Discussione:
Sale e Bressanini
(troppo vecchio per rispondere)
Ludwig
2018-06-05 08:40:41 UTC
Permalink
Raw Message
Ieri sera mi è capitato (dopo tanto tempo) di vedere uno spezzone di
Striscia la notizia.
C'era un servizio con Bressanini in qualità di esperto che faceva
vedere che il sale "colorato" (dell'Himalaia, delle Haway, di Cipro
ecc...) non sono nient'altro che sali "sporchi".

Il Sale rosso è per alta concentrazione di argilla, quello nero è
colorato al carbone vegetale e così via....

Si chiudeva poi con una carrellata sul prezzo. I colorati costano
mediamente un tot di volte in più al kg del sale normale. Dalle 20 alle
130 volte in più....
QWuindi tutto un "magna magna" dei produttori e commercianti.

Bye, Ludwig.
Albus Dumbledore
2018-06-05 09:30:23 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Ludwig
QWuindi tutto un "magna magna" dei produttori e commercianti.
Se vuoi, possiamo mettere il carico /zucchero di canna/.
;-)
--
Se negli header appare "Message-ID: <p....$...$***@dont-email.me>", sono
io. Altrimenti è un coglione che mi morpha.
Albus Dumbledore
Giampaolo Natali
2018-06-05 09:35:42 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Albus Dumbledore
Post by Ludwig
QWuindi tutto un "magna magna" dei produttori e commercianti.
Se vuoi, possiamo mettere il carico /zucchero di canna/.
;-)
Quoto, k***o se quoto :-)
--
Giampaolo Natali
***@alice.it
Claudio
2018-06-05 09:57:15 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Ludwig
QWuindi tutto un "magna magna" dei produttori e commercianti.
Non ho visto il video (*) nello specifico ma visto la fonte temo sia
stato interpretato a cazzo di cane come al loro solito. :-D

Più o meno come i webeti interpretano quello dello zucchero di canna,
dove non hanno capito il senso di quello che dice Chimico: ovvero che lo
zucchero è zucchero e non il 2-3% di melassa a farlo diventare qualcosa
di diverso, da solo colore estetico. :-)

