali che richiamano alla mia mente ciò che ho
escluso, eticamente, dalla mia vita mi sembra non solo una proposta di
cattivo gusto (in senso ampio e di stile) ma qualcosa di assurdo che mai
acquisterò se la forma, il sapore e quanto altro li fanno assimilare a
quello che definisco un 'cadavere' di altro essere vivente.
Non si può scomodare l'etica per una cosa del genere. Tu (inteso come
essere vivente generico) puoi amare gli animali e per questo aver deciso
di escluderli dalla tua dieta, ma magari ti piaceva il sapore della
bistecca e se c'è un alimento che ti aiuterà a sentirne meno la
mancanza, ma NON è un animale, non vedo proprio perché mangiarlo
dovrebbe essere una scelta non in linea con la tua etica.
Post by Fatina_degli_Elfi
Chiaro il concetto? spero di sì. Come me la pensano tanti altri vegani e
vegetariani che conosco, da quanto vedo questi prodotti sono molto
gettonati fra gli onnivori penitenti o pentiti che in tale modo,
Non capisco perché un onnivoro dovrebbe essere penitente o pentito. Di
cosa, esattamente?
Post by Fatina_degli_Elfi
Male. Se posso permettermi: fai il b.test al lattosio, non costa molto,
cinque ore di tempo e ti togli il pensiero. Una mattinata in ospedale,
ma vale la pena essendo l'unico, ripeto: l'unico, esame attendibile per
diagnosticare l'intolleranza al lattosio.
Se tu fossi stata allergica alle proteine del latte lo avresti saputo
dalla nascita, non si manifesta dopo, anche il latte materno NON può
essere assunto.
Non è vero che non si può manifestare dopo, basti pensare alla
celiachia, sai quanta gente lo scopre in età adulta? Ci sono evidenze
scientifiche che gastroenteriti di origine infettiva possono scatenare
anche allergie alimentari, sebbene i meccanismi non siano per niente chiari.
Comunque, chi ti dice che io non abbia fatto altre indagini? Sono già
stata da un gastroenterologo per tua informazione, ed il rast test
(insieme ad altri esami invasivi) me l'ha prescritto proprio lui. Mi
manca solo il passaggio dall'allergologo.
Fatina_degli_Elfi
2017-11-13 14:52:50 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Jamie
Non è vero che non si può manifestare dopo, basti pensare alla
celiachia, sai quanta gente lo scopre in età adulta? Ci sono evidenze
scientifiche che gastroenteriti di origine infettiva possono scatenare
anche allergie alimentari, sebbene i meccanismi non siano per niente chiari.
Jamie la celiachia in realtà, dal punto di vista strettamente medico, è
una intolleranza al glutine, non una allergia.
Sebbene venga comunemente intesa come allergia.
La si può diagnosticare anche a 100 anni oppure mai, ma l'allergia alle
proteine del latte è cosa ben diversa.
Post by Jamie
Comunque, chi ti dice che io non abbia fatto altre indagini? Sono già
stata da un gastroenterologo per tua informazione, ed il rast test
(insieme ad altri esami invasivi) me l'ha prescritto proprio lui. Mi
manca solo il passaggio dall'allergologo.
Sì pure a me aveva consigliato il pippo test il primo gastroent. cui
sono andata assieme al medico curante, me ne avevano trovate di ogni,
peccato non avessero valutato che sono più che altro allergica agli
stupidi (loro). Poi, per fortuna, su consiglio del medico in casa
ho trovato il centro e lo specialista giusto che mi ha aperto bene gli
occhi su fuffa, fuffari e realtà dei fatti. Sei stata allattata da tua
madre da piccola?... (la risposta è decisiva).
Boh, fai come credi, la vita è tua e solo tu puoi gestirla.
Non posso che augurarti in bocca al lupo!

Sul tema vegetali al sapore e forma di bistecca neppure ti rispondo, non
per mancanza di rispetto, ma proprio ragioniamo su due universi
paralleli impossibili a incontrarsi. Non arriveremo mai a comprenderci a
vicenda su questo punto, spiacente.


ps: sì, includo nella lista anche l'allergologo, che mi ha preso 300 euro.
E non voleva rilasciare la fattura.

