Discussione:
Pane indiano naan
(troppo vecchio per rispondere)
Jamie
2018-04-04 14:09:41 UTC
Permalink
Raw Message
Qualcuno possiede una ricetta affidabile per un buon pane naan? Mi piace
molto ma non sono mai riuscita a farne uno buono come quello che ho
mangiato eoni fa in un ristorante indiano.
Questa è la ricetta che una volta mi ha passato un'amica:

200 gr farina
1/2 cucchiaino di sale
3/4 di cucchiaino di maizena
la punta di un cucchiaino di bicarbonato di sodio
3/4 di cucchiaino di lievito in polvere
1 cucchiaino di timo (facoltativo, mettere se desiderate un pane più
aromatico e con più personalità)
2 cucchiai yogurt intero
2 cucchiai di olio vegetale
acqua qb

Ora è parecchio che non lo faccio ma ricordo di non esserne mai rimasta
particolarmente soddisfatta.
EagleStorm
2018-04-04 20:48:43 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Jamie
Qualcuno possiede una ricetta affidabile per un buon pane
naan? Mi piace molto ma non sono mai riuscita a farne uno
buono come quello che ho mangiato eoni fa in un ristorante
indiano. Questa è la ricetta che una volta mi ha passato
200 gr farina
1/2 cucchiaino di sale
3/4 di cucchiaino di maizena
la punta di un cucchiaino di bicarbonato di sodio
3/4 di cucchiaino di lievito in polvere
1 cucchiaino di timo (facoltativo, mettere se desiderate un
pane più aromatico e con più personalità)
2 cucchiai yogurt intero
2 cucchiai di olio vegetale
acqua qb
Ora è parecchio che non lo faccio ma ricordo di non esserne
mai rimasta particolarmente soddisfatta.
up, sorry... non lo faccio mai... ho provato più volte cercando
di recuperare avanzi di pasta madre e anche a me non è mai
piaciuto. Ho rinunciato.
Jamie
2018-04-04 20:55:50 UTC
Permalink
Raw Message
Post by EagleStorm
up, sorry... non lo faccio mai... ho provato più volte cercando
di recuperare avanzi di pasta madre e anche a me non è mai
piaciuto.
cosa non ti piaceva?
non ho precisato ma la ricetta di cui sopra prevedeva lievito chimico
EagleStorm
2018-04-04 21:14:22 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Jamie
Post by EagleStorm
up, sorry... non lo faccio mai... ho provato più volte
cercando di recuperare avanzi di pasta madre e anche a me
non è mai piaciuto.
cosa non ti piaceva?
non ho precisato ma la ricetta di cui sopra prevedeva
lievito chimico
Non era buono. Inutile girarci intorno. Qualsiasi panfocaccia è
migliore di uno chapati realizzato con strumenti di fortuna per
recuperare il lievito naturale che altrimenti avrei buttato.
Jamie
2018-04-05 09:50:18 UTC
Permalink
Raw Message
Post by EagleStorm
Post by Jamie
Post by EagleStorm
up, sorry... non lo faccio mai... ho provato più volte
cercando di recuperare avanzi di pasta madre e anche a me
non è mai piaciuto.
cosa non ti piaceva?
non ho precisato ma la ricetta di cui sopra prevedeva
lievito chimico
Non era buono. Inutile girarci intorno. Qualsiasi panfocaccia è
migliore di uno chapati realizzato con strumenti di fortuna per
recuperare il lievito naturale che altrimenti avrei buttato.
Lo chapati è un altro tipo, non è uguale al naan. Somiglia di più ad una
piadina e prevede solo acqua, farina (per lo più integrale) e sale.
Almeno, a giudicare da alcune ricette trovate al volo sul web.
Jamie
2018-04-05 09:53:28 UTC
Permalink
Raw Message
Post by EagleStorm
Non era buono. Inutile girarci intorno. Qualsiasi panfocaccia è
migliore di uno chapati realizzato con strumenti di fortuna per
recuperare il lievito naturale che altrimenti avrei buttato.
Inoltre il naan prevede anche una certa quota di grasso.
Questo somiglia molto a quello che potrebbe piacermi:
https://www.budgetbytes.com/2010/09/naan/
Renato_VBI
2018-04-05 09:53:40 UTC
Permalink
Raw Message
Post by EagleStorm
Post by Jamie
Post by EagleStorm
up, sorry... non lo faccio mai... ho provato più volte
cercando di recuperare avanzi di pasta madre e anche a me
non è mai piaciuto.
cosa non ti piaceva?
non ho precisato ma la ricetta di cui sopra prevedeva
lievito chimico
Non era buono. Inutile girarci intorno. Qualsiasi panfocaccia è
migliore di uno chapati realizzato con strumenti di fortuna per
recuperare il lievito naturale che altrimenti avrei buttato.
Vedo che non sono l'unico.... :-)
--
Ciao, Renato
Albus Dumbledore
2018-04-05 12:37:45 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Jamie
non ho precisato ma la ricetta di cui sopra prevedeva lievito chimico
E a cosa serviva il bicarbonato?
--
Se negli header appare "Message-ID: <***@asdf.it>", sono io.
Altrimenti è un coglione che mi morpha.
Albus Dumbledore
Jamie
2018-04-05 13:10:08 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Albus Dumbledore
Post by Jamie
non ho precisato ma la ricetta di cui sopra prevedeva lievito chimico
E a cosa serviva il bicarbonato?
non lo so, magari a dare un spinta in più
Ludwig
2018-04-05 13:09:42 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Jamie
Post by Albus Dumbledore
Post by Jamie
non ho precisato ma la ricetta di cui sopra prevedeva lievito chimico
E a cosa serviva il bicarbonato?
non lo so, magari a dare un spinta in più
Per andare dove? :-)

Bye, Ludwig.
Albus Dumbledore
2018-04-05 13:16:08 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Ludwig
Post by Jamie
Post by Albus Dumbledore
Post by Jamie
non ho precisato ma la ricetta di cui sopra prevedeva lievito chimico
E a cosa serviva il bicarbonato?
non lo so, magari a dare un spinta in più
Per andare dove? :-)
A ranare.
;-)
--
Se negli header appare "Message-ID: <***@asdf.it>", sono io.
Altrimenti è un coglione che mi morpha.
Albus Dumbledore
Jamie
2018-04-05 13:27:33 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Ludwig
Post by Jamie
Post by Albus Dumbledore
Post by Jamie
non ho precisato ma la ricetta di cui sopra prevedeva lievito chimico
E a cosa serviva il bicarbonato?
non lo so, magari a dare un spinta in più
Per andare dove? :-)
ma che ne so.
mica ragiono come un pane naan.
Albus Dumbledore
2018-04-05 13:16:51 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Jamie
Post by Albus Dumbledore
Post by Jamie
non ho precisato ma la ricetta di cui sopra prevedeva lievito chimico
E a cosa serviva il bicarbonato?
non lo so,
Nemmeno lei, immagino.
Post by Jamie
magari a dare un spinta in più
A cosa?
Il lievito chimico e' gia' bicarbonato.
A che pro metterne altro?
--
Se negli header appare "Message-ID: <***@asdf.it>", sono io.
Altrimenti è un coglione che mi morpha.
Albus Dumbledore
Jamie
2018-04-05 13:27:08 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Albus Dumbledore
Nemmeno lei, immagino.
sicuro come l'oro
tutto quel che so è che la ricetta gliel'ha passata una signora indiana,
ma ti parlo di roba di anni fa. non è nemmeno una persona con cui sono
più in contatto
Post by Albus Dumbledore
Post by Jamie
magari a dare un spinta in più
A cosa?
Il lievito chimico e' gia' bicarbonato.
A che pro metterne altro?
ma infatti penso si possa omettere senza colpo ferire
Renato_VBI
2018-04-05 09:52:49 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Jamie
Qualcuno possiede una ricetta affidabile per un buon pane naan? Mi piace
molto ma non sono mai riuscita a farne uno buono come quello che ho
mangiato eoni fa in un ristorante indiano.
200 gr farina
1/2 cucchiaino di sale
3/4 di cucchiaino di maizena
la punta di un cucchiaino di bicarbonato di sodio
3/4 di cucchiaino di lievito in polvere
1 cucchiaino di timo (facoltativo, mettere se desiderate un pane più
aromatico e con più personalità)
2 cucchiai yogurt intero
2 cucchiai di olio vegetale
acqua qb
Ora è parecchio che non lo faccio ma ricordo di non esserne mai rimasta
particolarmente soddisfatta.
Perdona l'ardire ma.... Con tutto il buon pane regionale e non che
facciamo in Italia proprio con questa "similschifezza" da morti di fame
vuoi andare a scontrarti.....
:-)
:-D
--
Ciao, Renato
Ludwig
2018-04-05 09:56:33 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Renato_VBI
Post by Jamie
Qualcuno possiede una ricetta affidabile per un buon pane naan? Mi
piace molto ma non sono mai riuscita a farne uno buono come quello che
ho mangiato eoni fa in un ristorante indiano.
200 gr farina
1/2 cucchiaino di sale
3/4 di cucchiaino di maizena
la punta di un cucchiaino di bicarbonato di sodio
3/4 di cucchiaino di lievito in polvere
1 cucchiaino di timo (facoltativo, mettere se desiderate un pane più
aromatico e con più personalità)
2 cucchiai yogurt intero
2 cucchiai di olio vegetale
acqua qb
Ora è parecchio che non lo faccio ma ricordo di non esserne mai
rimasta particolarmente soddisfatta.
Perdona l'ardire ma.... Con tutto il buon pane regionale e non che
facciamo in Italia proprio con questa "similschifezza" da morti di fame
vuoi andare a scontrarti.....
:-)
:-D
Infatti. Sembra gomma da masticare....

Poi secondo me per avere uguale effetto andrebbe usato forno uguale e
uguale farina.

farina 200 gr per esempio è una indicazione del tutto inutile perchè non
scrive che tipo di farina e ce ne sono ennemila...

Bye, Ludwig.
Renato_VBI
2018-04-05 10:00:27 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Ludwig
Post by Renato_VBI
Post by Jamie
Qualcuno possiede una ricetta affidabile per un buon pane naan? Mi
piace molto ma non sono mai riuscita a farne uno buono come quello
che ho mangiato eoni fa in un ristorante indiano.
200 gr farina
1/2 cucchiaino di sale
3/4 di cucchiaino di maizena
la punta di un cucchiaino di bicarbonato di sodio
3/4 di cucchiaino di lievito in polvere
1 cucchiaino di timo (facoltativo, mettere se desiderate un pane più
aromatico e con più personalità)
2 cucchiai yogurt intero
2 cucchiai di olio vegetale
acqua qb
Ora è parecchio che non lo faccio ma ricordo di non esserne mai
rimasta particolarmente soddisfatta.
Perdona l'ardire ma.... Con tutto il buon pane regionale e non che
facciamo in Italia proprio con questa "similschifezza" da morti di
fame vuoi andare a scontrarti.....
:-)
:-D
Infatti. Sembra gomma da masticare....
Poi secondo me per avere uguale effetto andrebbe usato forno uguale e
uguale farina.
farina 200 gr per esempio è una indicazione del tutto inutile perchè non
scrive che tipo di farina e ce ne sono ennemila...
Bye, Ludwig.
SSShhhtttt... Non parlare di *farine* con Jamie altrimenti ti toglie
l'amicizia ..... ;-P

Comunque *quoto* *TUTTO*.
:)
--
Ciao, Renato
Ludwig
2018-04-05 13:09:15 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Renato_VBI
SSShhhtttt... Non parlare di *farine* con Jamie altrimenti ti toglie
l'amicizia ..... ;-P
Vabbè, tanto mica sono suo amico...

:-)

Bye, Ludwig.
Jamie
2018-04-05 13:10:44 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Ludwig
Post by Renato_VBI
SSShhhtttt... Non parlare di *farine* con Jamie altrimenti ti toglie
l'amicizia ..... ;-P
Vabbè, tanto mica sono suo amico...
:-)
e dopo questa mai lo sarai :P
Ludwig
2018-04-05 13:10:27 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Jamie
Post by Ludwig
Post by Renato_VBI
SSShhhtttt... Non parlare di *farine* con Jamie altrimenti ti toglie
l'amicizia ..... ;-P
Vabbè, tanto mica sono suo amico...
:-)
e dopo questa mai lo sarai :P
Intendevo di facebook, che hai capito...

Bye, Ludwig.
Jamie
2018-04-05 10:05:14 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Renato_VBI
Perdona l'ardire ma.... Con tutto il buon pane regionale e non che
facciamo in Italia proprio con questa "similschifezza" da morti di fame
vuoi andare a scontrarti.....
:-)
:-D
Beh, intanto può essere utile per quelle volte in cui non hai voglia di
sbatterti a fare un pane come si deve e/o hai finito il pane e ti serve
qualcosa da preparare al volo e/o semplicemente vuoi una cosa diversa,
poi sul fatto che sia una schifezza ci sarebbe da ridire...ok forse
quello che ho assaggiato nel ristorante indiano era buono perché ben
condito, ma comunque chiamarlo schifezza mi sembra eccessivo.
Er Capoccetta
2018-04-05 10:51:21 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Jamie
Post by Renato_VBI
Perdona l'ardire ma.... Con tutto il buon pane regionale e non che
facciamo in Italia proprio con questa "similschifezza" da morti di fame
vuoi andare a scontrarti.....
:-)
:-D
Beh, intanto può essere utile per quelle volte in cui non hai voglia di
sbatterti a fare un pane come si deve e/o hai finito il pane e ti serve
qualcosa da preparare al volo e/o semplicemente vuoi una cosa diversa,
poi sul fatto che sia una schifezza ci sarebbe da ridire...ok forse
quello che ho assaggiato nel ristorante indiano era buono perché ben
condito, ma comunque chiamarlo schifezza mi sembra eccessivo.
il naan appena fatto (e ben fatto) è buonissimo e si sposa ottimamente con certi loro piatti (tipo gli "stufati" mughlai). però viene preparato velocissimamente appiccicandolo dentro il forno tandoori caldissimo e credo che questa caratteristica non sia facile da ricreare.
Jamie
2018-04-05 11:35:52 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Er Capoccetta
il naan appena fatto (e ben fatto) è buonissimo e si sposa ottimamente con certi loro piatti (tipo gli "stufati" mughlai). però viene preparato velocissimamente appiccicandolo dentro il forno tandoori caldissimo e credo che questa caratteristica non sia facile da ricreare.
vero, non si può dire che nel pane la cottura non sia fondamentale
Renato_VBI
2018-04-05 12:17:59 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Jamie
Post by Renato_VBI
Perdona l'ardire ma.... Con tutto il buon pane regionale e non che
facciamo in Italia proprio con questa "similschifezza" da morti di fame
vuoi andare a scontrarti.....
:-)
:-D
Beh, intanto può essere utile per quelle volte in cui non hai voglia di
sbatterti a fare un pane come si deve e/o hai finito il pane e ti serve
qualcosa da preparare al volo e/o semplicemente vuoi una cosa diversa,
poi sul fatto che sia una schifezza ci sarebbe da ridire...ok forse
quello che ho assaggiato nel ristorante indiano era buono perché ben
condito, ma comunque chiamarlo schifezza mi sembra eccessivo.
Se proprio proprio mi trovo nella cacca (cosa difficile se non
impossibile dato che parte di _ogni_ infornata finisce in freezer) ci
metto un attimo a buttare in forno due panetti arabi che sono
praticamente sempre ben apprezzati.....