(*) E vivo benissimo senza quella boiata di striscia o quel pattume che
sono diventate le iene. :-D
Albus Dumbledore
2018-06-05 10:26:06 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Ludwig
QWuindi tutto un "magna magna" dei produttori e commercianti.
Non ho visto il video (*) nello specifico ma visto la fonte temo sia stato
interpretato a cazzo di cane come al loro solito. :-D
Più o meno come i webeti interpretano quello dello zucchero di canna, dove
non hanno capito il senso di quello che dice Chimico: ovvero che lo zucchero
è zucchero e non il 2-3% di melassa a farlo diventare qualcosa di diverso, da
solo colore estetico. :-)
Neppure io ho visto SlN, ma, da quel che leggo, credo sia andata
esattamente come stai dicendo.
Non credo sia stato male interpretato.
--
Se negli header appare "Message-ID: <p....$...$***@dont-email.me>", sono
io. Altrimenti è un coglione che mi morpha.
Albus Dumbledore
Claudio
2018-06-05 11:27:02 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Albus Dumbledore
Neppure io ho visto SlN, ma, da quel che leggo, credo sia andata
esattamente come stai dicendo.
Non credo sia stato male interpretato.
Ho visto qualcosa di Chimico sul sale colorato in passato in rete, ma
sosteneva che è sale con impurità che lo rendono colorato. Che quindi è
sale come l'altro senza alcun beneficio (anzi andrebbe visto gli
"inquinanti" spesso metalli pesanti come possano influire in peggio ,se
influiscono visto la modesta quantità).
Non sosteneva che le industrie lo colorassero, ma semplicemente che un
certo mercato di gonzi favorisce la vendita a prezzi folli di
comunissimo sale se pur con insolita colorazione a causa della presenza
di altri elementi.
Non è truffa (o almeno generalmente) è ignoranza di chi crede che un
sale sia diverso da un'altro perché invece di informarsi su fonti
attendibili e scientifiche preferisce riviste di gossip, trasmissioni
del pomeriggio o blog di ingnoranti (perché ci sono anche blog di
persone competenti basta scegliere).
Albus Dumbledore
2018-06-05 11:36:14 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Claudio
Post by Albus Dumbledore
Neppure io ho visto SlN, ma, da quel che leggo, credo sia andata
esattamente come stai dicendo.
Non credo sia stato male interpretato.
Ho visto qualcosa di Chimico sul sale colorato in passato in rete, ma
sosteneva che è sale con impurità che lo rendono colorato.
Esatto.
Post by Claudio
Che quindi è sale come l'altro senza alcun beneficio
In realta', se ricordo bene, il problema sta nelle quantita'.
Perche' le /impurezze/ possano avere benefici misurabili, si dovrebbe
assumere una quantita' tale, di sale, che i problemi supererebbero in
un attimo i supposti benefici.
Post by Claudio
(anzi andrebbe visto gli "inquinanti"
spesso metalli pesanti come possano influire in peggio ,se influiscono visto
la modesta quantità).
Come detto, credo si sia sotto ogni possibile e misurabile effetto.
Positivo o negativo che possa essere.
Post by Claudio
Non sosteneva che le industrie lo colorassero, ma semplicemente che un certo
mercato di gonzi favorisce la vendita a prezzi folli di comunissimo sale se
pur con insolita colorazione a causa della presenza di altri elementi.
Ah, OK, ora e' chiaro.
No, ecco, sul fatto che sia colorato (come capita con lo zucchero
demerara, se non erro), non risultava neppure a me.
Per lo meno, per quelli tipo rosa o verde.
Sul nero, non saprei; potrebbe essere, pero'.
Post by Claudio
Non è truffa (o almeno generalmente)
Assolutamente, no.
Post by Claudio
è ignoranza di chi crede che un sale sia
diverso da un'altro perché invece di informarsi su fonti attendibili e
scientifiche preferisce riviste di gossip, trasmissioni del pomeriggio o blog
di ingnoranti (perché ci sono anche blog di persone competenti basta
scegliere).
Quoto.
--
Se negli header appare "Message-ID: <p....$...$***@dont-email.me>", sono
io. Altrimenti è un coglione che mi morpha.
Albus Dumbledore
Ludwig
2018-06-06 06:38:45 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Claudio
Post by Albus Dumbledore
Neppure io ho visto SlN, ma, da quel che leggo, credo sia andata
esattamente come stai dicendo.
Non credo sia stato male interpretato.
Ho visto qualcosa di Chimico sul sale colorato in passato in rete, ma
sosteneva che è sale con impurità che lo rendono colorato. Che quindi è sale
come l'altro senza alcun beneficio (anzi andrebbe visto gli "inquinanti"
spesso metalli pesanti come possano influire in peggio ,se influiscono visto
la modesta quantità).
Ed è quello che ha detto e che ho riportato io...
Post by Claudio
Non sosteneva che le industrie lo colorassero, ma semplicemente che un certo
mercato di gonzi favorisce la vendita a prezzi folli di comunissimo sale se
pur con insolita colorazione a causa della presenza di altri elementi.
Dove lo hai letto in quello che ho scritto?

L'intervento era èproprio centrato su questo, la dimostrazione che è
sale diverso solo perchè "inquinato" da agenti esterni, siano argilla,
sabbia ruggine o carbone che lo colorano.

E da questo l'immotivato prezzo rispetto al sale marino "bianco".

Ne più ne meno.-..

Bye, Ludwig.
Lazarus
2018-06-06 10:19:03 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Claudio
Post by Albus Dumbledore
Neppure io ho visto SlN, ma, da quel che leggo, credo sia andata
esattamente come stai dicendo.
Non credo sia stato male interpretato.
Ho visto qualcosa di Chimico sul sale colorato in passato in rete, ma
sosteneva che è sale con impurità che lo rendono colorato. Che quindi è
sale come l'altro senza alcun beneficio (anzi andrebbe visto gli
"inquinanti" spesso metalli pesanti come possano influire in peggio ,se
influiscono visto la modesta quantità).
Non sosteneva che le industrie lo colorassero, ma semplicemente che un
certo mercato di gonzi favorisce la vendita a prezzi folli di
comunissimo sale se pur con insolita colorazione a causa della presenza
di altri elementi.
Perdona ma e' fuorviante: anche il Sassicaia e' comunissimo vino impercettibilmente diverso dal Tavernello. Se il sale dell'Himalaya e' piu' "buono" grazie ai minerali in piu' che contiene e' ragionevole pagarlo qualcosa in piu' supponendo che sia un po' piu' difficile da raccogliere.