---
Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
https://www.avast.com/antivirus
Jamie
2017-11-13 15:26:57 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Fatina_degli_Elfi
Jamie la celiachia in realtà, dal punto di vista strettamente medico, è
una intolleranza al glutine, non una allergia.
Sebbene venga comunemente intesa come allergia.
Perché interviene il sistema immunitario in entrambi i casi, ecco perché
non si può nemmeno parlare di intolleranza quando si parla di celiachia.
Era comunque un esempio per dire che non è vero che con le allergie ci
nasci e basta. Arrivano anche in età adulta purtroppo.
Post by Fatina_degli_Elfi
Sì pure a me aveva consigliato il pippo test il primo gastroent. cui
sono andata assieme al medico curante, me ne avevano trovate di ogni,
peccato non avessero valutato che sono più che altro allergica agli
stupidi (loro).
Ma tu, hai capito di cosa sto parlando? Non sto parlando di vega test e
minchiate similari, ma dell'unico test riconosciuto ufficialmente dalla
medicina convenzionale per l'individuazione di allergie alimentari,
ovvero il RAST, sebbene sia considerato un test di secondo livello.

Poi, per fortuna, su consiglio del medico in casa
Post by Fatina_degli_Elfi
ho trovato il centro e lo specialista giusto che mi ha aperto bene gli
occhi su fuffa, fuffari e realtà dei fatti. Sei stata allattata da tua
madre da piccola?... (la risposta è decisiva).
Boh, fai come credi, la vita è tua e solo tu puoi gestirla.
Non posso che augurarti in bocca al lupo!
Ripeto che ho già fatto un sacco di esami, comunque grazie per gli auguri.
Post by Fatina_degli_Elfi
Sul tema vegetali al sapore e forma di bistecca neppure ti rispondo, non
per mancanza di rispetto, ma proprio ragioniamo su due universi
paralleli impossibili a incontrarsi. Non arriveremo mai a comprenderci a
vicenda su questo punto, spiacente.
Me ne farò una ragione :)
Post by Fatina_degli_Elfi
ps: sì, includo nella lista anche l'allergologo, che mi ha preso 300 euro.
E non voleva rilasciare la fattura.
Solo perché ne hai incontrato uno che presumibilmente non ha saputo fare
il suo lavoro non vuol dire che siano tutti così eh.
Fatina_degli_Elfi
2017-11-13 16:41:10 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Jamie
Perché interviene il sistema immunitario in entrambi i casi, ecco perché
non si può nemmeno parlare di intolleranza quando si parla di celiachia.
Era comunque un esempio per dire che non è vero che con le allergie ci
nasci e basta. Arrivano anche in età adulta purtroppo.
Va bene, ci rinuncio.
La celiachia è una cosa, l'allergia alle proteine del latte un'altra.
Intolleranza al lattosio altro ancora, questa la più diffusa e, mi
ripeto, diagnosticabile con certezza solo tramite breath test al lattosio.
Post by Jamie
Ma tu, hai capito di cosa sto parlando? Non sto parlando di vega test e
minchiate similari, ma dell'unico test riconosciuto ufficialmente dalla
medicina convenzionale per l'individuazione di allergie alimentari,
ovvero il RAST, sebbene sia considerato un test di secondo livello.
Jamie, fidati, ho capito benissimo.
Non comprendo perché ti adiri tanto, perdonami se te lo faccio notare ma
non stai parlando con una cretina scesa dalla montagna, con tutto il
rispetto eh.
Per carità non nascondo di avere modi bruschi a volte, ma so di cosa
parlo. Devi provare una connaturale antipatia per me :-D
A parte questo mi auguro che tu possa non tanto risolvere il problema,
purtroppo l'intolleranza se c'è resta (o quello che sia), ma riuscire a
stare bene. Questo ti posso augurare con sincerità ed umana empatia, so
quanto si può star male in certi casi.
Post by Jamie
Ripeto che ho già fatto un sacco di esami, comunque grazie per gli auguri.
Considera che mi hanno tirato in ballo per anni...
Post by Jamie
Solo perché ne hai incontrato uno che presumibilmente non ha saputo fare
il suo lavoro non vuol dire che siano tutti così eh.
Ma ci mancherebbe, peccato che questo sia uno tra i massimi esperti del
settore e qui mi taccio.