E poi ho scritto similschifezza, non schifezza in quanto quel "pane" li'
lo vedrei *utile* solo se avessi a disposizione un forno capace di
"lavorare" a temperature decisamente superiori ai nostri (sigh) canonici
250 gradi.....

Ciauz
--
Ciao, Renato
Ghost Dog
2018-04-05 13:45:15 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Renato_VBI
Perdona l'ardire ma.... Con tutto il buon pane regionale e non che
facciamo in Italia proprio con questa "similschifezza" da morti di fame
vuoi andare a scontrarti.....
:-)
:-D
Che brutta cosa dal pessimo sapore razzista che hai scritto!
Comunque se ti fai un viaggio in India, potresti scoprire che i "morti
di fame" hanno una cucina strepitosa, varia e complessa, che non ha
nulla da invidiare alla nostra.
Ed un Naan o un Chapati appena sfornati da un forno tandoori hanno un
profumo ed un sapore da far resuscitare i morti.
GD
Er Capoccetta
2018-04-05 14:28:00 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Ghost Dog
Post by Renato_VBI
Perdona l'ardire ma.... Con tutto il buon pane regionale e non che
facciamo in Italia proprio con questa "similschifezza" da morti di fame
vuoi andare a scontrarti.....
:-)
:-D
Che brutta cosa dal pessimo sapore razzista che hai scritto!
Comunque se ti fai un viaggio in India, potresti scoprire che i "morti
di fame" hanno una cucina strepitosa, varia e complessa, che non ha
nulla da invidiare alla nostra.
più di una a dire il vero visto che si parla di un "subcontinente"...
Ghost Dog
2018-04-05 14:34:07 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Er Capoccetta
Post by Ghost Dog
Post by Renato_VBI
Perdona l'ardire ma.... Con tutto il buon pane regionale e non che
facciamo in Italia proprio con questa "similschifezza" da morti di fame
vuoi andare a scontrarti.....
:-)
:-D
Che brutta cosa dal pessimo sapore razzista che hai scritto!
Comunque se ti fai un viaggio in India, potresti scoprire che i "morti
di fame" hanno una cucina strepitosa, varia e complessa, che non ha
nulla da invidiare alla nostra.
più di una a dire il vero visto che si parla di un "subcontinente"...
E' vero.
Ho provato quella del Kerala (strepitosa la cena cucinata
dall'equipaggio di una CocoBoat ormeggiata in mezzo alle risaie!), di
Goa, di Mumbai e dello Sri lanka (che tecnicamente India non è, ma la
cucina è molto simile a quella dell'India del Sud, anche se meno
raffinata), e devo dire che ho assaggiato delle vere delizie.
L'unico problema, su certi cibi, l'eccesso (per me) di piccante:a volte
non riuscivo proprio a mangiarli.
Er Capoccetta
2018-04-05 16:18:03 UTC
Permalink
Raw Message
E' vero.
Ho provato quella del Kerala (strepitosa la cena cucinata
dall'equipaggio di una CocoBoat ormeggiata in mezzo alle risaie!), di
Goa, di Mumbai e dello Sri lanka (che tecnicamente India non è, ma la
cucina è molto simile a quella dell'India del Sud, anche se meno
raffinata), e devo dire che ho assaggiato delle vere delizie.
L'unico problema, su certi cibi, l'eccesso (per me) di


Comunque noi italiani siamo buffi: su calcio e cucina sciovinista, nei campi importanti dove bisognerebbe esserlo ci facciamo mettere i piedi in testa da tutti
Ghost Dog
2018-04-05 16:33:28 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Ghost Dog
E' vero.
Ho provato quella del Kerala (strepitosa la cena cucinata
dall'equipaggio di una CocoBoat ormeggiata in mezzo alle risaie!), di
Goa, di Mumbai e dello Sri lanka (che tecnicamente India non è, ma la
cucina è molto simile a quella dell'India del Sud, anche se meno
raffinata), e devo dire che ho assaggiato delle vere delizie.
L'unico problema, su certi cibi, l'eccesso (per me) di
Comunque noi italiani siamo buffi: su calcio e cucina sciovinista, nei campi importanti dove bisognerebbe esserlo ci facciamo mettere i piedi in testa da tutti
"Italians lose wars as if they were football matches, and football
matches as if they were wars " (gli italiano perdono le guerre come se
fossero partite di calcio e le partite di calcio come fossero guerre).

Lo disse Churchill.
Se fosse vivo adesso, aggiungerebbe di sicuro la cucina alla frase...
Er Capoccetta
2018-04-05 16:49:08 UTC
Permalink
Raw Message
Lo disse Churchill.
Se fosse vivo adesso, aggiungerebbe di sicuro la cucina alla frase...


Conoscevo, pensavo proprio a quello. Mi viene in mente tutte le volte che vedo italiani rendersi ridicoli sulle pagine YouTube di cucina
Ghost Dog
2018-04-05 16:52:39 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Ghost Dog
Lo disse Churchill.
Se fosse vivo adesso, aggiungerebbe di sicuro la cucina alla frase...
Conoscevo, pensavo proprio a quello. Mi viene in mente tutte le volte che vedo italiani rendersi ridicoli sulle pagine YouTube di cucina
Io sono un grande fan della cucina italiana, ma questo non mi impedisce
di sperimentare e godere delle cucine di altre parti del mondo, e non
capisco quelli che ragionano sempre e solo come fan boy.
Jamie
2018-04-05 17:07:07 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Ghost Dog
Io sono un grande fan della cucina italiana, ma questo non mi impedisce
di sperimentare e godere delle cucine di altre parti del mondo, e non
capisco quelli che ragionano sempre e solo come fan boy.
Francamente nemmeno io. Penso che ci sia del buono in ogni tipo di
cucina, e mi piace variare ed assaggiare tante cose, non riesco ad
immaginare una noia più grande del mangiare sempre allo stesso modo. Per
dire, se mi mettessero davanti un piatto di lasagna ed uno di spaghetti
di riso cinesi saltati con gamberi e verdure io sceglierei il secondo.
Mardot
2018-04-06 08:12:05 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Ghost Dog
Post by Er Capoccetta
Comunque noi italiani siamo buffi: su calcio e cucina sciovinista, nei
campi importanti dove bisognerebbe esserlo ci facciamo mettere i piedi
in testa da tutti
Questo e' verissimo, PURTROPPO, ma è verissimo solo da metà del secolo
scorso in avanti, cioe' da quando una buona parte di giovani hanno
abbracciato idee filocomuniste. In primis la scuola, che forma i nostri
giovani, e la giustizia, due settori che dagli anni '50 sono rossi come
il fuoco, e i risultati si sono visti adesso.
Post by Ghost Dog
Lo disse Churchill.
Che aveva appena vinto una guerra grazie all'intervento americano. Ma lo
stesso Churchill, per comodita', non ha fatto riferimento a tutta la
storia italiana dall'Impero Romano alla fine del 1800 dove, con alterne
fortune, le nostre terre erano popolate da civilta' e cultura mentre le
sue da Robin Hood e i suoi amici.
Post by Ghost Dog
Se fosse vivo adesso, aggiungerebbe di sicuro la cucina alla frase...
Tipico inglese, capace di fare il gradasso solo quando gli fa comodo,
poi pero' (se fosse vivo) occorrerebbe ricordagli che:
- la Nazionale Italiana di calcio oggi e' fuori dai mondiali, ma sulla
maglia ha 4 stellette, mentre la sua 1
- la sua cucina, non pervenuta, la nostra e' tra le migliori al mondo
- la storia del mondo non e' stata scritta solo dal 1940 al 1945
- nel 2018 la sua Inghilterra non hanno ancora lasciato l'UE, sebbene da
più di un anno abbia detto di volerlo fare
Renato_VBI
2018-04-06 08:18:05 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Mardot
Post by Ghost Dog
Post by Er Capoccetta
Comunque noi italiani siamo buffi: su calcio e cucina sciovinista,
nei campi importanti dove bisognerebbe esserlo ci facciamo mettere i
piedi in testa da tutti
Questo e' verissimo, PURTROPPO, ma è verissimo solo da metà del secolo
scorso in avanti, cioe' da quando una buona parte di giovani hanno
abbracciato idee filocomuniste. In primis la scuola, che forma i nostri
giovani, e la giustizia, due settori che dagli anni '50 sono rossi come
il fuoco, e i risultati si sono visti adesso.
Post by Ghost Dog
Lo disse Churchill.
Che aveva appena vinto una guerra grazie all'intervento americano. Ma lo
stesso Churchill, per comodita', non ha fatto riferimento a tutta la
storia italiana dall'Impero Romano alla fine del 1800 dove, con alterne
fortune, le nostre terre erano popolate da civilta' e cultura mentre le
sue da Robin Hood e i suoi amici.
Post by Ghost Dog
Se fosse vivo adesso, aggiungerebbe di sicuro la cucina alla frase...
Tipico inglese, capace di fare il gradasso solo quando gli fa comodo,
- la Nazionale Italiana di calcio oggi e' fuori dai mondiali, ma sulla
maglia ha 4 stellette, mentre la sua 1
- la sua cucina, non pervenuta, la nostra e' tra le migliori al mondo
- la storia del mondo non e' stata scritta solo dal 1940 al 1945
- nel 2018 la sua Inghilterra non hanno ancora lasciato l'UE, sebbene da
più di un anno abbia detto di volerlo fare
Occhio che cosi' ti etichettano per razzista......
--
Ciao, Renato
Mardot
2018-04-06 08:25:01 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Renato_VBI
Post by Mardot
Post by Ghost Dog
Post by Er Capoccetta
Comunque noi italiani siamo buffi: su calcio e cucina sciovinista,
nei campi importanti dove bisognerebbe esserlo ci facciamo mettere i
piedi in testa da tutti
Questo e' verissimo, PURTROPPO, ma è verissimo solo da metà del secolo
scorso in avanti, cioe' da quando una buona parte di giovani hanno
abbracciato idee filocomuniste. In primis la scuola, che forma i
nostri giovani, e la giustizia, due settori che dagli anni '50 sono
rossi come il fuoco, e i risultati si sono visti adesso.
Post by Ghost Dog
Lo disse Churchill.
Che aveva appena vinto una guerra grazie all'intervento americano. Ma
lo stesso Churchill, per comodita', non ha fatto riferimento a tutta
la storia italiana dall'Impero Romano alla fine del 1800 dove, con
alterne fortune, le nostre terre erano popolate da civilta' e cultura
mentre le sue da Robin Hood e i suoi amici.
Post by Ghost Dog
Se fosse vivo adesso, aggiungerebbe di sicuro la cucina alla frase...
Tipico inglese, capace di fare il gradasso solo quando gli fa comodo,
- la Nazionale Italiana di calcio oggi e' fuori dai mondiali, ma sulla
maglia ha 4 stellette, mentre la sua 1
- la sua cucina, non pervenuta, la nostra e' tra le migliori al mondo
- la storia del mondo non e' stata scritta solo dal 1940 al 1945
- nel 2018 la sua Inghilterra non hanno ancora lasciato l'UE, sebbene
da più di un anno abbia detto di volerlo fare
Occhio che cosi' ti etichettano per razzista......
Bah, posso vantarmi di aver girato piu' di mezzo mondo per lavoro, non a
fare il babano in vancanza, e di essermi sempre trovato bene ovunque
grazie alla mia capacita' di adattamento. Tollero tutti, vado d'accordo
con tutti, apprezzo e disprezzo chi, dovunque, secondo me se lo merita.
Ma questo non significa che debba per forza dire che tutto il mondo mi
e' piaciuto, cosi' come non dico che tutto cio' che e' italiano mi piace.

PERO', dall'alto di questa mia esperienza che non tutti hanno avuto la
fortuna di accumulare, visto che coprire 4 continenti su 5 non e'
proprio banale, dico che l'Italia in tutto (scienza, industria, cucina,
cultura) pur essendo piccola come una pulce avrebbe le carte in regola
per piasciare in testa a tutti, se cio' non accade e' solo colpa di
tutti (ad ogni livello di responsabilita' e, ovviamente, con diverse
percentuali di colpa).

Primissime colpe, quelli che:
- all'estero sono sempre meglio
- noi siamo i peggiori
- i ladri sono solo qui
- gli onesti sono solo oltre confine
- all'estero si mangia bene come qui
- ecc...
- ecc...
- ecc...
- ecc...
- ecc...
- ecc...
Renato_VBI
2018-04-06 10:27:17 UTC
Permalink
Raw Message
Il 06/04/2018 10:25, Mardot ha scritto:

[C U T]
Post by Mardot
PERO', dall'alto di questa mia esperienza che non tutti hanno avuto la
fortuna di accumulare, visto che coprire 4 continenti su 5 non e'
proprio banale, dico che l'Italia in tutto (scienza, industria, cucina,
cultura) pur essendo piccola come una pulce avrebbe le carte in regola
per piasciare in testa a tutti, se cio' non accade e' solo colpa di
tutti (ad ogni livello di responsabilita' e, ovviamente, con diverse
percentuali di colpa).
- all'estero sono sempre meglio
- noi siamo i peggiori
- i ladri sono solo qui
- gli onesti sono solo oltre confine
- all'estero si mangia bene come qui
Come non quotarti neh....