L.
Albus Dumbledore
2018-06-06 10:24:22 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Lazarus
Post by Claudio
Post by Albus Dumbledore
Neppure io ho visto SlN, ma, da quel che leggo, credo sia andata
esattamente come stai dicendo.
Non credo sia stato male interpretato.
Ho visto qualcosa di Chimico sul sale colorato in passato in rete, ma
sosteneva che è sale con impurità che lo rendono colorato. Che quindi è
sale come l'altro senza alcun beneficio (anzi andrebbe visto gli
"inquinanti" spesso metalli pesanti come possano influire in peggio ,se
influiscono visto la modesta quantità).
Non sosteneva che le industrie lo colorassero, ma semplicemente che un
certo mercato di gonzi favorisce la vendita a prezzi folli di
comunissimo sale se pur con insolita colorazione a causa della presenza
di altri elementi.
Perdona ma e' fuorviante: anche il Sassicaia e' comunissimo vino
impercettibilmente diverso dal Tavernello. Se il sale dell'Himalaya e' piu'
"buono" grazie ai minerali in piu' che contiene e' ragionevole pagarlo
qualcosa in piu' supponendo che sia un po' piu' difficile da raccogliere.
No, non credo sia questo, il punto.
Il punto e' che questi sali sono venduti perche' piu' /salutari/ del
comune sale da cucina bianco.
Se fosse solo un problema di gusto, il costo dovrebbe essere piu'
basso, dato che si tratta di sale raccolto (e non ottenuto per
evaporazione) e venduto senza un processo di purificazione (presente
per il sale marino).
--
Se negli header appare "Message-ID: <p....$...$***@dont-email.me>", sono
io. Altrimenti è un coglione che mi morpha.
Albus Dumbledore
Lazarus
2018-06-06 12:44:25 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Albus Dumbledore
Post by Lazarus
Post by Claudio
Post by Albus Dumbledore
Neppure io ho visto SlN, ma, da quel che leggo, credo sia andata
esattamente come stai dicendo.
Non credo sia stato male interpretato.
Ho visto qualcosa di Chimico sul sale colorato in passato in rete, ma
sosteneva che è sale con impurità che lo rendono colorato. Che quindi è
sale come l'altro senza alcun beneficio (anzi andrebbe visto gli
"inquinanti" spesso metalli pesanti come possano influire in peggio ,se
influiscono visto la modesta quantità).
Non sosteneva che le industrie lo colorassero, ma semplicemente che un
certo mercato di gonzi favorisce la vendita a prezzi folli di
comunissimo sale se pur con insolita colorazione a causa della presenza
di altri elementi.
Perdona ma e' fuorviante: anche il Sassicaia e' comunissimo vino
impercettibilmente diverso dal Tavernello. Se il sale dell'Himalaya e' piu'
"buono" grazie ai minerali in piu' che contiene e' ragionevole pagarlo
qualcosa in piu' supponendo che sia un po' piu' difficile da raccogliere.
No, non credo sia questo, il punto.
Il punto e' che questi sali sono venduti perche' piu' /salutari/ del
comune sale da cucina bianco.
Oddio..."salutari" e' un concetto molto vago.
Post by Albus Dumbledore
Se fosse solo un problema di gusto, il costo dovrebbe essere piu'
basso, dato che si tratta di sale raccolto (e non ottenuto per
evaporazione) e venduto senza un processo di purificazione (presente
per il sale marino).
Il pane da farina integrale costa piu' di quello bianco....