---
Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
https://www.avast.com/antivirus
Jamie
2017-11-13 17:10:49 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Fatina_degli_Elfi
Va bene, ci rinuncio.
La celiachia è una cosa, l'allergia alle proteine del latte un'altra.
Scusami, ma dov'è che avrei detto che sono la stessa cosa? Era solo un
esempio che ho fatto a sostegno della tesi che le allergie possono
insorgere successivamente. Hai informazioni diverse? Bene, condividile!
Che il rast test sia inutile è una tua opinione, che non mi pare
condivisa dalla scienza ufficiale, ma se hai riferimenti bibliografici a
riguardo e vuoi passarmeli sono pronta a cambiare idea in qualsiasi
momento. Sono esami che mi ha prescritto un gastroenterologo primario di
un ospedale, non esattamente l'ultimo arrivato insomma.
Post by Fatina_degli_Elfi
Intolleranza al lattosio altro ancora, questa la più diffusa e, mi
ripeto, diagnosticabile con certezza solo tramite breath test al lattosio.
Questo non lo sto certo mettendo in dubbio, non capisco perché senti il
bisogno di rimarcarlo.
Post by Fatina_degli_Elfi
Jamie, fidati, ho capito benissimo.
Non comprendo perché ti adiri tanto, perdonami se te lo faccio notare ma
non stai parlando con una cretina scesa dalla montagna, con tutto il
rispetto eh.
Non sono affatto adirata, ed onestamente ho avuto la tua stessa
sensazione, cioè che tu pensi di star parlando con una "cretina scesa
dalla montagna", per il tono con cui ti stai rivolgendo a me e le
modalità di quello che stai dicendo. Se non è così, meglio, ma
onestamente di tempo a documentarmi ne passo tanto quindi ecco, non
credere che mi stai dicendo cose che ignoro totalmente.
Post by Fatina_degli_Elfi
Per carità non nascondo di avere modi bruschi a volte, ma so di cosa
parlo. Devi provare una connaturale antipatia per me :-D
No, ma certe volte metti su un tono da "maestrina" che trovo fastidioso,
detto molto francamente, sembra sempre che stai dando per scontato di
parlare con scimmie a malapena pensanti :-D
Post by Fatina_degli_Elfi
A parte questo mi auguro che tu possa non tanto risolvere il problema,
purtroppo l'intolleranza se c'è resta (o quello che sia), ma riuscire a
stare bene. Questo ti posso augurare con sincerità ed umana empatia, so
quanto si può star male in certi casi.
Ma adesso sto benino eh. Non mangio più latticini eccetto qualche
occasionale e sempre più rara escursione.
Post by Fatina_degli_Elfi
Post by Jamie
Ripeto che ho già fatto un sacco di esami, comunque grazie per gli auguri.
Considera che mi hanno tirato in ballo per anni...
Ma tu avevi sintomi immediati dopo aver mangiato i latticini? Se la
risposta è sì non riesco proprio ad immaginare come sia stato necessario
andare avanti per anni per trovare una delle intolleranze più comuni che
esistano.
Post by Fatina_degli_Elfi
Ma ci mancherebbe, peccato che questo sia uno tra i massimi esperti del
settore e qui mi taccio.
In ogni caso la medicina non è una scienza esatta e l'argomento delle
intolleranze/allergie è forse uno dei più complessi. Io, comunque,
finora mi sono sempre rivolta al pubblico e non sono ancora andata da
qualche medico privato.
Fatina_degli_Elfi
2017-11-13 21:58:24 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Jamie
Che il rast test sia inutile è una tua opinione, che non mi pare
condivisa dalla scienza ufficiale, ma se hai riferimenti bibliografici a
riguardo e vuoi passarmeli sono pronta a cambiare idea in qualsiasi
momento. Sono esami che mi ha prescritto un gastroenterologo primario di
un ospedale, non esattamente l'ultimo arrivato insomma.
Non lo metto in dubbio. Quello che so io, che risulta dai testi
universitari, dai tanti medici (specialisti) contattati è che l'allergia