Anch'io, che viaggio con una carta d'identita' di colore diverso e che
presto avro' (speriamo) una doppia cittadinanza, vedo le cose "italiche"
con un occhio diverso dall'usuale e devo dire che l'Italia sarebbe un
bel posto per vivere e far crescere figli a patto di mettere gran parte
degli italiani di oggi su una bella isoletta deserta in mezzo al mare.....

Guarda caso da noi la natalita' e' in positivo.....
Ma, ovviamente, sono razzista.....
:-)
--
Ciao, Renato
Ghost Dog
2018-04-06 08:41:10 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Mardot
Post by Ghost Dog
Post by Er Capoccetta
Comunque noi italiani siamo buffi: su calcio e cucina sciovinista,
nei campi importanti dove bisognerebbe esserlo ci facciamo mettere i
piedi in testa da tutti
Questo e' verissimo, PURTROPPO, ma è verissimo solo da metà del secolo
scorso in avanti, cioe' da quando una buona parte di giovani hanno
abbracciato idee filocomuniste. In primis la scuola, che forma i nostri
giovani, e la giustizia, due settori che dagli anni '50 sono rossi come
il fuoco, e i risultati si sono visti adesso.
Pensa che io ho sempre pensato fosse una eredità della visione
autarchica del periodo fascista con il martellamento sulla superiorità
della "razza" italiana ereditata dai fasti dell'impero romano
Post by Mardot
Post by Ghost Dog
Lo disse Churchill.
Che aveva appena vinto una guerra grazie all'intervento americano. Ma lo
stesso Churchill, per comodita', non ha fatto riferimento a tutta la
storia italiana dall'Impero Romano alla fine del 1800 dove, con alterne
fortune, le nostre terre erano popolate da civilta' e cultura mentre le
sue da Robin Hood e i suoi amici.
E' proprio questo l'atteggiamento che secondo me è molto provinciale: io
sono orgoglioso di essere italiano e della nostra cultura e tradizione,
che per inciso negli ultimi anni mi hanno permesso di avere grosse
soddisfazioni professionali (proprio ieri sera un cliente tedesco mi ha
fatto un grande complimento dicendomi che non sono solo l'architetto
che gli ha fatto un progetto che adorano, ma sono anche riuscito a
trasmettergli l'orgoglio e la tradizione dell'italian way of life) ma
questo non mi da il diritto di giustificare le enormi carenze del nostro
ATTUALE sistema.
Abbiamo una burocrazia che fa schifo, il 90% dei dipendenti pubblici
demotivati quando non fannulloni, la meritocrazia è assente, il
malaffare e la corruzione endemica in alcune aree e strisciante in altre.
Che poi, IMHO, mentre noi avevamo i Medici loro avevano frate Tuck non è
motivo d'orgoglio, piuttosto di vergogna: eravamo davanti e ci hanno
raggiunto, se ci pensi loro possono fregiarsi del fatto che mentre noi
ci facevamo prendere a calci nei denti dalle tribù etiopi e dovevamo
sterminarle con i gas perchè il nostro esercito era male armato e
peggio addestrato, loro avevano il più grande impero del mondo.
Ma è pur sempre passato, e in un mondo così globale come quello odierno,
dovremmo esserci lasciati questi campanilismi alle spalle
Post by Mardot
Post by Ghost Dog
Se fosse vivo adesso, aggiungerebbe di sicuro la cucina alla frase...
Tipico inglese, capace di fare il gradasso solo quando gli fa comodo,
- la Nazionale Italiana di calcio oggi e' fuori dai mondiali, ma sulla
maglia ha 4 stellette, mentre la sua 1
- la sua cucina, non pervenuta, la nostra e' tra le migliori al mondo
- la storia del mondo non e' stata scritta solo dal 1940 al 1945
- nel 2018 la sua Inghilterra non hanno ancora lasciato l'UE, sebbene da
più di un anno abbia detto di volerlo fare
Parli con uno a cui delle stellette sulle maglie delle nazionali di
calcio non glie ne frega nulla, per me il mondiale è una figata per le
grigliate, le birre e il vino e il trovarsi in compagnia, la cucina
inglese la considera uno schifo (come tutti) ma questo non mi fa a
ritenere gli inglesi una razza inferiore, e del fatto che abbiano deciso
di uscire dalla UE pensa che abbiano fatto una stupidaggine che li punirà.
gli invidio, però, l'etica anglosassone per cui la responsabilità è di
chi fa, e chi non fa viene punito per questo, la tenacia nel perseguire
l'obiettivo e il senso di appartenenza ad una nazione (che purtroppo
peròtroppo spesso sfoccia nello sciovinismo).
E comunque aveva ragione Churichill, troppo spesso in Italia ci
nascondiamo dietro i fasti del passato e diamo importanza a cose che
importanti non lo sono per nascondere le(o consolarci delle) nostre magnagne
Mardot
2018-04-06 09:08:48 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Ghost Dog
Post by Mardot
Post by Ghost Dog
Post by Er Capoccetta
Comunque noi italiani siamo buffi: su calcio e cucina sciovinista,
nei campi importanti dove bisognerebbe esserlo ci facciamo mettere i
piedi in testa da tutti
Questo e' verissimo, PURTROPPO, ma è verissimo solo da metà del secolo
scorso in avanti, cioe' da quando una buona parte di giovani hanno
abbracciato idee filocomuniste. In primis la scuola, che forma i
nostri giovani, e la giustizia, due settori che dagli anni '50 sono
rossi come il fuoco, e i risultati si sono visti adesso.
Pensa che io ho sempre pensato fosse una eredità della visione
autarchica del periodo fascista  con il martellamento  sulla superiorità
della "razza" italiana ereditata dai fasti dell'impero romano
Se cosi' fosse, saremmo pieni di gente che pensa di essere superiore
agli altri sulle cose importanti, invece hai appena detto il contrario
poco sopra.
Post by Ghost Dog
Post by Mardot
Post by Ghost Dog
Lo disse Churchill.
Che aveva appena vinto una guerra grazie all'intervento americano. Ma
lo stesso Churchill, per comodita', non ha fatto riferimento a tutta
la storia italiana dall'Impero Romano alla fine del 1800 dove, con
alterne fortune, le nostre terre erano popolate da civilta' e cultura
mentre le sue da Robin Hood e i suoi amici.
E' proprio questo l'atteggiamento che secondo me è molto provinciale: io
sono orgoglioso di essere italiano e della nostra cultura e tradizione,
che per inciso negli ultimi anni mi hanno permesso di avere grosse
soddisfazioni professionali (proprio ieri sera un cliente tedesco mi ha
fatto un grande complimento dicendomi che non sono solo  l'architetto
che gli ha fatto un progetto che adorano, ma sono anche riuscito a
trasmettergli l'orgoglio e la tradizione dell'italian way of life) ma
questo non mi da il diritto di giustificare le enormi carenze del nostro
ATTUALE sistema.
E chi le ha giustificate?

Se avessi un figlio, gli faresti notare solo le sue carenze?
Post by Ghost Dog
Abbiamo una burocrazia che fa schifo, il 90% dei dipendenti pubblici
demotivati quando non fannulloni, la meritocrazia è assente, il
malaffare e la corruzione endemica in alcune aree e strisciante in altre.
Che poi, IMHO, mentre noi avevamo i Medici loro avevano frate Tuck non è
motivo d'orgoglio, piuttosto di vergogna: eravamo davanti e ci hanno
raggiunto, se ci pensi loro possono fregiarsi del fatto che mentre noi
ci facevamo prendere a calci nei denti dalle tribù etiopi e dovevamo
sterminarle con i gas perchè  il nostro esercito era male armato e
peggio addestrato, loro avevano il più grande impero del mondo.
Ma è pur sempre passato, e in un mondo così globale come quello odierno,
dovremmo esserci lasciati questi campanilismi alle spalle
Per nulla, e' proprio dal glorioso passato che ci servirebbe una spinta,
una motivazione in piu', per stare ancora davanti. Invece ce ne fottiamo.
Se mentre noi avevamo i Medici e loro avevano frate Tuck dev'essere sia
un motivo d'orgoglio sia, e soprattutto, un ottimo motivo per tentare di
tornare ad essere i primi.

Beninteso, non c'e' nulla di male nel non aver mai fatto nulla di buono
in passato, si puo' sempre cominciare; tuttavia non c'e' nulla di che
vergognarsi ad averlo fatto, anzi semmai dovrebbe essere un buon punto
di partenza.
Post by Ghost Dog
Post by Mardot
Post by Ghost Dog
Se fosse vivo adesso, aggiungerebbe di sicuro la cucina alla frase...
Tipico inglese, capace di fare il gradasso solo quando gli fa comodo,
- la Nazionale Italiana di calcio oggi e' fuori dai mondiali, ma sulla
maglia ha 4 stellette, mentre la sua 1
- la sua cucina, non pervenuta, la nostra e' tra le migliori al mondo
- la storia del mondo non e' stata scritta solo dal 1940 al 1945
- nel 2018 la sua Inghilterra non hanno ancora lasciato l'UE, sebbene
da più di un anno abbia detto di volerlo fare
Parli con uno a cui delle stellette sulle maglie delle nazionali di
calcio non glie ne frega nulla, per me il mondiale è una figata per le
grigliate, le birre e il vino e il trovarsi in compagnia,
Il riferimento al calcio lo ha fatto lui, lo hai ripreso tu citandolo,
quindi ho proseguito io per coerenza; pur avendo giocato a calcio tanti
anni non me ne frega nulla, benche' anche questo spunto abbia dimostrato
il tipico carattere inglese, sbruffone solo alla bisogna, sul lungo
periodo hanno subito anche li e di brutto da chi loro denigravano.
Post by Ghost Dog
la cucina
inglese la considera uno schifo (come tutti) ma questo non mi fa a
ritenere gli inglesi una razza inferiore,
C'e' qualcuno che lo fa?

Cioe', dire che la cucina inglese fa schifo significa automaticamente
dire che gli inglesi sono una razza inferiore?
Post by Ghost Dog
e del fatto che abbiano deciso
di uscire dalla UE pensa che abbiano fatto una stupidaggine che li punirà.
Io invece penso che sul medio/lungo periodo saranno premiati.
Post by Ghost Dog
gli invidio, però, l'etica anglosassone per cui  la responsabilità è di
chi fa, e chi non fa viene punito per questo, la tenacia nel perseguire
l'obiettivo e il senso di appartenenza ad una nazione (che purtroppo
peròtroppo spesso sfoccia nello sciovinismo).
Questo glielo invidio anche io.
Post by Ghost Dog
E comunque aveva ragione Churichill, troppo spesso in Italia ci
nascondiamo dietro i fasti del passato e diamo importanza a cose che
importanti non lo sono per nascondere le(o consolarci delle) nostre magnagne
E serve smuovere la buonanima di Churchill per capire queste cose cosi'
banali?

Poi pero' quando scriviamo queste belle frasi, oppure quando solo le
pensiamo, dobbiamo anche ricordarci di cosa abbiamo (tutti gli italiani,
non solo noi due) negli ultimi 25 anni.

PS: ricordati che pochissimi altri popoli al mondo hanno sfruttato altri
popoli come gli inglesi, un dettaglio da tenere sempre presente, il
passato conta poco se si parla di calcio, ma quando si parla di civilta'
secondo me non si possono trascurare certi aspetti, tipo chi sono le
grandi popolazioni ex colonizzatrici, le popolazioni che hanno generato
il nazismo (non il fascismo), le popolazioni che hanno generato il
comunismo sanguinario, la nazioni che hanno generato movimento religiosi
o psudoreligiosi tali da muovere terrorismo e persecuzione, ecc...