L.
Jk
2018-06-06 13:45:13 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Lazarus
Oddio..."salutari" e' un concetto molto vago.
però ilpunto era quello
Post by Lazarus
Il pane da farina integrale costa piu' di quello bianco....
sì certo, c'è anche un motivo: la farina integrale dura meno, molto meno
della bianca
e che sia più salutare non ci sono dubbi
--
ATTENZIONE: se l' ID è <***@gioia.aioe.org> son proprio io.
Altrimenti è un troll coglione (Gianluca.) che mi morpha
Claudio
2018-06-07 07:21:03 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Jk
sì certo, c'è anche un motivo: la farina integrale dura meno, molto meno
della bianca
e che sia più salutare non ci sono dubbi
Industrialmente non è un gran problema, siamo nell'era del just in time
nessuno produce per stoccare. :-D
Jk
2018-06-07 07:30:46 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Claudio
Industrialmente non è un gran problema, siamo nell'era del just in time
nessuno produce per stoccare.  :-D
mi dicono i miei amici Ing. Gestionali che sta cosa del just-in-time ha
quasi fatto fallire Toyota ed ora è passata la moda
cmq AFAIK i tempi di lavorazione della farina non sono cambiati nè forse
cambiabili (non è che i raccolti siano mensili)
--
ATTENZIONE: se l' ID è <***@gioia.aioe.org> son proprio io.
Altrimenti è un troll coglione (Gianluca.) che mi morpha
DGE
2018-06-07 07:36:53 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Lazarus
Post by Albus Dumbledore
Post by Lazarus
Post by Claudio
Post by Albus Dumbledore
Neppure io ho visto SlN, ma, da quel che leggo, credo sia andata
esattamente come stai dicendo.
Non credo sia stato male interpretato.
Ho visto qualcosa di Chimico sul sale colorato in passato in rete, ma
sosteneva che è sale con impurità che lo rendono colorato. Che quindi è
sale come l'altro senza alcun beneficio (anzi andrebbe visto gli
"inquinanti" spesso metalli pesanti come possano influire in peggio ,se
influiscono visto la modesta quantità).
Non sosteneva che le industrie lo colorassero, ma semplicemente che un
certo mercato di gonzi favorisce la vendita a prezzi folli di
comunissimo sale se pur con insolita colorazione a causa della presenza
di altri elementi.
Perdona ma e' fuorviante: anche il Sassicaia e' comunissimo vino
impercettibilmente diverso dal Tavernello. Se il sale dell'Himalaya e' piu'
"buono" grazie ai minerali in piu' che contiene e' ragionevole pagarlo
qualcosa in piu' supponendo che sia un po' piu' difficile da raccogliere.
No, non credo sia questo, il punto.
Il punto e' che questi sali sono venduti perche' piu' /salutari/ del
comune sale da cucina bianco.
Oddio..."salutari" e' un concetto molto vago.
Post by Albus Dumbledore
Se fosse solo un problema di gusto, il costo dovrebbe essere piu'
basso, dato che si tratta di sale raccolto (e non ottenuto per
evaporazione) e venduto senza un processo di purificazione (presente
per il sale marino).
Il pane da farina integrale costa piu' di quello bianco....
L.
chi fa la farina bianca vende la crusca a parte e quindi guadagna da 2 fonti
la farina integrale guadagna solo da una fonte
DGE
Giampaolo Natali
2018-06-07 09:08:32 UTC
Permalink
Raw Message
Post by DGE
Post by Lazarus
Post by Albus Dumbledore
Post by Lazarus
Post by Claudio
Post by Albus Dumbledore
Neppure io ho visto SlN, ma, da quel che leggo, credo sia andata
esattamente come stai dicendo.
Non credo sia stato male interpretato.
Ho visto qualcosa di Chimico sul sale colorato in passato in rete, ma
sosteneva che è sale con impurità che lo rendono colorato. Che quindi è
sale come l'altro senza alcun beneficio (anzi andrebbe visto gli
"inquinanti" spesso metalli pesanti come possano influire in peggio ,se
influiscono visto la modesta quantità).
Non sosteneva che le industrie lo colorassero, ma semplicemente che un
certo mercato di gonzi favorisce la vendita a prezzi folli di
comunissimo sale se pur con insolita colorazione a causa della presenza
di altri elementi.
Perdona ma e' fuorviante: anche il Sassicaia e' comunissimo vino
impercettibilmente diverso dal Tavernello. Se il sale dell'Himalaya e' piu'
"buono" grazie ai minerali in piu' che contiene e' ragionevole pagarlo
qualcosa in piu' supponendo che sia un po' piu' difficile da raccogliere.
No, non credo sia questo, il punto.
Il punto e' che questi sali sono venduti perche' piu' /salutari/ del
comune sale da cucina bianco.
Oddio..."salutari" e' un concetto molto vago.
Post by Albus Dumbledore
Se fosse solo un problema di gusto, il costo dovrebbe essere piu'
basso, dato che si tratta di sale raccolto (e non ottenuto per
evaporazione) e venduto senza un processo di purificazione (presente
per il sale marino).
Il pane da farina integrale costa piu' di quello bianco....
L.
chi fa la farina bianca vende la crusca a parte e quindi guadagna da 2 fonti
la farina integrale guadagna solo da una fonte
DGE
Mi permetto di dissentire:

chi vende la farina integrale NON deve separare la farina dalla crusca, se
non inparte, forse.
Chi vende la farina integrale ti fa pagare la crusca almeno il triplo o il
quadruplo di quello che vale.
Altro che guadagnare da una sola fonte.
--
Giampaolo Natali
***@alice.it
Claudio
2018-06-06 10:23:52 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Lazarus
Perdona ma e' fuorviante: anche il Sassicaia e' comunissimo vino impercettibilmente diverso dal Tavernello.
impercettibilmente non direi. In ogni caso il prezzo non è giustificato
manco per il sassicaia....ma non è truffa (almeno non si scopra che è
stato adulterato o non contiene vitigni della provenienza diciarata).
Er Capoccetta
2018-06-06 10:55:15 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Claudio
Post by Lazarus
Perdona ma e' fuorviante: anche il Sassicaia e' comunissimo vino impercettibilmente diverso dal Tavernello.
impercettibilmente non direi. In ogni caso il prezzo non è giustificato
manco per il sassicaia....ma non è truffa (almeno non si scopra che è
stato adulterato o non contiene vitigni della provenienza diciarata).
pubblicizzo il sale rosa come più gustoso-->la gente lo paga oro perchè lo trova realmente più gustoso o perchè vuole darsi un tono-->non c'è truffa

lo pubblicizzo come un prodotto più salutare-->truffa perchè è una cosa falsa
c'è da dire che con questo criterio ci sarebbe da riempire i tribunali e i carceri di pubblicitari
Mardot
2018-06-07 07:34:37 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Lazarus
Perdona ma e' fuorviante: anche il Sassicaia e' comunissimo vino impercettibilmente diverso dal Tavernello.
il Sassicaia non e' comunissimo vino

il Sassicaia, e' un vino che puo' essere prodotto in una sola zona del
mondo da un solo produttore, attraverso la coltivazione/vinificazione di
un comunissimo vitigno

vedila come se il basilico del mio orto lo iniziassi a chiamare BingoBango

se da domani il BingoBango lo metto in vendita a 300€/kg e milioni di
idioti me lo comprano, ricadi esattamente nella situazione del Sassicaia
Ludwig
2018-06-07 08:22:58 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Mardot
Post by Lazarus
Perdona ma e' fuorviante: anche il Sassicaia e' comunissimo vino
impercettibilmente diverso dal Tavernello.
il Sassicaia non e' comunissimo vino
il Sassicaia, e' un vino che puo' essere prodotto in una sola zona del mondo
da un solo produttore, attraverso la coltivazione/vinificazione di un
comunissimo vitigno
Esatto. Cabernet sauvignon piantato dove tutti hanno Sangiovese.

Un azzardo che ha pagato oro...

Poi il marketing ha fatto il resto.