alla prot. del latte non è innanzitutto genetica, ma si manifesta alla
nascita e il rast test non fornisce indicazioni attendibili.
Lungo qui spiegare il perché, non posso darti link, al limite suggerirti
qualche testo universitario.
Non so cos'altro dirti, magari mi sono rivolta a perfetti ignoranti.
L'allergia di norma regredisce quando il bimbo si sviluppa, in rarissimi
casi persiste in età adulta, ma mai si manifesta in età adulta.
Post by Jamie
Non sono affatto adirata, ed onestamente ho avuto la tua stessa
sensazione, cioè che tu pensi di star parlando con una "cretina scesa
dalla montagna", per il tono con cui ti stai rivolgendo a me e le
modalità di quello che stai dicendo. Se non è così, meglio, ma
onestamente di tempo a documentarmi ne passo tanto quindi ecco, non
credere che mi stai dicendo cose che ignoro totalmente.
Ci mancherebbe, perdona la foga, ma purtroppo credo (non si può mai dire
però a questo punto) di conoscere bene il problema, poi c'è sempre da
imparare. Purtroppo ho avuto il tuo stesso iter fino a giungere a
conclusioni esatte e contrarie, magari il tuo caso è molto diverso e non
trattasi di intolleranza al lattosio. Cmq il b.test è un esame non
invasivo, se vuoi un mio consiglio (lo so, non te ne frega ;-) chiedi
altuo medico di fartelo fare. E' una seccatura, ma molto attendibile.
Post by Jamie
Ma adesso sto benino eh. Non mangio più latticini eccetto qualche
occasionale e sempre più rara escursione.
Pure io, di rado, ma quando ne ho voglia sicuramente.
Post by Jamie
Ma tu avevi sintomi immediati dopo aver mangiato i latticini? Se la
risposta è sì non riesco proprio ad immaginare come sia stato necessario
andare avanti per anni per trovare una delle intolleranze più comuni che
esistano.
Dipende. Nell'int. al lattosio esiste un massimo di tollerabilità dello
stesso. Ovvio che se bevi mezzo litro di latte in un giorno hai effetti
quasi immediati, in genere 15 - 30 min. dopo ingestione.
Il più scontato è la corsa in bagno, ma non sempre, in dosi ridotte e
protatte ogni giorno o a giorni alterni diciamo il lattosio si accumula
e può dare origine a fenomeni diversi: stitichezza, meteorismo, eruzioni
cutanee (pur essendo intolleranza), secchezza fauci, rigurgiti e tanti
altri malesseri diffusi confusi con altre patologie.
Molti la sottovalutano ma gli effetti possono essere molto deabilitanti,
tipo malnutrizione per mancato metabolismo di nutrienti essenziali e
dimagrimento vistoso (come avviene per la celiachia) a fronte di
gonfiore a livello addominale. Carenza proteica e molto altro.
Insomma per essere una intolleranza crea numerose complicazioni se non
trattata ad uopo. Ti dirò anche che nelle fasi acute è bene non assumere
neppure latticini delattosati, per tanti motivi. Non sempre questi
prodotti rispettano il contenuto di lattosio menzionato, non è colpa
delle aziende, succede. Inoltre anche in percentuali minime il lattosio
infinitesimale di questi prodotti se assunti ogni giorno si accumula.
Considera poi che il lattosio è quasi ovunque, pure in alcuni tipi di
farina come conservante e non è necessario menzionarlo in etichetta, in
ogni pane e prodotto da forno, dolci e farmaci etc...
Post by Jamie
In ogni caso la medicina non è una scienza esatta e l'argomento delle
intolleranze/allergie è forse uno dei più complessi. Io, comunque,
finora mi sono sempre rivolta al pubblico e non sono ancora andata da
qualche medico privato.
Fai bene, ma io al tempo non ebbi scelta. Se torni a Roma ogni tanto è
lì che c'è un prof. molto esperto e bravo, Gasbarrini, ma non so dirti
quanto sia facile contattarlo. So solo che è molto bravo.
Cmq se ne vuoi parlare, senza impegno, possiamo anche farlo in pvt.
Senza impegno ;-)