l'Italia, piena di problemi, di marciume, di corruzione, e quant'altro,
non si è certo estraniata del tutto da queste problematiche, ma a
differenza di altre popolazioni non ha mai rappresentato una
"eccellenza" in queste atrocita', un altro motivo d'orgoglio su cui
poter costruire qualcusa, casomai lo si volesse costruire
Mardot
2018-04-06 09:20:00 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Mardot
Poi pero' quando scriviamo queste belle frasi, oppure quando solo le
pensiamo, dobbiamo anche ricordarci *di cosa abbiamo* (tutti gli italiani,
non solo noi due) negli ultimi 25 anni.
di cosa abbiamo VOTATO
Ghost Dog
2018-04-06 09:51:31 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Mardot
Post by Ghost Dog
Post by Mardot
Post by Er Capoccetta
Comunque noi italiani siamo buffi: su calcio e cucina sciovinista,
nei campi importanti dove bisognerebbe esserlo ci facciamo mettere
i piedi in testa da tutti
Questo e' verissimo, PURTROPPO, ma è verissimo solo da metà del
secolo scorso in avanti, cioe' da quando una buona parte di giovani
hanno abbracciato idee filocomuniste. In primis la scuola, che forma
i nostri giovani, e la giustizia, due settori che dagli anni '50 sono
rossi come il fuoco, e i risultati si sono visti adesso.
Pensa che io ho sempre pensato fosse una eredità della visione
autarchica del periodo fascista  con il martellamento  sulla
superiorità della "razza" italiana ereditata dai fasti dell'impero romano
Se cosi' fosse, saremmo pieni di gente che pensa di essere superiore
agli altri sulle cose importanti, invece hai appena detto il contrario
poco sopra.
Il problema è che proprio sulle minchiate il fascismo costruì il
consenso, sul culto della forza fisica ostentata, sul sentirsi superiori
per proclama, sui treni che arrivavano in orario (e non era neppure
vero), sul diritto divino di essere superiori perchè 2000 anni prima i
romani avevano conquistato il mondo.
Ed intanto l'esecito si armava con scarpe dalle suole di cartone e
moschetti delle guerre di indipendenza, nonostane avessimo una industria
all'avanguardia, ma eravamo destino alla vittoria, quindi armateVi e
partite .
E questa visione a tunnel della nostra presunta superiorità è quello che
che giustifica ancora oggi il pressapochismo che molti ci rinfacciano
perchè "tanto siamo creativi" e una via d'uscita l'inventiamo
Post by Mardot
Post by Ghost Dog
io sono orgoglioso di essere italiano e della nostra cultura e
tradizione, che per inciso negli ultimi anni mi hanno permesso di
avere grosse soddisfazioni professionali (proprio ieri sera un cliente
tedesco mi ha fatto un grande complimento dicendomi che non sono solo
l'architetto che gli ha fatto un progetto che adorano, ma sono anche
riuscito a trasmettergli l'orgoglio e la tradizione dell'italian way
of life) ma questo non mi da il diritto di giustificare le enormi
carenze del nostro ATTUALE sistema.
E chi le ha giustificate?
molti.Mi sono espresso male, non mi riferivo a te in particolare
Post by Mardot
Se avessi un figlio, gli faresti notare solo le sue carenze?
no, gli insegnerei a analizzare i fatti con la massima imparzialità.Se
capisci i tuoi difetti, li puoi correggere.
Post by Mardot
Per nulla, e' proprio dal glorioso passato che ci servirebbe una spinta,
una motivazione in piu', per stare ancora davanti. Invece ce ne fottiamo.
Se mentre noi avevamo i Medici e loro avevano frate Tuck dev'essere sia
un motivo d'orgoglio sia, e soprattutto, un ottimo motivo per tentare di
tornare ad essere i primi.
D'accordissimo
Post by Mardot
Beninteso, non c'e' nulla di male nel non aver mai fatto nulla di buono
in passato, si puo' sempre cominciare; tuttavia non c'e' nulla di che
vergognarsi ad averlo fatto, anzi semmai dovrebbe essere un buon punto
di partenza.
Di nuovo d'accordo
Post by Mardot
Il riferimento al calcio lo ha fatto lui, lo hai ripreso tu citandolo,
quindi ho proseguito io per coerenza; pur avendo giocato a calcio tanti
anni non me ne frega nulla, benche' anche questo spunto abbia dimostrato
il tipico carattere inglese, sbruffone solo alla bisogna, sul lungo
periodo hanno subito anche li e di brutto da chi loro denigravano.
il punto era la guerra, non il calcio. Avrebbe potuto dire "ad un
appuntamento galante" o qualuqnue altra cosa, semplicemente ha
sottolineato come abbiamo una predisposizione culturale a prendere
sottogamba le cose importanti, complicandoci inutilmente la vita.
E quella frase la disse lo stesso inglese che comandava l'esecito che
rese l'onore delle armi ai militari italiani ad El Alamein.
Post by Mardot
Post by Ghost Dog
la cucina inglese la considera uno schifo (come tutti) ma questo non
mi fa a ritenere gli inglesi una razza inferiore,
C'e' qualcuno che lo fa?
per alcunepersone sembra sia naturale fare certi paragoni, tipo "non mi
piace il loro pane e allora sono dei morti di fame"
Non oso immaginare come reagirebbero se gli facesismo paragonare il
Fish and Chips ad una impepata di cozze!
Post by Mardot
Cioe', dire che la cucina inglese fa schifo significa automaticamente
dire che gli inglesi sono una razza inferiore?
io non lo penso, tu neppure, ma come ho scritto sopra, alcuni invece ne
sono convinti
Post by Mardot
Post by Ghost Dog
e del fatto che abbiano deciso di uscire dalla UE pensa che abbiano
fatto una stupidaggine che li punirà.
Io invece penso che sul medio/lungo periodo saranno premiati.
Sono conro i regionalismi e i nazionalismi, non è con l'arroccamento che
fermi certe dinamiche, lo hanno dimostrato anche i molti muri eretti nei
millenni, dalla muraglia cinese al muro di berlino
Post by Mardot
Post by Ghost Dog
gli invidio, però, l'etica anglosassone per cui  la responsabilità è
di chi fa, e chi non fa viene punito per questo, la tenacia nel
perseguire l'obiettivo e il senso di appartenenza ad una nazione (che
purtroppo peròtroppo spesso sfoccia nello sciovinismo).
Questo glielo invidio anche io.
E serve smuovere la buonanima di Churchill per capire queste cose cosi'
banali?
No, ma è una frase che IMHO fotografa il problema.
E l'ha detta lui, quindi l'ho presa i prstito
Post by Mardot
Poi pero' quando scriviamo queste belle frasi, oppure quando solo le
pensiamo, dobbiamo anche ricordarci di cosa abbiamo votato (tutti gli italiani,
non solo noi due) negli ultimi 25 anni.
Qualcuno ha votaot bene, qualcuno male, qualcuno non ha votato, ogni
voto/non voto è comunque figlio del substrato culturale
Post by Mardot
PS: ricordati che pochissimi altri popoli al mondo hanno sfruttato altri
popoli come gli inglesi, un dettaglio da tenere sempre presente, il
passato conta poco se si parla di calcio, ma quando si parla di civilta'
secondo me non si possono trascurare certi aspetti, tipo chi sono le
grandi popolazioni ex colonizzatrici, le popolazioni che hanno generato
il nazismo (non il fascismo), le popolazioni che hanno generato il
comunismo sanguinario, la nazioni che hanno generato movimento religiosi
o psudoreligiosi tali da muovere terrorismo e persecuzione, ecc...
Comunque a me noninteressa fare un procesos agli inglesi, qui si sta
parolando i Italia e ditaliani, e rimango convinto che bisogna eviatre
il benaltrismo e pensare a come risolvere i nostri problemi
Post by Mardot
l'Italia, piena di problemi, di marciume, di corruzione, e quant'altro,
non si è certo estraniata del tutto da queste problematiche, ma a
differenza di altre popolazioni non ha mai rappresentato una
"eccellenza" in queste atrocita', un altro motivo d'orgoglio su cui
poter costruire qualcusa, casomai lo si volesse costruire
"Italiani brava gente" è un'altra di quelle cose che mi fa imbestialire,
nel recente passato abbiamo gasato i popoli colonizzati e applicato le
leggi razziali, nell'antichità i Romani sterminarono e/o deportarono
interi popoli mentre i papi inventarono l'inquisizione e la esportarono
nel nuovo mondo, quindi lasciamo perdere.
Ma è il passato, e sono d'accordo con te che è meglio concentrarci sul
costruire un futuro migliore. ma senza negare gli errori del passato
Mardot
2018-04-06 10:32:25 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Ghost Dog
Post by Mardot
Post by Ghost Dog
Post by Mardot
Post by Er Capoccetta
Comunque noi italiani siamo buffi: su calcio e cucina sciovinista,
nei campi importanti dove bisognerebbe esserlo ci facciamo mettere
i piedi in testa da tutti
Questo e' verissimo, PURTROPPO, ma è verissimo solo da metà del
secolo scorso in avanti, cioe' da quando una buona parte di giovani
hanno abbracciato idee filocomuniste. In primis la scuola, che forma
i nostri giovani, e la giustizia, due settori che dagli anni '50
sono rossi come il fuoco, e i risultati si sono visti adesso.
Pensa che io ho sempre pensato fosse una eredità della visione
autarchica del periodo fascista  con il martellamento  sulla
superiorità della "razza" italiana ereditata dai fasti dell'impero romano
Se cosi' fosse, saremmo pieni di gente che pensa di essere superiore
agli altri sulle cose importanti, invece hai appena detto il contrario
poco sopra.
Il problema è che proprio sulle minchiate il fascismo costruì il
consenso, sul culto della forza fisica ostentata, sul sentirsi superiori
per proclama, sui treni che arrivavano in orario (e non era neppure
vero), sul diritto divino di essere superiori perchè 2000 anni prima i
romani avevano conquistato il mondo.
Ed intanto l'esecito si armava con scarpe dalle suole di cartone e
moschetti delle guerre di indipendenza, nonostane avessimo una industria
all'avanguardia, ma eravamo destino alla vittoria, quindi armateVi e
partite .
E questa visione a tunnel della nostra presunta superiorità è quello che
che giustifica ancora oggi il pressapochismo che molti ci rinfacciano
perchè "tanto siamo creativi" e una via d'uscita l'inventiamo
Ma lascia stare il fascismo, che se la storia fosse l'anno solare, il
fascismo sarebbe accaduto al 15 dicembre.... l'Italia non è figlia del
fascismo, il fascismo ha caratterizzato un brevissimo periodo della sua
storia.

Usciamo giusto ora da una campagna elettorale imbarazzante, che quei
genialoidi di centro-sinistra hanno imperniato sull'antifascismo, come
se questo fosse un problema attuale dell'Italia, per nulla citando
invece scuola-cultura, lavoro e sanita', che sono enormi e mostruosi
problemi attuali del nostro paese. Per la prima volta da quando voto, ed
ho 50 anni quasi, ho visto il volgo non premiare una campagna elettorale
di questo tipo, ho ancora fiducia nella gente!
Post by Ghost Dog
Post by Mardot
Post by Ghost Dog
io sono orgoglioso di essere italiano e della nostra cultura e
tradizione, che per inciso negli ultimi anni mi hanno permesso di
avere grosse soddisfazioni professionali (proprio ieri sera un
cliente tedesco mi ha fatto un grande complimento dicendomi che non
sono solo l'architetto che gli ha fatto un progetto che adorano, ma
sono anche riuscito a trasmettergli l'orgoglio e la tradizione
dell'italian way of life) ma questo non mi da il diritto di
giustificare le enormi carenze del nostro ATTUALE sistema.
E chi le ha giustificate?
molti.Mi sono espresso male, non mi riferivo a te in particolare
ok, grazie e scusa
Post by Ghost Dog
Post by Mardot
Se avessi un figlio, gli faresti notare solo le sue carenze?
no, gli insegnerei a analizzare i fatti con la massima imparzialità.Se
capisci i tuoi difetti, li puoi correggere.
esatto, ma se non hai autostima sulle tue qualita' non potrai mai porti
nuovi obiettivi
Post by Ghost Dog
Post by Mardot
Per nulla, e' proprio dal glorioso passato che ci servirebbe una
spinta, una motivazione in piu', per stare ancora davanti. Invece ce
ne fottiamo.
Se mentre noi avevamo i Medici e loro avevano frate Tuck dev'essere
sia un motivo d'orgoglio sia, e soprattutto, un ottimo motivo per
tentare di tornare ad essere i primi.
D'accordissimo
Post by Mardot
Beninteso, non c'e' nulla di male nel non aver mai fatto nulla di
buono in passato, si puo' sempre cominciare; tuttavia non c'e' nulla
di che vergognarsi ad averlo fatto, anzi semmai dovrebbe essere un
buon punto di partenza.
 Di nuovo d'accordo
Post by Mardot
Il riferimento al calcio lo ha fatto lui, lo hai ripreso tu citandolo,
quindi ho proseguito io per coerenza; pur avendo giocato a calcio
tanti anni non me ne frega nulla, benche' anche questo spunto abbia
dimostrato il tipico carattere inglese, sbruffone solo alla bisogna,
sul lungo periodo hanno subito anche li e di brutto da chi loro
denigravano.
il punto era la guerra, non il calcio. Avrebbe potuto dire "ad un
appuntamento  galante" o qualuqnue altra cosa, semplicemente ha
sottolineato come abbiamo una predisposizione culturale a prendere
sottogamba le cose importanti, complicandoci inutilmente la vita.
E quella frase la disse lo stesso inglese che comandava l'esecito che
rese l'onore delle armi ai  militari italiani ad El Alamein.
Post by Mardot
Post by Ghost Dog
la cucina inglese la considera uno schifo (come tutti) ma questo non
mi fa a ritenere gli inglesi una razza inferiore,
C'e' qualcuno che lo fa?
per alcunepersone sembra sia naturale fare certi paragoni, tipo "non mi
piace il loro pane e allora sono dei morti di fame"
non voglio interpretare il pensiero altrui, ma a volte penso che
soprattutto in rete quando si scrive possa uscire male certe frasi,
oltre le reali intenzioni
Post by Ghost Dog
Non oso immaginare come reagirebbero se  gli facesismo paragonare il
Fish and Chips ad una impepata di cozze!
non toccarmi il fish and chips!
Post by Ghost Dog
Post by Mardot
Cioe', dire che la cucina inglese fa schifo significa automaticamente
dire che gli inglesi sono una razza inferiore?
io non lo penso, tu neppure, ma come ho scritto sopra, alcuni invece ne
sono convinti
Post by Mardot
Post by Ghost Dog
e del fatto che abbiano deciso di uscire dalla UE pensa che abbiano
fatto una stupidaggine che li punirà.
Io invece penso che sul medio/lungo periodo saranno premiati.
Sono conro i regionalismi e i nazionalismi, non è con l'arroccamento che
fermi certe dinamiche, lo hanno dimostrato anche i molti muri eretti nei
millenni, dalla muraglia cinese al muro di berlino
secondo me la soluzione ottima esiste, ed e' un punto di equilibrio, un
equilibrio che tutti assieme non potremo mai raggiungere, cosi' come
tutti uniti

e poi c'e' il problema della crescita, solo un allocco puo' credere che
le economie possano/debbano solo crescere, basterebbe prendere esempio
dalla scienza, dove tutto lo puoi trasformare, ma non crei e non
distruggi nulla, figuriamoci la ricchezza
Post by Ghost Dog
Post by Mardot
Post by Ghost Dog
gli invidio, però, l'etica anglosassone per cui  la responsabilità è
di chi fa, e chi non fa viene punito per questo, la tenacia nel
perseguire l'obiettivo e il senso di appartenenza ad una nazione (che
purtroppo peròtroppo spesso sfoccia nello sciovinismo).
Questo glielo invidio anche io.
E serve smuovere la buonanima di Churchill per capire queste cose
cosi' banali?
No, ma è una frase che IMHO fotografa il problema.
E l'ha detta lui, quindi l'ho presa i prstito
Post by Mardot
Poi pero' quando scriviamo queste belle frasi, oppure quando solo le
pensiamo, dobbiamo anche ricordarci di cosa abbiamo votato (tutti gli
italiani, non solo noi due) negli ultimi 25 anni.
Qualcuno ha votaot bene, qualcuno male, qualcuno non ha votato, ogni
voto/non voto è comunque figlio del substrato culturale
Post by Mardot
PS: ricordati che pochissimi altri popoli al mondo hanno sfruttato
altri popoli come gli inglesi, un dettaglio da tenere sempre presente,
il passato conta poco se si parla di calcio, ma quando si parla di
civilta' secondo me non si possono trascurare certi aspetti, tipo chi
sono le grandi popolazioni ex colonizzatrici, le popolazioni che hanno
generato il nazismo (non il fascismo), le popolazioni che hanno
generato il comunismo sanguinario, la nazioni che hanno generato
movimento religiosi o psudoreligiosi tali da muovere terrorismo e
persecuzione, ecc...
Comunque a me noninteressa fare un procesos agli inglesi, qui si sta
parolando i Italia e ditaliani, e rimango convinto che bisogna eviatre
il benaltrismo e pensare a come risolvere i nostri problemi
quoto al 100%, pero' non mi piace prendere esempi sbagliati, secondo me
ogni popolo ha dei buoni spunti, ma e' su di noi che dobbiamo lavorare