Bye, Ludwig.
Mardot
2018-06-07 08:31:17 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Ludwig
Post by Mardot
Post by Lazarus
Perdona ma e' fuorviante: anche il Sassicaia e' comunissimo vino
impercettibilmente diverso dal Tavernello.
il Sassicaia non e' comunissimo vino
il Sassicaia, e' un vino che puo' essere prodotto in una sola zona del
mondo da un solo produttore, attraverso la coltivazione/vinificazione
di un comunissimo vitigno
Esatto. Cabernet sauvignon piantato dove tutti hanno Sangiovese.
Un azzardo che ha pagato oro...
Sai che azzardo, manco avessero investito milioni di euro.
Post by Ludwig
Poi il marketing ha fatto il resto.
"un vino da russi e americani" detto dall'oste/sommelier che l'aveva
appena servito al tavolo a fianco al mio, non posso fare nomi, perche'
notissimo
Jk
2018-06-07 08:38:49 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Mardot
"un vino da russi e americani" detto dall'oste/sommelier che l'aveva
appena servito al tavolo a fianco al mio, non posso fare nomi, perche'
notissimo
bene son contento xkè l' inculata col sale l'ho presa ma quella col
Sassicaia no!
--
ATTENZIONE: se l' ID è <***@gioia.aioe.org> son proprio io.
Altrimenti è un troll coglione (Gianluca.) che mi morpha
Ghost Dog
2018-06-07 10:02:05 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Mardot
Post by Ludwig
Post by Mardot
Post by Lazarus
Perdona ma e' fuorviante: anche il Sassicaia e' comunissimo vino
impercettibilmente diverso dal Tavernello.
il Sassicaia non e' comunissimo vino
il Sassicaia, e' un vino che puo' essere prodotto in una sola zona
del mondo da un solo produttore, attraverso la
coltivazione/vinificazione di un comunissimo vitigno
Esatto. Cabernet sauvignon piantato dove tutti hanno Sangiovese.
Un azzardo che ha pagato oro...
Sai che azzardo, manco avessero investito milioni di euro.
Post by Ludwig
Poi il marketing ha fatto il resto.
"un vino da russi e americani" detto dall'oste/sommelier che l'aveva
appena servito al tavolo a fianco al mio, non posso fare nomi, perche'
notissimo
Con il Sassicaia hanno inventato i "supertuscan", che sono durati il
tempo di un battito di ciglia.
Però ormai fa status e la produzione è limitata e quindi ci sarà sempre
qualcuno che lo ordina, non fosse altro che per far vedere che può.
Peraltro mi è capito di berne qualche volta, ed un bicchiere può avere
anche senso, sul cibo giusto, ma non di più.
un nebbiolo/barolo/barbaresco è anni luce più godibile.
GD
Mardot
2018-06-07 10:25:38 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Ghost Dog
Post by Mardot
Post by Ludwig
Post by Mardot
Post by Lazarus
Perdona ma e' fuorviante: anche il Sassicaia e' comunissimo vino
impercettibilmente diverso dal Tavernello.
il Sassicaia non e' comunissimo vino
il Sassicaia, e' un vino che puo' essere prodotto in una sola zona
del mondo da un solo produttore, attraverso la
coltivazione/vinificazione di un comunissimo vitigno
Esatto. Cabernet sauvignon piantato dove tutti hanno Sangiovese.
Un azzardo che ha pagato oro...
Sai che azzardo, manco avessero investito milioni di euro.
Post by Ludwig
Poi il marketing ha fatto il resto.
"un vino da russi e americani" detto dall'oste/sommelier che l'aveva
appena servito al tavolo a fianco al mio, non posso fare nomi, perche'
notissimo
Con il Sassicaia hanno inventato i "supertuscan", che sono durati il
tempo di un battito di ciglia.
esatto
Post by Ghost Dog
Però ormai fa status e la produzione è limitata e quindi ci sarà sempre
qualcuno che lo ordina, non fosse altro che per far vedere che può.
quoto, ho avuto modo di "apprezzare" lo sfoggio di ricchezza di alcuni
personaggi stranieri e in quest'ottica ci sta bene....
Post by Ghost Dog
Peraltro mi è capito di berne qualche volta, ed un bicchiere può avere
anche senso, sul cibo giusto, ma non di più.
un nebbiolo/barolo/barbaresco è anni luce più godibile.
si anche io l'ho assaggiato qualche volta, stesso parere
Ludwig
2018-06-08 10:56:03 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Mardot
Post by Ludwig
Post by Mardot
Post by Lazarus
Perdona ma e' fuorviante: anche il Sassicaia e' comunissimo vino
impercettibilmente diverso dal Tavernello.
il Sassicaia non e' comunissimo vino
il Sassicaia, e' un vino che puo' essere prodotto in una sola zona del
mondo da un solo produttore, attraverso la coltivazione/vinificazione di
un comunissimo vitigno
Esatto. Cabernet sauvignon piantato dove tutti hanno Sangiovese.
Un azzardo che ha pagato oro...
Sai che azzardo, manco avessero investito milioni di euro.
Prendi una collina e pianta le viti di un vitigno che puoi farci il
vino da tavola al posto di un vitigno dal quale puoi ricavare vino già
rinomato e affermato (chianti, o addirittura Brunello)
Poi prendi cura delle viti e predisponi cantina con tutta la
strumentazione.

L'investimento c'è stato eccome. Anche e soprattutto in marketing.

Bye, Ludwig.
Mardot
2018-06-08 11:57:00 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Mardot
Post by Ludwig
Post by Mardot
Post by Lazarus
Perdona ma e' fuorviante: anche il Sassicaia e' comunissimo vino
impercettibilmente diverso dal Tavernello.
il Sassicaia non e' comunissimo vino
il Sassicaia, e' un vino che puo' essere prodotto in una sola zona
del mondo da un solo produttore, attraverso la
coltivazione/vinificazione di un comunissimo vitigno
Esatto. Cabernet sauvignon piantato dove tutti hanno Sangiovese.
Un azzardo che ha pagato oro...
Sai che azzardo, manco avessero investito milioni di euro.
Prendi una collina e pianta le viti di un vitigno che puoi farci il vino
da tavola al posto di un vitigno dal quale puoi ricavare vino già
rinomato e affermato (chianti, o addirittura Brunello)
Poi prendi cura delle viti e predisponi cantina con tutta la
strumentazione.
L'investimento c'è stato eccome.  Anche e soprattutto in marketing.
Un'operazione commerciale, soprattutto, di alto livello.
Lazarus
2018-06-07 13:13:02 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Mardot
il Sassicaia, e' un vino che puo' essere prodotto in una sola zona del
mondo da un solo produttore, attraverso la coltivazione/vinificazione di
un comunissimo vitigno
Do per scontato che il sale dell'Himalaya arrivi davvero da li e quindi possa avere la stessa "esclusivita'" o circa-quasi.