---
Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
https://www.avast.com/antivirus
Albus Dumbledore
2017-11-13 15:18:32 UTC
Permalink
Raw Message
basti pensare alla celiachia,
Le allergie sono tutt'altra cosa e non c'entrano nulla con la celichia.
Un'allergia puo' scatenarti uno shock anafilattico che ti secca sul
colpo.
La celiachia, no.

Due mondi differenti.
--
Se negli header appare "Message-ID: <***@asdf.it>", sono io.
Altrimenti è un coglione che mi morpha.
Albus Dumbledore
Jamie
2017-11-13 15:21:44 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Albus Dumbledore
basti pensare alla celiachia,
Le allergie sono tutt'altra cosa e non c'entrano nulla con la celichia.
Un'allergia puo' scatenarti uno shock anafilattico che ti secca sul colpo.
La celiachia, no.
Due mondi differenti.
Ho fatto l'esempio della celiachia perché è comunque un problema
relativo al sistema immunitario, ovviamente i risultati sono diversi ma
i meccanismi che sono alla base sono simili.
Fatina_degli_Elfi
2017-11-13 16:42:41 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Albus Dumbledore
Le allergie sono tutt'altra cosa e non c'entrano nulla con la celichia.
Un'allergia puo' scatenarti uno shock anafilattico che ti secca sul colpo.
La celiachia, no.
Due mondi differenti.
ma dimmi Albus: perché quando ti leggo ho la certezza, matematica, che
almeno un'anima solitaria abbia compreso ciò che scrivo? ;-)
Felice di rileggerti!

---
Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
https://www.avast.com/antivirus
Jamie
2017-11-13 17:12:20 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Fatina_degli_Elfi
Post by Albus Dumbledore
Le allergie sono tutt'altra cosa e non c'entrano nulla con la celichia.
Un'allergia puo' scatenarti uno shock anafilattico che ti secca sul colpo.
La celiachia, no.
Due mondi differenti.
ma dimmi Albus: perché quando ti leggo ho la certezza, matematica, che
almeno un'anima solitaria abbia compreso ciò che scrivo? ;-)
Felice di rileggerti!
Scusate se insisto, ma le allergie hanno vari livelli di gravità e non
si manifestano tutte con shock anafilattico!
Nel caso vogliate approfondire:
http://www.studiomedicobordignon.it/index.php?option=com_content&view=article&id=389:alimenti-latte-vaccino-allergia-al-latte-vaccino-e-ad-altri-latti&catid=123:eziologia&Itemid=55
fulvio_ capsy
2017-11-13 21:53:10 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Jamie
Post by Fatina_degli_Elfi
Post by Albus Dumbledore
Le allergie sono tutt'altra cosa e non c'entrano nulla con la celichia.
Un'allergia puo' scatenarti uno shock anafilattico che ti secca sul colpo.
La celiachia, no.
Due mondi differenti.
ma dimmi Albus: perché quando ti leggo ho la certezza, matematica, che
almeno un'anima solitaria abbia compreso ciò che scrivo? ;-)
Felice di rileggerti!
Scusate se insisto, ma le allergie hanno vari livelli di gravità e non
si manifestano tutte con shock anafilattico!
http://www.studiomedicobordignon.it/index.php?option=com_content&view=article&id=389:alimenti-latte-vaccino-allergia-al-latte-vaccino-e-ad-altri-latti&catid=123:eziologia&Itemid=55
ti parla uno (io) che anafilattici ne ha fatti due di cui uno....bè si
erano arresi, loro, io no!
dicevo che lo shock avviene se l'avvelenamento supera la soglia di
carico che è diversa per ognuno, ad alcuni basta una piccola parte di
agente allergico, ad altri ce ne vuole di più ed allora si sta male ma
niente shock.
--
www.peperoncinosanremorivieradeifiori.it/ricette.php
Albus Dumbledore
2017-11-14 07:29:21 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Fatina_degli_Elfi
Felice di rileggerti!
Anche per me.