un po' come con i figli, torno a dire, puoi prendere gli altri simili
come esempi puntuali, ma non voglio creare un figlio a immagine e
somiglianza di un altro, devo lavorare su di lui
Post by Ghost Dog
Post by Mardot
l'Italia, piena di problemi, di marciume, di corruzione, e
quant'altro, non si è certo estraniata del tutto da queste
problematiche, ma a differenza di altre popolazioni non ha mai
rappresentato una "eccellenza" in queste atrocita', un altro motivo
d'orgoglio su cui poter costruire qualcusa, casomai lo si volesse
costruire
"Italiani brava gente" è un'altra di quelle cose che mi fa imbestialire,
nel recente passato abbiamo gasato i popoli colonizzati e applicato le
leggi razziali, nell'antichità i Romani sterminarono e/o deportarono
interi popoli mentre i papi inventarono l'inquisizione e la esportarono
nel nuovo mondo, quindi lasciamo perdere.
Ma è il passato, e sono d'accordo con te  che è meglio concentrarci sul
costruire un futuro migliore. ma senza negare gli errori del passato
Mi riferivo a quello, non ci siamo estraniati da certi problemi e
atrocita', pero' non siamo stati "eccellenti" come altri, se non altro
abbiamo creato meno morti, meno massima è stata la nostra azione, ci
deve far stare meglio? Boh non lo so, io quando parlo con un tedesco (e
c'ho lavorato per 12 anni assieme), avverto sempre un senso di
superiorita' nei suoi confronti, per cosa hanno fatto in passato, ma
anche per come ci considerano oggi, sbagliando loro, anche se un po' di
ragione ce l'hanno pure.
Ghost Dog
2018-04-06 12:49:12 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Mardot
Ma lascia stare il fascismo, che se la storia fosse l'anno solare, il
fascismo sarebbe accaduto al 15 dicembre.... l'Italia non è figlia del
fascismo, il fascismo ha caratterizzato un brevissimo periodo della sua
storia.
Come il nazismo ed altre dittaure hanno caratterizzato brevissimi
periodi della storia di altre nazioni
Post by Mardot
Usciamo giusto ora da una campagna elettorale imbarazzante, che quei
genialoidi di centro-sinistra hanno imperniato sull'antifascismo, come
se questo fosse un problema attuale dell'Italia, per nulla citando
invece scuola-cultura, lavoro e sanita', che sono enormi e mostruosi
problemi attuali del nostro paese. Per la prima volta da quando voto, ed
ho 50 anni quasi, ho visto il volgo non premiare una campagna elettorale
di questo tipo, ho ancora fiducia nella gente!
Stendiamo un velo pietoso, perchè se la classe politica di un paese è lo
specchio del paese stesso, l'Italia ne esce comunque con le ossa rotte
Post by Mardot
Post by Ghost Dog
Post by Mardot
Se avessi un figlio, gli faresti notare solo le sue carenze?
no, gli insegnerei a analizzare i fatti con la massima imparzialità.Se
capisci i tuoi difetti, li puoi correggere.
esatto, ma se non hai autostima sulle tue qualita' non potrai mai porti
nuovi obiettivi
Chi ha mai sminuito i meriti dell'Italia?
Come ho già scritto, è con quelli che mi stoguadagnando il pane.
E proprio per questo, penso che sia sbagliato minimizzare i problemi
Post by Mardot
non voglio interpretare il pensiero altrui, ma a volte penso che
soprattutto in rete quando si scrive possa uscire male certe frasi,
oltre le reali intenzioni
A me non sembra un fraintendimento, e il concetto che ha espresos è
molto chiaro.
E cosa mi rende triste è che chi scrive/dice certe cose, non si rende
conto che si può applicare la stessa mentalità a noi.
Una persona che pensa davvero che tutti gli indiani siano dei morti di
fame, non può fare altro che stare zitto se un indiano gli dice che
tutti gli italiani sono dei mafiosi.
Post by Mardot
quoto al 100%, pero' non mi piace prendere esempi sbagliati, secondo me
ogni popolo ha dei buoni spunti, ma e' su di noi che dobbiamo lavorare
un po' come con i figli, torno a dire, puoi prendere gli altri simili
come esempi puntuali, ma non voglio creare un figlio a immagine e
somiglianza di un altro, devo lavorare su di lui
Certo
Post by Mardot
Mi riferivo a quello, non ci siamo estraniati da certi problemi e
atrocita', pero' non siamo stati "eccellenti" come altri, se non altro
abbiamo creato meno morti, meno massima è stata la nostra azione, ci
deve far stare meglio? Boh non lo so, io quando parlo con un tedesco (e
c'ho lavorato per 12 anni assieme), avverto sempre un senso di
superiorita' nei suoi confronti, per cosa hanno fatto in passato, ma
anche per come ci considerano oggi, sbagliando loro, anche se un po' di
ragione ce l'hanno pure.
Mah, ormai da anni cerco di giudicare le persone solo in base alle loro
azioni, ovviamente ci sono influenze culturali in ognuno di noi, però
poi alla fine cosa fa la differenza è l'uomo che sei.
Jamie
2018-04-06 12:55:16 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Ghost Dog
Stendiamo un velo pietoso, perchè se la classe politica di un paese è lo
specchio del paese stesso, l'Italia ne esce comunque con le ossa rotte
so che siamo vergognosamente ot e mi perdonerete (è un ordine :P) per
questo, ma devo chiedervelo: per chi avete votato?
Mardot
2018-04-06 13:28:37 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Ghost Dog
Una persona che pensa davvero che tutti gli indiani siano dei morti di
fame, non può fare altro che stare zitto se un indiano gli dice che
tutti gli italiani sono dei mafiosi.
Su questo concordo al 100%

Ora pero' spegniamo i microfoni, ci sediamo davanti ad una birra, e ti
racconto una cosa.

Come sai sono stato tantissimo in South Africa, quindi ho visto con i
miei occhi certe cose. In quel paese, per agevolare il gradimento
internazionale dopo l'Apartheid, hanno istituito delle leggi razziali al
contrario, in pratica per legge ci devono essere percentuali ben
determinate di minoranze razziali nei posti di potere di aziende, enti,
ecc.... Ovviamente questo è una "facciata", nel senso che in ogni dove
troverai una persona appartenente alla minoranza raziale in un posto di
potere, ma il vero potere sara' in mano di un'altra persona, bianca,
rigorosamente bianca. Ora in RSA funziona cosi', in pratica tutto come
prima, i bianchi comandano e tutti gli altri subiscono, ma almeno la
"facciata" e' stata salvaguardata e, cosa importante, non ci sono piu'
persecuzioni razziali. (non proseguo, ma la cosa e' gravissima sul piano
sociale, hanno istituito un razzismo di classe basato in pratica sul
reddito)

Tra queste minoranze di cui parlavo ci sono i neri, ma lo sai la piu'
grande minoranza qual e'? Quella indiana.

Se vai laggiu' trovi tantissime aziende in cui gli indiani hanno un
ruolo di medio management, o anche di top management.

Bene, sono entrato quindi spesso in contatto con loro, dovendo per
lavoro gestire progetti a un certo livello.

Il peggio del peggio.

Magari fossero tutti morti di fame! I morti di fame sono brava gente!

Intelligenza sopra la media eh, nulla da dire, ma usata sempre a scopo
malvagio.

E qui mi fermo, potrei continuare per ore, sullo stesso argomento, gli
indiani, e ti assicuro che non sto parlando di morti di fame, tutt'altro.

Ovviamente sono stato anche in India, Bokaro Steel City e poi New Delhi,
Mumbai ecc... posso garantirti che avrei preferito aver a che fare con
dei morti di fame.

Sono razzista? No per nulla, anzi credo di tollerare piu' io loro che
loro noi. Per essere razzisti non serve urlare "abbasso gli indiani!"
oppure dire che sono inferiori, bastano certi atteggiamenti subdoli,
come quelli che ci hanno riservato loro nei nostri confronti durante le
trattative, o durante i mesi di lavoro gomito a gomito.
Post by Ghost Dog
Mah, ormai da anni cerco di giudicare le persone solo in base alle loro
azioni, ovviamente ci sono influenze culturali in ognuno di noi, però
poi alla fine cosa fa la differenza è l'uomo che sei.
Vorrei poterti dare ragione con tutto il cuore, ma purtroppo vedo che
conta ancora molto/troppo cio' che uno dice e, ancor piu', cio' che uno
non dice. Troppa gente che non si espone, che non decide, che non fa
nulla (ma si sa che chi non fa non sbaglia) sta ai vertici del potere,
in politica cosi' come nelle aziende.
Jamie
2018-04-06 13:39:18 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Mardot
Magari fossero tutti morti di fame! I morti di fame sono brava gente!
Mica sempre. Ne conosco di morti di fame pezzi di merda :D
Post by Mardot
Intelligenza sopra la media eh, nulla da dire, ma usata sempre a scopo
malvagio.
E qui mi fermo, potrei continuare per ore, sullo stesso argomento, gli
indiani, e ti assicuro che non sto parlando di morti di fame, tutt'altro.
Ah l'India è senza dubbia la terra delle contraddizioni. Basti pensare
alle divisioni di casta, sono senza dubbio uno dei popoli più razzisti
che esista, solo che non fanno distinzione sul colore della pella, ma
sull'estrazione sociale. C'è molto da dire di negativo sugli indiani,
purtroppo. Forse qualcosa si sta muovendo, ma è giusto dire che da loro
succede quello che succede anche da noi, solo che in maniera meno
evidente. Ma è così in tutto il mondo: i poveri fanno schifo e non
contano un cazzo, da sempre.
Ghost Dog
2018-04-06 13:55:34 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Mardot
Post by Ghost Dog
Una persona che pensa davvero che tutti gli indiani siano dei morti di
fame, non può fare altro che stare zitto se un indiano gli dice che
tutti gli italiani sono dei mafiosi.
Su questo concordo al 100%
Ora pero' spegniamo i microfoni, ci sediamo davanti ad una birra, e ti
racconto una cosa.
Come sai sono stato tantissimo in South Africa, quindi ho visto con i
miei occhi certe cose. In quel paese, per agevolare il gradimento
internazionale dopo l'Apartheid, hanno istituito delle leggi razziali al
contrario, in pratica per legge ci devono essere percentuali ben
determinate di minoranze razziali nei posti di potere di aziende, enti,
ecc.... Ovviamente questo è una "facciata", nel senso che in ogni dove
troverai una persona appartenente alla minoranza raziale in un posto di
potere, ma il vero potere sara' in mano di un'altra persona, bianca,
rigorosamente bianca. Ora in RSA funziona cosi', in pratica tutto come
prima, i bianchi comandano e tutti gli altri subiscono, ma almeno la
"facciata" e' stata salvaguardata e, cosa importante, non ci sono piu'
persecuzioni razziali. (non proseguo, ma la cosa e' gravissima sul piano
sociale, hanno istituito un razzismo di classe basato in pratica sul
reddito)
Tra queste minoranze di cui parlavo ci sono i neri, ma lo sai la piu'
grande minoranza qual e'? Quella indiana.
Se vai laggiu' trovi tantissime aziende in cui gli indiani hanno un
ruolo di medio management, o anche di top management.
Bene, sono entrato quindi spesso in contatto con loro, dovendo per
lavoro gestire progetti a un certo livello.
Il peggio del peggio.
Magari fossero tutti morti di fame! I morti di fame sono brava gente!
Intelligenza sopra la media eh, nulla da dire, ma usata sempre a scopo
malvagio.
E qui mi fermo, potrei continuare per ore, sullo stesso argomento, gli
indiani, e ti assicuro che non sto parlando di morti di fame, tutt'altro.
Ovviamente sono stato anche in India, Bokaro Steel City e poi New Delhi,
Mumbai ecc... posso garantirti che avrei preferito aver a che fare con
dei morti di fame.
Sono razzista? No per nulla, anzi credo di tollerare piu' io loro che
loro noi. Per essere razzisti non serve urlare "abbasso gli indiani!"
oppure dire che sono inferiori, bastano certi atteggiamenti subdoli,
come quelli che ci hanno riservato loro nei nostri confronti durante le
trattative, o durante i mesi di lavoro gomito a gomito.
Sono stato in entrambi i paesi (per turismo, quindi ho una visione
moooolto parziale) così come in Brasile ed altri paesi del cosidetto
"terzo mondo".
E mi sono fatto la tua stessa idea, cioè che il nuovo razzismo è basato
sulla potenza economica, e non più (o molto meno) sulle etnie.
Per dire, in Brasile i neri ricchi sono considerati bianchi (sul serio,
non è una battuta) e l'arroganza dei brasiliani ricchi è leggendaria, ma
anche i russi arricchiti sono insopportabili, per non parlare di quanto
sono grezzi i cinesi con la carta di credito gonfia o...gli italiani con
la barchetta nel posto barca e il macchinone nel garage.
Post by Mardot
Vorrei poterti dare ragione con tutto il cuore, ma purtroppo vedo che
conta ancora molto/troppo cio' che uno dice e, ancor piu', cio' che uno
non dice. Troppa gente che non si espone, che non decide, che non fa
nulla (ma si sa che chi non fa non sbaglia) sta ai vertici del potere,
in politica cosi' come nelle aziende.
triste verità
DDV
2018-04-06 12:05:51 UTC
Permalink
Raw Message
CUT
Post by Mardot
Cioe', dire che la cucina inglese fa schifo significa automaticamente
dire che gli inglesi sono una razza inferiore?
Non TUTTA la cucina inglese fa schifo, se quando ci vado non la mangio spesso è perché è cara a mazzate:-(

A proposito della superiorità del nostro cibo contro quello di nazioni nordiche, c'è un concetto che è molto difficile da far recepire, ma ci provo nuovamente: credete che, se per un'ipotesi fantasmagorica, i napoletani fossero nati in inghilterra, avrebbero inventato la pizza con gli ingredienti che avevano a disposizione nel medio-evo?