L.
Ghost Dog
2018-06-07 13:18:05 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Lazarus
Post by Mardot
il Sassicaia, e' un vino che puo' essere prodotto in una sola zona del
mondo da un solo produttore, attraverso la coltivazione/vinificazione di
un comunissimo vitigno
Do per scontato che il sale dell'Himalaya arrivi davvero da li e quindi possa avere la stessa "esclusivita'" o circa-quasi.
L.
Da quel che lessi ani fa, mi pare di ricordare che sia un sale molto
diffuso in quella zona e dai bassi costi di estrazione e trasporto.
Jamie
2018-06-05 13:48:24 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Claudio
Più o meno come i webeti interpretano quello dello zucchero di canna,
dove non hanno capito il senso di quello che dice Chimico: ovvero che lo
zucchero è zucchero e non il 2-3% di melassa a farlo diventare qualcosa
di diverso, da solo colore estetico.   :-)
Io lo uso perché mi piace quel retrogusto caramellato-amaragnolo che
hanno alcuni, in particolare quello solidal coop grezzo, che è molto
aromatico.
Er Capoccetta
2018-06-05 14:36:56 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Jamie
Post by Claudio
Più o meno come i webeti interpretano quello dello zucchero di canna,
dove non hanno capito il senso di quello che dice Chimico: ovvero che lo
zucchero è zucchero e non il 2-3% di melassa a farlo diventare qualcosa
di diverso, da solo colore estetico.   :-)
Io lo uso perché mi piace quel retrogusto caramellato-amaragnolo che
hanno alcuni, in particolare quello solidal coop grezzo, che è molto
aromatico.
lo zucchero grezzo ha un sapore diverso da quello raffinato ed effettivamente ce ne sono varie varietà; 2-3% di melassa dal punto di vista del sapore e della consistenza è tanta roba, non entro nel merito nutrizionale.
alcuni sali, tipo quello affumicato, hanno effettivamente un sapore diverso, altri direi solo colore o forma, tipo quello bretone a lastre...
Jk
2018-06-05 14:50:02 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Jamie
Io lo uso perché mi piace quel retrogusto caramellato-amaragnolo che
hanno alcuni, in particolare quello solidal coop grezzo, che è molto
aromatico.
Chimico a proposito spiegava che NON è più salutare come invece in molti
credono, poi se ti piace è ok così!
--
ATTENZIONE: se l' ID è <***@gioia.aioe.org> son proprio io.
Altrimenti è un troll coglione (Gianluca.) che mi morpha
Jamie
2018-06-07 10:06:26 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Jk
Chimico a proposito spiegava che NON è più salutare come invece in molti
credono, poi se ti piace è ok così!
Sì lo avevo capito, volevo precisare che non tutti quelli che comprano
quel tipo di zucchero lo fanno perché boccaloni :D
Albus Dumbledore
2018-06-07 10:11:29 UTC
Permalink
Raw Message
Sì lo avevo capito, volevo precisare che non tutti quelli che comprano quel
tipo di zucchero lo fanno perché boccaloni :D
No, infatti.
Ma puo' anche valere per il sale.
Ha meno senso, per me, ma puo' averne un minimo.
--
Se negli header appare "Message-ID: <p....$...$***@dont-email.me>", sono
io. Altrimenti è un coglione che mi morpha.
Albus Dumbledore
Jamie
2018-06-08 11:09:45 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Albus Dumbledore
Sì  lo avevo capito, volevo precisare che non tutti quelli che
comprano quel tipo di zucchero lo fanno perché boccaloni :D
No, infatti.
Ma puo' anche valere per il sale.
Ha meno senso, per me, ma puo' averne un minimo.
Credo che, a parte (forse) per quello affumicato, bisogna avere un
palato davvero moooolto raffinato per accorgersi di una differenza di
sapore fra i vari sali.
Albus Dumbledore
2018-06-08 12:51:00 UTC
Permalink
Raw Message
Credo che, a parte (forse) per quello affumicato, bisogna avere un palato
davvero moooolto raffinato per accorgersi di una differenza di sapore fra i
vari sali.
Esatto.
Parlo di differenze sostanziali.
Uno 0,004% di ione manganese (butto li' un elemento a casaccio) in piu'
o in meno, se non sei uno spettrofotometrometro, non lo noti.