;-)
--
Se negli header appare "Message-ID: <***@asdf.it>", sono io.
Altrimenti è un coglione che mi morpha.
Albus Dumbledore
Aietes
2017-11-13 20:47:58 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Fatina_degli_Elfi
Post by Jamie
Continuo a non capire cosa ci sia di non etico in un alimento che
"ricorda" la carne. Non ho mai sentito un vegano-vegetariano scagliarsi
contro il seitan perché "somiglia" alla carne...
Ti rispondo subito. Hai tirato fuori il seitan, perché?
Io mi riferisco a prodotti che hanno la forma ed il nome dei parenti
carnivori, e pure il sapore.
Tipo: cotoletta di soia, burger di soia, salame di riso, mortadella di
grano etc... tutto quello che una fantasia (distorta) ti suggerisce.
Ti parlo per me. Sono vegetariana da 30 anni. Lo sono diventata in
quanto il mio amore per gli animali li ritiene pari a noi esseri umani,
dunque mai accetterò l'idea di nutrirmi della vita di un altro essere
vivente che, come me, soffre, ama, ha un'anima. Di conseguenza il vedere
in commercio cibi vegetali che richiamano alla mia mente ciò che ho
escluso, eticamente, dalla mia vita mi sembra non solo una proposta di
cattivo gusto (in senso ampio e di stile) ma qualcosa di assurdo che mai
acquisterò se la forma, il sapore e quanto altro li fanno assimilare a
quello che definisco un 'cadavere' di altro essere vivente.
Chiaro il concetto? spero di sì. Come me la pensano tanti altri vegani e
vegetariani che conosco, da quanto vedo questi prodotti sono molto
gettonati fra gli onnivori penitenti o pentiti che in tale modo, ossia
ricorrendo ai prodotti vegetali, pensano di nutrirsi meglio e
probabilmente in parte lo fanno, ma non del tutto. Sono però nostalgici
delle loro amate fiorentine, bistecche e mortadelle e per non sentirne
troppo la mancanza acquistano questa serie di prodotti.
ti diro', una volta lo pensavo anche io e evitavo di comprare cibi vegetariani
che imitassero la carne. Ma nei prima anni '90 non era poi così facile trovare
prodotti che imitassero la carne... in maggioranza erano prodotti a base di
soya, non buoni e manco lontanamente parenti della carne.

Vedendo quanto e cosa il mercato oggi possa offire, mi sto convincendo sia tutto
sommato un bene che molti prodotti tentino di imitare la carne e ottengano
risultati tutto sommato pregevoli.
Il cibo è un fatto soprattutto culturale, e chi vuole avvicinarsi al vegetarismo
può farlo più facilmente, se i prodotti offerti ricordino quelli che si sta
abbandonando.

IMHO
Alessandro
Fatina_degli_Elfi
2017-11-13 21:41:36 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Aietes
Vedendo quanto e cosa il mercato oggi possa offire, mi sto convincendo sia tutto
sommato un bene che molti prodotti tentino di imitare la carne e ottengano
risultati tutto sommato pregevoli.
Il cibo è un fatto soprattutto culturale, e chi vuole avvicinarsi al vegetarismo
può farlo più facilmente, se i prodotti offerti ricordino quelli che si sta
abbandonando.
Era quello che intendevo, per gli onnivori.
Ma per me, ad esempio, che ho scelto di essere vegetariana e non
mangiare carne di ogni tipo di animale solo mangiare qualcosa che ne
ricordi il sapore e la forma non solo mi nausea, mi indigna.
Non so come spiegarlo, è una motivazione etica la mia e non mi aspetto
la si condivida o la si comprenda.
Va detto che sin da bambina non ho mai amato il sapore di carne e pesce
e per farmela mangiare mia madre doveva camuffarla in mille modi.
Poi successe una tragedia, i nonni uccisero una pecorella che amavo
e si scatenò l'inferno, insomma i prodomi per cambiare strada c'erano
tutti ;-)

Per il resto comprendo alla perfezione il tuo discorso, quello che non
amo di questi prodotti e delle aziende che li vendono è la speculazione.
Ma si può pagare un pacco di biscotti vegani al kamut (250 gr.) oltre 4
euro? Alcuni prodotti ora hanno un costo degno, specie quelli a marchio
gdo, oppure sono in sconto, ma pensiamo alle bevande vegetali, latte
riso e nocciola a 4 euro il litro... panettone vegano da 300 gr. a 8
euro. Boh, a me sembrano prezzi assurdi.