Così, tanto per chiedere, eh...

DDV
Jamie
2018-04-06 12:40:48 UTC
Permalink
Raw Message
Post by DDV
Post by Mardot
Cioe', dire che la cucina inglese fa schifo significa automaticamente
dire che gli inglesi sono una razza inferiore?
Non TUTTA la cucina inglese fa schifo, se quando ci vado non la mangio spesso è perché è cara a mazzate:-(
Mi fai un esempio di un piatto inglese che ti è piaciuto molto?
Io per esempio della cucina inglese adoro alcune influenze nel mondo
della pasticceria.
Post by DDV
A proposito della superiorità del nostro cibo contro quello di nazioni nordiche, c'è un concetto che è molto difficile da far recepire, ma ci provo nuovamente: credete che, se per un'ipotesi fantasmagorica, i napoletani fossero nati in inghilterra, avrebbero inventato la pizza con gli ingredienti che avevano a disposizione nel medio-evo?
Così, tanto per chiedere, eh...
Ma infatti la locazione geografica favorevole a mio avviso ha permesso
gran parte dello sviluppo della cucina. Qui abbiamo veramente di tutto,
questo ci ha indubbiamente favorito.
Mardot
2018-04-06 12:41:34 UTC
Permalink
Raw Message
Post by DDV
CUT
Post by Mardot
Cioe', dire che la cucina inglese fa schifo significa automaticamente
dire che gli inglesi sono una razza inferiore?
Non TUTTA la cucina inglese fa schifo, se quando ci vado non la mangio spesso è perché è cara a mazzate:-(
A proposito della superiorità del nostro cibo contro quello di nazioni nordiche, c'è un concetto che è molto difficile da far recepire, ma ci provo nuovamente: credete che, se per un'ipotesi fantasmagorica, i napoletani fossero nati in inghilterra, avrebbero inventato la pizza con gli ingredienti che avevano a disposizione nel medio-evo?
Così, tanto per chiedere, eh...
E tu credi che a me importi un fico secco?

Se siamo posizionati in una fascia climatica piu' felice, che consente
di coltivare piu' cose, di essere piu' felici per le maggiori giornate
di sole, per il mare, la neve, ecc......... cavoli loro, almeno questo
lo sara' un motivo oggettivo di inferiorita' (ambientale, non razziale),
per lo meno per chi, come me, crede e da' una certa importanza anche a
questi fattori.
Ghost Dog
2018-04-06 12:50:02 UTC
Permalink
Raw Message
Post by DDV
CUT
Post by Mardot
Cioe', dire che la cucina inglese fa schifo significa automaticamente
dire che gli inglesi sono una razza inferiore?
Non TUTTA la cucina inglese fa schifo, se quando ci vado non la mangio spesso è perché è cara a mazzate:-(
Ogni tanto sbagliano bene :)
Post by DDV
A proposito della superiorità del nostro cibo contro quello di nazioni nordiche, c'è un concetto che è molto difficile da far recepire, ma ci provo nuovamente: credete che, se per un'ipotesi fantasmagorica, i napoletani fossero nati in inghilterra, avrebbero inventato la pizza con gli ingredienti che avevano a disposizione nel medio-evo?
Così, tanto per chiedere, eh...
Bella teoria, mi piace!
Post by DDV
DDV
DDV
2018-04-06 11:51:22 UTC
Permalink
Raw Message
Il giorno venerdì 6 aprile 2018 10:41:14 UTC+2, Ghost Dog ha scritto:

CUT
E comunque aveva ragione Churchill, troppo spesso in Italia ci
nascondiamo dietro i fasti del passato e diamo importanza a cose che
importanti non lo sono per nascondere le(o consolarci delle) nostre magagne
Giusto...

Vale più una botta di "sono" che 100 botte di "ero"...

Immaginatelo in dialetto ligure, che purtroppo non parlo e non so scrivere, ma che ho sentito ripetere molte volte dalle mie nonne:-(

DDV
Ghost Dog
2018-04-06 12:52:10 UTC
Permalink
Raw Message
Post by DDV
CUT
E comunque aveva ragione Churchill, troppo spesso in Italia ci
nascondiamo dietro i fasti del passato e diamo importanza a cose che
importanti non lo sono per nascondere le(o consolarci delle) nostre magagne
Giusto...
Vale più una botta di "sono" che 100 botte di "ero"...
Immaginatelo in dialetto ligure, che purtroppo non parlo e non so scrivere, ma che ho sentito ripetere molte volte dalle mie nonne:-(
DDV
La saggezza popolare!
A tal proposito, gli inglesi per dire "paese che vai usanze che trovi "
dicono " "When in Rome, do as the Roman's do."(quando sei a Roma, fai
come i romani) e penso che spieghi molto di come possono sembrare
assurdi certi comportamenti quando sei in un paese straniero
Mardot
2018-04-06 12:56:36 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Ghost Dog
Post by DDV
CUT
E comunque aveva ragione Churchill, troppo spesso in Italia ci
nascondiamo dietro i fasti del passato e diamo importanza a cose che
importanti non lo sono per nascondere le(o consolarci delle) nostre magagne
Giusto...
Vale più una botta di "sono" che 100 botte di "ero"...
Immaginatelo in dialetto ligure, che purtroppo non parlo e non so
scrivere, ma che ho sentito ripetere molte volte dalle mie nonne:-(
DDV
La saggezza popolare!
A tal proposito, gli inglesi per dire "paese che vai usanze che trovi "
dicono " "When in Rome, do as the Roman's do."(quando sei a Roma, fai
come i romani) e penso che spieghi molto di come possono sembrare
assurdi certi comportamenti quando sei in un paese straniero
Andando per detti, potremmo dire "fai come il prete dice, non come il
prete fa", alludendo a come si sono somportati proprio gli inglesi nelle
colonie, cioe' esattamente al contrario di cio' che hai scritto sopra.
Ghost Dog
2018-04-06 13:10:56 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Mardot
Post by Ghost Dog
Post by DDV
CUT
E comunque aveva ragione Churchill, troppo spesso in Italia ci
nascondiamo dietro i fasti del passato e diamo importanza a cose che
importanti non lo sono per nascondere le(o consolarci delle) nostre magagne
Giusto...
Vale più una botta di "sono" che 100 botte di "ero"...
Immaginatelo in dialetto ligure, che purtroppo non parlo e non so
scrivere, ma che ho sentito ripetere molte volte dalle mie nonne:-(
DDV
La saggezza popolare!
A tal proposito, gli inglesi per dire "paese che vai usanze che trovi
" dicono " "When in Rome, do as the Roman's do."(quando sei a Roma,
fai come i romani) e penso che spieghi molto di come possono sembrare
assurdi certi comportamenti quando sei in un paese straniero
Andando per detti, potremmo dire "fai come il prete dice, non come il
prete fa", alludendo a come si sono somportati proprio gli inglesi nelle
colonie, cioe' esattamente al contrario di cio' che hai scritto sopra.
Guarda che non sto facendo "proverbi italiani contro proverbi inglesi",
ma semplicemente facendo notare come, nonostante una indubbia dose di
spocchia, gli inglesi riconoscono che nel mondo le cose sono diverse e a
volte ci si deve adeguare, anche se sembra assurdo.
Da come scrivi sembra che io mi sia lanciato in una apologia degli
inglesi, quando ho semplicemente preso in prestito la frase di uno di
loro. Per me quel che ha detto Churchill è valido a prescindere,
potrebbe averlo detta anche un tedesco, un francese, un ottomano,un
eschimese o la bestia bugblatta di Traal, rimane il fatto che IMHO
fotografa perfettamente una certa attitudine tutta italiana.
Mardot
2018-04-06 13:20:16 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Ghost Dog
Guarda che non sto facendo "proverbi italiani contro proverbi inglesi",
ma semplicemente facendo notare come, nonostante una indubbia dose di
spocchia, gli inglesi riconoscono che nel mondo le cose sono diverse e a
volte ci si deve adeguare, anche se sembra assurdo.
Si l'avevo capito, ma si limitano a dire la teoria! :-)
Post by Ghost Dog
Da come scrivi sembra che io mi sia lanciato in una apologia degli
inglesi, quando ho semplicemente preso in prestito la frase di uno di
loro.
No, avevo capito il tono con cui scrivevi, solo che ci tenevo a
controbattere con la stessa fermezza, par condicio english/italian.
Post by Ghost Dog
Per me quel che ha detto Churchill è valido a prescindere,
potrebbe averlo detta anche un tedesco, un francese, un ottomano,un
eschimese o la bestia bugblatta di Traal, rimane il fatto che IMHO
fotografa perfettamente una certa attitudine tutta italiana.
Certo, ma e' una visione (per fortuna nostra) parziale dell'italiano.
Per sfortuna nostra questa visione parziale ce l'hanno loro, che
praticamente ci valutano solo per questo. Ragion per cui io m'incazzo.
Ghost Dog
2018-04-06 13:26:10 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Mardot
Certo, ma e' una visione (per fortuna nostra) parziale dell'italiano.
Per sfortuna nostra questa visione parziale ce l'hanno loro, che
praticamente ci valutano solo per questo. Ragion per cui io m'incazzo.
E infatti mi faccio un punto d'onore di dimostrare ai miei clienti
stranieri che,se hanno quel preconcetto, sbagliano.
E ci riesco.
Mardot
2018-04-06 13:30:33 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Ghost Dog
Post by Mardot
Certo, ma e' una visione (per fortuna nostra) parziale dell'italiano.
Per sfortuna nostra questa visione parziale ce l'hanno loro, che
praticamente ci valutano solo per questo. Ragion per cui io m'incazzo.
E infatti mi faccio un punto d'onore di dimostrare ai miei clienti
stranieri che,se hanno quel preconcetto, sbagliano.
E ci riesco.
Io vado oltre :-D
Quando lvoravo in Siemens gli dimostravo, conti alla mano, che con il
nostro lavoro (Siemens Italia in giro per il mondo) pagavamo parte dei
loro stipendi in Germania.
Cosi' l'incazzatura passava di mano ;-)))
Renato_VBI
2018-04-05 19:39:49 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Ghost Dog
Post by Renato_VBI
Perdona l'ardire ma.... Con tutto il buon pane regionale e non che
facciamo in Italia proprio con questa "similschifezza" da morti di
fame vuoi andare a scontrarti.....
:-)
:-D
Che brutta cosa dal pessimo sapore razzista che hai scritto!
Mah..... io il "pessimo sapore razzista" non lo vedo....
Se tu lo vedi sono problemi tuoi.....
Post by Ghost Dog
Comunque se ti fai un viaggio in India, potresti scoprire che i "morti
di fame" hanno una cucina strepitosa, varia e complessa, che non ha
nulla da invidiare alla nostra.
Guarda che l'India l'ho visitata e ti assicuro che un naan cotto
all'aperto in una via di Calcutta non lo mangerei neanche dietro
minaccia di morte.
Post by Ghost Dog
Ed un Naan o un Chapati appena sfornati da un forno tandoori hanno un
profumo ed un sapore da far resuscitare i morti.
Di "profumi natuarali" a Calcutta ne ho sentiti parecchi.... e non
tutti provenienti da forni tandoori....
--
Ciao, Renato
Ghost Dog
2018-04-06 06:30:15 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Renato_VBI
Post by Ghost Dog
Post by Renato_VBI
Perdona l'ardire ma.... Con tutto il buon pane regionale e non che
facciamo in Italia proprio con questa "similschifezza" da morti di
fame vuoi andare a scontrarti.....
:-)
:-D
Che brutta cosa dal pessimo sapore razzista che hai scritto!
Mah..... io il "pessimo sapore razzista" non lo vedo....
Se tu lo vedi sono problemi tuoi.....
Il problema è se non ti rendi conto che apostrofare una nazione con
"morti di fame" significa essere razzisti.
Post by Renato_VBI
Post by Ghost Dog
Comunque se ti fai un viaggio in India, potresti scoprire che i "morti
di fame" hanno una cucina strepitosa, varia e complessa, che non ha
nulla da invidiare alla nostra.
Guarda che l'India l'ho visitata e ti assicuro che un naan cotto
all'aperto in una via di Calcutta non lo mangerei neanche dietro
minaccia di morte.
E qui ti dimostri di nuovo razzista, perchè l'India non è solo Calcutta
e non tutti i poveri sono sporchi.
Post by Renato_VBI
Post by Ghost Dog
Ed un Naan o un Chapati appena sfornati da un forno tandoori hanno un
profumo ed un sapore da far resuscitare i morti.
Di "profumi natuarali"  a Calcutta ne ho sentiti parecchi.... e non
tutti provenienti da forni tandoori....
E qui ti dimostri razzista per la terza volta, perchè basta che ti fai
un giro nelle vie di certe città italiane e di odoracci ne puoi trovare
quanti ne vuoi.

ma chiudiamola qui, ognuno ha la sensibilità che si merita.
GD
Renato_VBI
2018-04-06 08:12:08 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Ghost Dog
Post by Renato_VBI
Post by Ghost Dog
Post by Renato_VBI
Perdona l'ardire ma.... Con tutto il buon pane regionale e non che
facciamo in Italia proprio con questa "similschifezza" da morti di
fame vuoi andare a scontrarti.....
:-)
:-D
Che brutta cosa dal pessimo sapore razzista che hai scritto!
Mah..... io il "pessimo sapore razzista" non lo vedo....
Se tu lo vedi sono problemi tuoi.....
Il problema è se non ti rendi conto che apostrofare una nazione con
"morti di fame" significa essere razzisti.
Ma per favore.....
Post by Ghost Dog
Post by Renato_VBI
Post by Ghost Dog
Comunque se ti fai un viaggio in India, potresti scoprire che i
"morti di fame" hanno una cucina strepitosa, varia e complessa, che
non ha nulla da invidiare alla nostra.
Guarda che l'India l'ho visitata e ti assicuro che un naan cotto
all'aperto in una via di Calcutta non lo mangerei neanche dietro
minaccia di morte.
E qui ti dimostri di nuovo razzista, perchè l'India non è solo Calcutta
e non tutti i poveri sono sporchi.
Ma per favore.....
Post by Ghost Dog
Post by Renato_VBI
Post by Ghost Dog
Ed un Naan o un Chapati appena sfornati da un forno tandoori hanno un
profumo ed un sapore da far resuscitare i morti.
Di "profumi natuarali"  a Calcutta ne ho sentiti parecchi.... e non
tutti provenienti da forni tandoori....
E qui ti dimostri razzista per la terza volta, perchè basta che ti fai
un giro nelle vie di certe città italiane e di odoracci ne puoi trovare
quanti ne vuoi.
E tu immaginati pure Calcutta come la "citta' della Gioia" come ti
propinano i depliant delle agenzie di viaggi.....
Post by Ghost Dog
ma chiudiamola qui, ognuno ha la sensibilità che si merita.
GD
Esatto.....
Se anche il nostro piccolo paradiso in terra sta diventando quello che
sta diventando (e non solo dal punto di vista culinario) e' proprio per
"personcine" che vedono il razzismo ovunque ed in ogni cosa non
accorgendosi che talvolta e' meglio dire pane al pane che non rendersi
conto dei danni inimmaginabili che stiamo facendo.....