:-)
--
Se negli header appare "Message-ID: <p....$...$***@dont-email.me>", sono
io. Altrimenti è un coglione che mi morpha.
Albus Dumbledore
Claudio
2018-06-06 10:24:38 UTC
Permalink
Raw Message
in particolare quello solidal coop grezzo, che è molto aromatico.
non ho presente, ma il grezzo dovrebbe avere percentuali più
significative di melassa.
Albus Dumbledore
2018-06-06 11:04:51 UTC
Permalink
Raw Message
in particolare quello solidal coop grezzo, che è molto aromatico.
non ho presente, ma il grezzo dovrebbe avere percentuali più significative di
melassa.
Si'.
Io lo trovo piu' buono per i dolci, per ovvi motivi.
--
Se negli header appare "Message-ID: <p....$...$***@dont-email.me>", sono
io. Altrimenti è un coglione che mi morpha.
Albus Dumbledore
Doc
2018-06-05 17:08:17 UTC
Permalink
Raw Message
Più o meno come i webeti interpretano quello dello zucchero di canna, dove
non hanno capito il senso di quello che dice Chimico: ovvero che lo zucchero
è zucchero e non il 2-3% di melassa a farlo diventare qualcosa di diverso, da
solo colore estetico. :-)
Scritto così sembra che esista un solo tipo di zucchero, mentre invece
ne esistono molti:
https://en.wikipedia.org/wiki/Sugar#Types
--
For within each seed, there is a promise of a flower,
and within each death, no matter how small,
there's always a new life. A new beginning.
Albus Dumbledore
2018-06-06 08:33:53 UTC
Permalink
Raw Message
Scritto così sembra che esista un solo tipo di zucchero, mentre invece ne
Se per /zucchero/ intendi il comune saccarosio, no, ne esiste solo uno:
il *saccarosio*.
Se, invece, lo intendi come classe chimica, allora si' ne esistono
decine.
--
Se negli header appare "Message-ID: <p....$...$***@dont-email.me>", sono
io. Altrimenti è un coglione che mi morpha.
Albus Dumbledore
Claudio
2018-06-07 07:22:30 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Albus Dumbledore
il *saccarosio*.
Se, invece, lo intendi come classe chimica, allora si' ne esistono decine.
Quoto. Il senso era questo.
Albus Dumbledore
2018-06-07 09:44:58 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Claudio
Se per /zucchero/ intendi il comune saccarosio, no, ne esiste solo uno: il
*saccarosio*.
Se, invece, lo intendi come classe chimica, allora si' ne esistono decine.
Quoto. Il senso era questo.
Si', il tuo lo supponevo.
Era quello di Doc che non mi era chiaro.

Ma tu e Doc siete la stessa persona?

:-O
--
Se negli header appare "Message-ID: <p....$...$***@dont-email.me>", sono
io. Altrimenti è un coglione che mi morpha.
Albus Dumbledore
Mardot
2018-06-05 12:34:28 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Ludwig
Ieri sera mi è capitato (dopo tanto tempo) di vedere uno spezzone di
Striscia la notizia.
C'era un servizio con Bressanini in qualità di esperto che faceva vedere
che il sale "colorato" (dell'Himalaia, delle Haway, di Cipro ecc...) non
sono nient'altro che sali "sporchi".
Il Sale rosso è per alta concentrazione di argilla, quello nero è
colorato al carbone vegetale e così via....
Si chiudeva poi con una carrellata sul prezzo. I colorati costano
mediamente un tot di volte in più al kg del sale normale. Dalle 20 alle
130 volte in più....
QWuindi tutto un "magna magna" dei produttori e commercianti.
Beh, Dario e' un idolo perche' smonta con semplicita' inaudita ogni
credenza....

Su questo argomento non gli e' nemmeno rimasto difficile il lavoro,
tanto semplice e' la dimostrazione, cosi' come per gli zuccheri bianchi
e di altri colori....
EagleStorm
1970-01-01 00:00:00 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Ludwig
QWuindi tutto un "magna magna" dei produttori e commercianti.
L'unico sale che meriterebbe una quotazione mostruosa è quello in
zucca.
--
----Android NewsGroup Reader----
http://usenet.sinaapp.com/
Gi
2018-06-05 16:03:43 UTC
Permalink
Raw Message
Post by EagleStorm
L'unico sale che meriterebbe una quotazione mostruosa è quello in
zucca.
Ogni rarità ha un prezzo folle!
Gi


---
Questa email è stata esaminata alla ricerca di virus da AVG.
http://www.avg.com
Loading...