---
Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
https://www.avast.com/antivirus
fulvio_ capsy
2017-11-13 21:54:19 UTC
Permalink
Raw Message
Alcuni prodotti ora hanno un costo degno, specie quelli a marchio
Post by Fatina_degli_Elfi
gdo, oppure sono in sconto, ma pensiamo alle bevande vegetali, latte
riso e nocciola a 4 euro il litro... panettone vegano da 300 gr. a 8
euro. Boh, a me sembrano prezzi assurdi.
il business cavalca le mode
--
www.peperoncinosanremorivieradeifiori.it/ricette.php
Aietes
2017-11-14 18:18:01 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Fatina_degli_Elfi
Ma per me, ad esempio, che ho scelto di essere vegetariana e non
mangiare carne di ogni tipo di animale solo mangiare qualcosa che ne
ricordi il sapore e la forma non solo mi nausea, mi indigna.
Non so come spiegarlo, è una motivazione etica la mia e non mi aspetto
la si condivida o la si comprenda.
sono vegetariano per motivi iniziali diversi, ma in fondo per un risvolto etico
simile al tuo, e credimi che certe volte non riesco a mangiare certi prodotti
vegetariani proprio perché mi ricordano troppo la carne.
Post by Fatina_degli_Elfi
Va detto che sin da bambina non ho mai amato il sapore di carne e pesce
e per farmela mangiare mia madre doveva camuffarla in mille modi.
Poi successe una tragedia, i nonni uccisero una pecorella che amavo
e si scatenò l'inferno, insomma i prodomi per cambiare strada c'erano
tutti ;-)
invece io la carne l'adoravo, ma ho smesso un po' alla volta, iniziando ad
escludere la carne degli animali che allevavo per passione, iniziando con
piccioni e quaglie...
poi mi son allargato a "tutto" ;-)
Post by Fatina_degli_Elfi
Per il resto comprendo alla perfezione il tuo discorso, quello che non
amo di questi prodotti e delle aziende che li vendono è la speculazione.
Ma si può pagare un pacco di biscotti vegani al kamut (250 gr.) oltre 4
euro? Alcuni prodotti ora hanno un costo degno, specie quelli a marchio
gdo, oppure sono in sconto, ma pensiamo alle bevande vegetali, latte
riso e nocciola a 4 euro il litro... panettone vegano da 300 gr. a 8
euro. Boh, a me sembrano prezzi assurdi.
Siamo d'accordo!
Guarda, vieni in Svizzera, dove tutto costa mediamente il doppio di quello che
costa in Italia, e vedi come gonfiano certi prezzi per il biologico e quello che
la moda ora dice essere più buono (la spelta ad esempio, per non parlare del
grano monococco).
Ma per assurdo qui sono più "democratici", per cui hanno una scelta ampissima
nella gdo - a prezzi accettabili - senza dover andare in negozi specializzati.
Ah, qui latte di riso, mandorle, soya o avena biologici nella gdo te li porti
via con circa 4 franchi; mi ha stupito il prezzo che ti chiedono in Italia :-O

Saluti,
Alessandro
Post by Fatina_degli_Elfi
---
Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
https://www.avast.com/antivirus
Fatina_degli_Elfi
2017-11-14 19:22:43 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Aietes
Ma per assurdo qui sono più "democratici", per cui hanno una scelta ampissima
nella gdo - a prezzi accettabili - senza dover andare in negozi specializzati.
Ah, qui latte di riso, mandorle, soya o avena biologici nella gdo te li porti
via con circa 4 franchi; mi ha stupito il prezzo che ti chiedono in Italia :-O
Non solo in Svizzera, anche in Germania e Francia i prezzi per questi
prodotti sono più bassi che qui in Italia dove le aziende ci marciano
parecchio. Le bevande vegetali, perché tali sono, a volte sono pura
nefandezza in termini nutrizionali. Quella di riso non la compero da
secoli, ha un quantitativo immane di zuccheri e zero valore
nutrizionale, si salva solo la soia, la mandorla senza zuccheri aggiunti
e le nocciole. Il resto è solo marketing, zuccheri e carboidrati in
eccesso. Un vero schifo di nutrizione, incluso il seitan tanto amato
specie se lo abbini a quelle altre schifezze di salse salatissime a base
di soia e altri intrugli.




---
Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
https://www.avast.com/antivirus
Albus Dumbledore
2017-11-15 07:45:29 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Aietes
Guarda, vieni in Svizzera, dove tutto costa mediamente il doppio di quello
che costa in Italia,
Mica vero, dai.