Vabbe', per me la chiudo qui.....
--
Ciao, Renato
Ghost Dog
2018-04-06 08:46:53 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Renato_VBI
Post by Ghost Dog
E qui ti dimostri di nuovo razzista, perchè l'India non è solo
Calcutta e non tutti i poveri sono sporchi.
Ma per favore.....
Quindi per te l'India è un paese popolato solo da straccioni e morti di
fame....
Post by Renato_VBI
Post by Ghost Dog
E qui ti dimostri razzista per la terza volta, perchè basta che ti fai
un giro nelle vie di certe città italiane e di odoracci ne puoi
trovare quanti ne vuoi.
E tu immaginati pure Calcutta come la "citta' della Gioia" come ti
propinano i depliant delle agenzie di viaggi.....
E italiani "pizza e mandolino"
Post by Renato_VBI
Post by Ghost Dog
ma chiudiamola qui, ognuno ha la sensibilità che si merita.
GD
Esatto.....
Se anche il nostro piccolo paradiso in terra sta diventando quello che
sta diventando (e non solo dal punto di vista culinario) e' proprio per
"personcine" che vedono il razzismo ovunque ed in ogni cosa non
accorgendosi che talvolta e' meglio dire pane al pane che non rendersi
conto dei danni inimmaginabili che stiamo facendo.....
Quindi secondo te per eviatre danni bisogna fare di tutta un'erba un fascio.
Ti rendi conto che, in base a questo ragionamento, qualunque straniero
può darti del mafioso?
Jamie
2018-04-06 12:41:37 UTC
Permalink
Raw Message
On 06/04/2018 10:12, Renato_VBI wrote:

che non rendersi
Post by Renato_VBI
conto dei danni inimmaginabili che stiamo facendo.....
a che cosa ti riferisci nella fattispecie?
Ludwig
2018-04-06 10:32:22 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Ghost Dog
Post by Renato_VBI
Perdona l'ardire ma.... Con tutto il buon pane regionale e non che
facciamo in Italia proprio con questa "similschifezza" da morti di
fame vuoi andare a scontrarti.....
:-)
:-D
Che brutta cosa dal pessimo sapore razzista che hai scritto!
Comunque se ti fai un viaggio in India, potresti scoprire che i "morti
di fame" hanno una cucina strepitosa, varia e complessa, che non ha
nulla da invidiare alla nostra.
Ed un Naan o un Chapati appena sfornati da un forno tandoori hanno un
profumo ed un sapore da far resuscitare i morti.
Si stava parlando di pani (naan) che se fatti male sono gommosi e per
niente buoni e mi vieni a tirare fuori il razzismo e e i tuoi viaggi in
India.

Se non sbaglio il naan che mangiamno qui da noi non è nemmeno il lontano
parente di quello appena sfornato direttamente da tandoori.

Come il pane della gdo non ha niente a che vedere con un Altamura appena
sfornato da un forno a legna.

E dire che il naan che mediamente si mangia qui (perchè di questo si
stava parlando) è una schifezza, è cosa sacrosanta.

Senza trovare in questo forme di razzismo, patrottismo o altro.

Bye, Ludwig.
Er Capoccetta
2018-04-06 11:10:37 UTC
Permalink
Raw Message
Se non sbaglio il naan che mangiamno qui da noi non è nemmeno il lontano
parente di quello appena sfornato direttamente da tandoori.


Il naan che si mangia qui lo si trova nei ristoranti indiani col forno tandoori. Non richiedendo particolari ingredienti indiani introvabili, se il naaniere è bravo viene molto buono e indistinguibile dall'originale.
Ghost Dog
2018-04-06 12:56:12 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Ludwig
Si stava parlando di pani (naan) che se fatti male sono gommosi e per
niente buoni e mi vieni a tirare fuori il razzismo e e i tuoi viaggi in
India.
No, si stava parlando di Naan e un utente ha scritto che chi lo ha
inventato (gli indiani) sono un popolo di morti di fame.
Quindi se qualcuno è uscito dal seminato non è il sottoscritto
Post by Ludwig
Se non sbaglio il naan che mangiamno qui da noi non è nemmeno il lontano
parente di quello appena sfornato direttamente da tandoori.
Come il pane della gdo non ha niente a che vedere con un Altamura appena
sfornato da un forno a legna.
E dire che il naan che mediamente si mangia qui (perchè di questo si
stava parlando) è una schifezza, è cosa sacrosanta.
Non è la tesi che ho confutato.
Se dici che il naan che mangi qui fa schifo posso essere/non essere
d'accordo ma la cosa mi lascia indifferente, se scrivi che il naan è una
cosa da morti di fame (gli indiani) per me sei razzista
Post by Ludwig
Senza trovare in questo forme di razzismo, patrottismo o altro.
Leggi sopra
scheimpflug
2018-04-05 20:00:13 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Renato_VBI
Post by Jamie
Qualcuno possiede una ricetta affidabile per un buon pane naan? Mi
piace molto ma non sono mai riuscita a farne uno buono come quello che
ho mangiato eoni fa in un ristorante indiano.
200 gr farina
1/2 cucchiaino di sale
3/4 di cucchiaino di maizena
la punta di un cucchiaino di bicarbonato di sodio
3/4 di cucchiaino di lievito in polvere
1 cucchiaino di timo (facoltativo, mettere se desiderate un pane più
aromatico e con più personalità)
2 cucchiai yogurt intero
2 cucchiai di olio vegetale
acqua qb
Ora è parecchio che non lo faccio ma ricordo di non esserne mai
rimasta particolarmente soddisfatta.
Perdona l'ardire ma.... Con tutto il buon pane regionale e non che
facciamo in Italia proprio con questa "similschifezza" da morti di fame
vuoi andare a scontrarti.....
:-)
:-D
classica mentalità IHC che fa scappare le persone e uccide il gruppo. Ci
sono millemila pani migliori dei nostri regionali che sono spesso delle
vere e proprie schifezze fatte con scarsa professionalità. Anche qui i
francesi ci ammazzano con le loro superbe baguette fatte sempre a regola
d'arte. La cucina è anche divertimento e curiosità, pensa che esiste(va)
un newsgroup che si chiama proprio it **hobby** cucina
Er Capoccetta
2018-04-05 20:54:48 UTC
Permalink
Raw Message
Post by scheimpflug
Post by Renato_VBI
Post by Jamie
Qualcuno possiede una ricetta affidabile per un buon pane naan? Mi
piace molto ma non sono mai riuscita a farne uno buono come quello che
ho mangiato eoni fa in un ristorante indiano.
200 gr farina
1/2 cucchiaino di sale
3/4 di cucchiaino di maizena
la punta di un cucchiaino di bicarbonato di sodio
3/4 di cucchiaino di lievito in polvere
1 cucchiaino di timo (facoltativo, mettere se desiderate un pane più
aromatico e con più personalità)
2 cucchiai yogurt intero
2 cucchiai di olio vegetale
acqua qb
Ora è parecchio che non lo faccio ma ricordo di non esserne mai
rimasta particolarmente soddisfatta.
Perdona l'ardire ma.... Con tutto il buon pane regionale e non che
facciamo in Italia proprio con questa "similschifezza" da morti di fame
vuoi andare a scontrarti.....
:-)
:-D
classica mentalità IHC che fa scappare le persone e uccide il gruppo. Ci
sono millemila pani migliori dei nostri regionali che sono spesso delle
vere e proprie schifezze fatte con scarsa professionalità.
per non parlare del pane della gdo precotto e di provenienza ignota, tipicamente simile a cartone ma consumatissimo. e effettivamente certi "pani regionali" sono spesso ignobili
Ghost Dog
2018-04-06 06:40:27 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Er Capoccetta
per non parlare del pane della gdo precotto e di provenienza ignota, tipicamente simile a cartone ma consumatissimo. e effettivamente certi "pani regionali" sono spesso ignobili
Ho presentato alcuni progetti per punti vendita GDO con la
"panetteria":nel 99% dei casi riscaldano pane precotto, di cui fanno
solo la "doratura" (termine tecnico, non inventato da me).
La regola imprenscindibile è che la "panetteria" si mette nel punto più
lontano dalla cassa, così il cliente è obbligato ad attraversare il
punto vendita, così è più esposto alla tentazione di acquistare anche
cose che non gli servono, e le macchine di doratura (anche qui,
tecnicamente,non vengono definite "forni") che emettono solo vapori,
hanno un camino che "spara", spesso con areazione forzata per mandarlo
più lontano, il profumo del pane appena appena scaldato in tutto il
punto vendita, così da invogliare il cliente a raggiungere la panetteria
e acquistare.
parlando con uno dei fornitori dei suddetti macchinari, mi raccontava
che ormai tantissime "panetterie" classiche ormai usano quella tecnica,
e la clientela pensa ancora di acquistare prodotti artigianali.
in sostanza li si vende pane surgelato e riscaldato, con buona pace di
chi crede che in Italia il pane sia sempre il top.
DDV
2018-04-06 07:14:48 UTC
Permalink
Raw Message
Il giorno venerdì 6 aprile 2018 08:40:30 UTC+2, Ghost Dog ha scritto:

CUT
Post by Ghost Dog
parlando con uno dei fornitori dei suddetti macchinari, mi raccontava
che ormai tantissime "panetterie" classiche ormai usano quella tecnica,
e la clientela pensa ancora di acquistare prodotti artigianali.
in sostanza li si vende pane surgelato e riscaldato, con buona pace di
chi crede che in Italia il pane sia sempre il top.
Purtroppo è vero, almeno dalle mie parti.

Dopo aver girato varie panetterie della mia cittàdina, ne ho scelto una in cui il pane appena comprato sembra mangiabile: altro discorso il giorno dopo, quando si percepisce il sapore "industriale".

Stesso discorso con la focaccia, che non ha niente a che vedere con quella che mangiavo da bambina. C'è un unico negozio di alimentari, che fa delle squisitezze "all'antica", ma è piuttosto scomodo da raggiungere e caro come il fuoco; forse in centri più gradi c'è ancora la possibilità di trovare qualche "top"...

DDV
Ghost Dog
2018-04-06 07:47:32 UTC
Permalink
Raw Message
Post by DDV
CUT
Post by Ghost Dog
parlando con uno dei fornitori dei suddetti macchinari, mi raccontava
che ormai tantissime "panetterie" classiche ormai usano quella tecnica,
e la clientela pensa ancora di acquistare prodotti artigianali.
in sostanza li si vende pane surgelato e riscaldato, con buona pace di
chi crede che in Italia il pane sia sempre il top.
Purtroppo è vero, almeno dalle mie parti.
Dopo aver girato varie panetterie della mia cittàdina, ne ho scelto una in cui il pane appena comprato sembra mangiabile: altro discorso il giorno dopo, quando si percepisce il sapore "industriale".
Purtroppo anche chi non ha le macchine di doratura di solito non
impasta, ma compra preparati semifreschi industriali, impastati in
grossi centri che poi consegnano la pasta pronta alla cottura, in forno
elettrico.
va da se che, alla fine, il pane è tutto uguale.
Ho un solo cliente (azienda familiare) che ancora fa tutto lui, e
onestamente tutte le volte che siamo a combattere con l'ASL per tutte
le menate che gli fanno,considerando la vita che fanno e quanto
guadagnano mi chiedo chi glie lo fa fare di lavorare tutte le notti...
Post by DDV
Stesso discorso con la focaccia, che non ha niente a che vedere con quella che mangiavo da bambina. C'è un unico negozio di alimentari, che fa delle squisitezze "all'antica", ma è piuttosto scomodo da raggiungere e caro come il fuoco; forse in centri più gradi c'è ancora la possibilità di trovare qualche "top"...
IMHO è più facile nei piccoli paesi con ancora un minimo di tradizione e
costi di gestione più umani
Post by DDV
DDV
Jamie
2018-04-06 12:37:23 UTC
Permalink
Raw Message
Post by DDV
CUT
Post by Ghost Dog
parlando con uno dei fornitori dei suddetti macchinari, mi raccontava
che ormai tantissime "panetterie" classiche ormai usano quella tecnica,
e la clientela pensa ancora di acquistare prodotti artigianali.
in sostanza li si vende pane surgelato e riscaldato, con buona pace di
chi crede che in Italia il pane sia sempre il top.
Purtroppo è vero, almeno dalle mie parti.
Dopo aver girato varie panetterie della mia cittàdina, ne ho scelto una in cui il pane appena comprato sembra mangiabile: altro discorso il giorno dopo, quando si percepisce il sapore "industriale".
Proprio due giorni fa ho comprato, in un piccolo supermarket che ha il
reparto pane che si rifornisce da forni del circondario*, un semplice
filoncino di pane. Era già tagliato a metà e quindi ho potuto vederne la
mollica ed anche guardandolo da lontano mi sono accorta che era proprio
il tipo che può piacere a me. Non mi sono sbagliata: arrivata a casa ho
constatato che la mollica era la più eterea possibile, una fetta di
medie dimensioni non pesava più di 30 gr.
Il giorno dopo la crosta si era un po' ammorbidita ma la mollica è
rimasta sofficissima. Questo secondo me era un ottimo pane. Unica nota,
dal punto di vista del sapore era piuttosto anonimo, d'altra parte era
fatto di semplice farina bianca.