In ogni caso, devi mettere in conto che lo stipendio e' circa doppio
che in Italia, per cui siamo li'.
--
Se negli header appare "Message-ID: <***@asdf.it>", sono io.
Altrimenti è un coglione che mi morpha.
Albus Dumbledore
Slayer99
2017-11-12 17:19:13 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Jamie
Perché? Cosa c'è di non etico nel seitan?
Quando leggo queste cose mi sale il Trump... Divieto di entrata dai
paesi in cui le attvita' vegane sono superiori alla norma
--
...odia la paura e non conosce la pieta'...
Mardot
2017-11-13 08:16:18 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Fatina_degli_Elfi
Post by Gi
Son cose che fanno piangere anche me, per il livello in cui siamo
caduti; poi abbiamo anche il coraggio di lamentarci per il contesto in
cui ci troviamo e che noi stessi abbiamo contribuito a determinare.
Ma non solo, queste cose mi fanno arrabbiare moltissimo.
A me invece non sfiorano nemmeno da 8.000 metri .......
Post by Fatina_degli_Elfi
Tra l'altro non sono neppure sicura che i vegani integerrimi (etici)
apprezzino questi prodotti. Mi indigna il fatto che a guadagnarci siano
le tante aziende che speculano su questa nuova moda vegan dilagante.
Sono le aziende che stimolano il mercato, oppure il mercato che stimola
le aziende?
Post by Fatina_degli_Elfi
Ma la cosa peggiore è vedere, per le feste, da qualche anno a questa
parte il panettone vegano. Anche nelle piccole pasticcerie.
Un vero insulto ad un nobile dolce. E alcuni lo acquistano, da non
vegani, pensando pure che sia più salutare di un onesto panettone
fatto come si deve. Altro che piangere...
Ancora, se c'e' una domanda, perche' un'azienda qualunque non dovrebbe
soddisfarla?

Certi fenomeni si compattono solo con la cultura, no cultura no-party.
Ghost Dog
2017-11-13 16:13:42 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Mardot
A me invece non sfiorano nemmeno da 8.000 metri .......
+1
Post by Mardot
Sono le aziende che stimolano il mercato, oppure il mercato che stimola
le aziende?
la seconda che hai detto, IMHO
Post by Mardot
Ancora, se c'e' una domanda, perche' un'azienda qualunque non dovrebbe
soddisfarla?
"E' il mercato, baby"
Post by Mardot
Certi fenomeni si compattono solo con la cultura, no cultura no-party.
temo che sarà sempre più "no party"!
Mardot
2017-11-13 16:21:30 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Ghost Dog
Post by Mardot
A me invece non sfiorano nemmeno da 8.000 metri .......
+1
Post by Mardot
Sono le aziende che stimolano il mercato, oppure il mercato che
stimola le aziende?
la seconda che hai detto, IMHO
In linea con i concetti abbastanza elementari dell'economia e
dell'utilita' marginale, per i generi di questo tipo (che non sono di
primaria necessita') sono d'accordo con te. Anche se le indagini di
marketing vengono fatte esattamente per inseguire (e quindi poi
stimolare) il potenziale acquirente. (nrd: dopo una dozzina d'anni in
una multinazionale ho visto teoria che nemmeno Bladerunner.... ;-) )
Post by Ghost Dog
Post by Mardot
Ancora, se c'e' una domanda, perche' un'azienda qualunque non dovrebbe
soddisfarla?
"E' il mercato, baby"
Yes
Post by Ghost Dog
Post by Mardot
Certi fenomeni si compattono solo con la cultura, no cultura no-party.
temo che sarà sempre più "no party"!
Temo che tu abbia stramaledettamente ragione, amigos.
QuelloGrosso
2017-11-12 14:07:53 UTC
Permalink
Raw Message
Post by fulvio_ capsy
https://imgur.com/a/j29Cy
Vedi come siamo tutti diversi ?

A me viene il vomito...
--
Saluti




Quando i ricchi si fanno la guerra, sono i poveri che muoiono.

Jan-Paul Sartre
pirex
2017-11-12 20:18:05 UTC
Permalink
Raw Message
Post by fulvio_ capsy
https://imgur.com/a/j29Cy
<Loading Image...>
--
pirex, una vita da operaio,
mai prono.
Loading...