*al momento però mi trovo nella mia terra natìa.
Mardot
2018-04-06 08:19:13 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Er Capoccetta
Post by scheimpflug
Post by Renato_VBI
Perdona l'ardire ma.... Con tutto il buon pane regionale e non che
facciamo in Italia proprio con questa "similschifezza" da morti di fame
vuoi andare a scontrarti.....
:-)
:-D
Ammetterai Renato che questa non ti e' uscita proprio felice eh? :-)
Post by Er Capoccetta
Post by scheimpflug
classica mentalità IHC che fa scappare le persone e uccide il gruppo.
In natura sopravvive chi si adatta, gli altri si estinguono.
Post by Er Capoccetta
Post by scheimpflug
Ci
sono millemila pani migliori dei nostri regionali che sono spesso delle
vere e proprie schifezze fatte con scarsa professionalità.
Verissimo, cosi' come e' verissimo nella ventina di regioni italiane ci
sono piu' varieta' di pane che nella somma di tutto il resto del mondo.

Quindi?
Post by Er Capoccetta
per non parlare del pane della gdo precotto e di provenienza ignota, tipicamente simile a cartone ma consumatissimo. e effettivamente certi "pani regionali" sono spesso ignobili
Verissimo, esiste un posto del mondo fatto solo di eccellenze?

Parere mio?
Avete preso una deriva populista, tutti quanti :-D
Renato_VBI
2018-04-06 10:36:16 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Mardot
Post by Renato_VBI
Perdona l'ardire ma.... Con tutto il buon pane regionale e non che
facciamo in Italia proprio con questa "similschifezza" da morti di fame
vuoi andare a scontrarti.....
:-)
:-D
Ammetterai Renato che questa non ti e' uscita proprio felice eh? :-)
Ma e' quello che penso.....
Qui parliamo di farine esoteriche, di lieviti madre a pesatura da
orefice, di pani particolari per forma, profumo e digeribilita', di
cotture fantascientifiche con millenni di storia alle spalle e poi ci
si va a schiantare su un qualcosa che IMO non si puo' chiamare pane solo
perche' ha il fascino dello "straniero" che ci deve civilizzare.....
Mi ricorda tanto una delle sparate della Boldrini.....
Post by Mardot
Parere mio?
Avete preso una deriva populista, tutti quanti :-D
In effetti.... Probabilmente con la mia "uscita", considerata
inopportuna dai piu', ho sollevato il classico coperchio del vaso di
Pandora.
Ci si rilegge di la'.
Buona prosecuzione
Ciauz
--
Ciao, Renato
Jamie
2018-04-06 12:29:57 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Renato_VBI
Ma e' quello che penso.....
Qui parliamo di farine esoteriche, di lieviti madre a pesatura da
orefice, di pani particolari per forma, profumo e digeribilita', di
cotture fantascientifiche con millenni di storia alle spalle e poi ci
si va a schiantare su un qualcosa che IMO non si puo' chiamare pane solo
perche' ha il fascino dello "straniero" che ci deve civilizzare.....
Quanto casino...per la semplice richiesta della ricetta di un pane che
ho assaggiato e mi è piaciuto! Ma dov'è che qualcuno ha messo in dubbio
la bontà del pane italiano? Dov'è che qualcuno ha pensato che "lo
straniero ci deve civilizzare"?!
Sei proprio fuori strada. L'unico che ha fatto un'uscita un po' infelice
sei tu, ma io pensavo che fosse una battuta invece vedo con un certo
dispiacere che stavi dicendo proprio sul serio.
E' lecito pensare che la cucina italiana sia una delle migliori al
mondo, perché siamo quasi nel campo dell'oggettività; un po' meno lecito
denigrare cultura, abitudini, cucine altrui.
Forse allargare un po' i confini mentali non ti farebbe male, lo dico
con la massima simpatia possibile.
Mardot
2018-04-06 12:46:11 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Renato_VBI
Post by Mardot
Post by Renato_VBI
Perdona l'ardire ma.... Con tutto il buon pane regionale e non che
facciamo in Italia proprio con questa "similschifezza" da morti di fame
vuoi andare a scontrarti.....
:-)
:-D
Ammetterai Renato che questa non ti e' uscita proprio felice eh? :-)
Ma e' quello che penso.....
Qui parliamo di farine esoteriche, di lieviti madre a pesatura da
orefice, di pani particolari per forma, profumo e digeribilita', di
cotture fantascientifiche con millenni di storia alle spalle  e poi ci
si va a schiantare su un qualcosa che IMO non si puo' chiamare pane solo
perche' ha il fascino dello "straniero" che ci deve civilizzare.....
Mi ricorda tanto una delle sparate della Boldrini.....
Post by Mardot
Parere mio?
Avete preso una deriva populista, tutti quanti :-D
In effetti.... Probabilmente con la mia "uscita", considerata
inopportuna dai piu', ho sollevato il classico coperchio del vaso di
Pandora.
Ci si rilegge di la'.
Buona prosecuzione
Ciauz
Ma infatti non avevo alcun dubbio su cio' che intendevi veramente e,
come spesso dico, non bisogna pesalre col bilancino da orefice le parole
che si scrivono/leggono in rete.

Comunque leggiamoci anche di qua, va'! ;-)
Jamie
2018-04-06 12:31:18 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Er Capoccetta
per non parlare del pane della gdo precotto e di provenienza ignota, tipicamente simile a cartone ma consumatissimo. e effettivamente certi "pani regionali" sono spesso ignobili
per esempio io detesto il pane tipo ferrarese :P (adesso Giampaolo mi
spella XD)
Er Capoccetta
2018-04-06 12:58:01 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Jamie
Post by Er Capoccetta
per non parlare del pane della gdo precotto e di provenienza ignota, tipicamente simile a cartone ma consumatissimo. e effettivamente certi "pani regionali" sono spesso ignobili
per esempio io detesto il pane tipo ferrarese :P (adesso Giampaolo mi
spella XD)
stavo per citare proprio quello: è quel pane (insipido) che esplode tipo schrnapnel quando cerchi di mangiarlo vero?
Jamie
2018-04-06 13:00:06 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Er Capoccetta
Post by Jamie
Post by Er Capoccetta
per non parlare del pane della gdo precotto e di provenienza ignota, tipicamente simile a cartone ma consumatissimo. e effettivamente certi "pani regionali" sono spesso ignobili
per esempio io detesto il pane tipo ferrarese :P (adesso Giampaolo mi
spella XD)
stavo per citare proprio quello: è quel pane (insipido) che esplode tipo schrnapnel quando cerchi di mangiarlo vero?
LOL
non so cosa sia uno schrnapnel ma secondo me è proprio quello
Mardot
2018-04-06 13:21:25 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Er Capoccetta
Post by Jamie
Post by Er Capoccetta
per non parlare del pane della gdo precotto e di provenienza ignota, tipicamente simile a cartone ma consumatissimo. e effettivamente certi "pani regionali" sono spesso ignobili
per esempio io detesto il pane tipo ferrarese :P (adesso Giampaolo mi
spella XD)
stavo per citare proprio quello: è quel pane (insipido) che esplode tipo schrnapnel quando cerchi di mangiarlo vero?
beh anche il toscano senza sale per apprezzarlo lo devi mangiare con
qualcosa di molto saporito, altrimenti fa schifo non sa di nulla
Giampaolo Natali
2018-04-06 13:46:07 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Er Capoccetta
Post by Jamie
Post by Er Capoccetta
per non parlare del pane della gdo precotto e di provenienza ignota,
tipicamente simile a cartone ma consumatissimo. e effettivamente certi
"pani regionali" sono spesso ignobili
per esempio io detesto il pane tipo ferrarese :P (adesso Giampaolo mi
spella XD)
stavo per citare proprio quello: è quel pane (insipido) che esplode tipo
schrnapnel quando cerchi di mangiarlo vero?
Insipido il pane ferrarese?

Se mi parli del toscano, del pugliese, del ciociaro, ecc. ecc. i sta bene,
ma certamente NON il pane emiliano in generale e ferrarese in particolare.
Poi.........de gustibus, ecc. ecc., nessun problema.
In ogni caso 3 coppie (viene chiamato così in quanto sembrano due pezzi di
pane incollati fra di loro) dimenticati nell'armadietto nell'appartamento al
mare, Portogaribaldi per la precisione, le ho mangiate dopo 3 settimane ed
erano ancora edibilissime. Appena meno croccanti.
Certo che se sei abituato a mangiare un tipo di pane con umidità fra il 18 e
il 20%, crosta esterna magari tipo acciaio inossidabile oppure pneumatico
per auto, beh, chiaro che la coppia ferrarese non ti piacerà mai.
P.S. - io sono bolognese DOC e orgoglioso di esserlo. Ma obiettività vuole
che, obtorto collo, debba riconoscere la superiore qualità della coppia
ferrarese.
--
Giampaolo Natali
***@alice.it
Jamie
2018-04-06 13:48:45 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Giampaolo Natali
Post by Er Capoccetta
Post by Jamie
Post by Er Capoccetta
per non parlare del pane della gdo precotto e di provenienza ignota,
tipicamente simile a cartone ma consumatissimo. e effettivamente certi
"pani regionali" sono spesso ignobili
per esempio io detesto il pane tipo ferrarese :P (adesso Giampaolo mi
spella XD)
stavo per citare proprio quello: è quel pane (insipido) che esplode tipo
schrnapnel quando cerchi di mangiarlo vero?
Insipido il pane ferrarese?
Se mi parli del toscano, del pugliese, del ciociaro, ecc. ecc. i sta
bene, ma certamente NON il pane emiliano in generale e ferrarese in
particolare.
Pane pugliese e/o ciociaro insipido? Suvvia non bestemmiare!
Post by Giampaolo Natali
Poi.........de gustibus, ecc. ecc., nessun problema.
In ogni caso 3 coppie (viene chiamato così in quanto sembrano due pezzi
di pane incollati fra di loro) dimenticati nell'armadietto
nell'appartamento al mare, Portogaribaldi per la precisione, le ho
mangiate dopo 3 settimane ed erano ancora edibilissime. Appena meno
croccanti.
Ma te credo, è come un grissino.
Post by Giampaolo Natali
Certo che se sei abituato a mangiare un tipo di pane con umidità fra il
18 e il 20%, crosta esterna magari tipo acciaio inossidabile oppure
pneumatico per auto, beh, chiaro che la coppia ferrarese non ti piacerà
mai.
P.S. - io sono bolognese DOC e orgoglioso di esserlo. Ma obiettività
vuole che, obtorto collo, debba riconoscere la superiore qualità della
coppia ferrarese.
Ti prego, non è manco ascrivibile alla categoria pane secondo me.
E comunque c'è lo strutto, è normale che sia più saporito rispetto ad un
pane fatto solo con acqua, farina e sale.
f***@yahoo.it
2018-04-05 11:50:23 UTC
Permalink
Raw Message
me la vedo la tua amica, nel suo villaggio
del pradesh ngulajessh, che dice alla nonna,
devo fare il pane naan, mi passi
Post by Jamie
3/4 di cucchiaino di maizena
la punta di un cucchiaino di bicarbonato di sodio
3/4 di cucchiaino di lievito in polvere
felicepago

piadi na an
.
Jamie
2018-04-05 11:55:39 UTC
Permalink
Raw Message
Post by f***@yahoo.it
me la vedo la tua amica, nel suo villaggio
del pradesh ngulajessh, che dice alla nonna,
devo fare il pane naan, mi passi
Post by Jamie
3/4 di cucchiaino di maizena
la punta di un cucchiaino di bicarbonato di sodio
3/4 di cucchiaino di lievito in polvere
ahaha vabbè, in verità mi ha detto che la ricetta gliel'ha passata una
signora indiana, non pensare che tutti gli indiani siano poverissimi ed
abitino in un villaggio sperduto eh
f***@yahoo.it
2018-04-05 12:04:27 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Jamie
ahaha vabbè, in verità mi ha detto che la ricetta gliel'ha passata una
signora indiana, non pensare che tutti gli indiani siano poverissimi ed
abitino in un villaggio sperduto eh
non e' questo il punto

te vuoi fare un pane,
che da quelle parti fanno da migliaia di anni, IMHO eh,
e ci vuoi mettere quelle cose ?

non stai facendo il pane naan,
e manco la tua amica,
e manco la sua amica indiana

ps:
viva gli spaghetti al ragù !
ragù rigorosamente bianco

o il pane di altamura con la manitoba !


felicepago

indisciplinatore
.
Jamie
2018-04-05 12:11:02 UTC
Permalink
Raw Message
Post by f***@yahoo.it
non e' questo il punto
te vuoi fare un pane,
che da quelle parti fanno da migliaia di anni, IMHO eh,
e ci vuoi mettere quelle cose ?
ma lo faranno pure da migliaia di anni, però anche loro si saranno
evoluti ed avranno modificato qualcosa.
cambia qualcosa se dico che voglio fare un pane naan moderno?
Post by f***@yahoo.it
non stai facendo il pane naan,
e manco la tua amica,
e manco la sua amica indiana
viva gli spaghetti al ragù !
ragù rigorosamente bianco
o il pane di altamura con la manitoba !
ahò ma che palle 'sti discorsi eh.
f***@yahoo.it
2018-04-05 12:12:36 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Jamie
Post by f***@yahoo.it
o il pane di altamura con la manitoba !
ahò ma che palle 'sti discorsi eh.
mi scusi


felicepago

.
scheimpflug
2018-04-05 19:53:05 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Jamie
Qualcuno possiede una ricetta affidabile per un buon pane naan? Mi piace
molto ma non sono mai riuscita a farne uno buono come quello che ho
mangiato eoni fa in un ristorante indiano.
200 gr farina
1/2 cucchiaino di sale
3/4 di cucchiaino di maizena
la punta di un cucchiaino di bicarbonato di sodio
3/4 di cucchiaino di lievito in polvere
1 cucchiaino di timo (facoltativo, mettere se desiderate un pane più
aromatico e con più personalità)
2 cucchiai yogurt intero
2 cucchiai di olio vegetale
acqua qb
Ora è parecchio che non lo faccio ma ricordo di non esserne mai rimasta
particolarmente soddisfatta.
ma non ci hai detto come lo cuoci questo naan.
Semplificherei di molto la ricetta: farina 00 paragonabile a quella che
in india chiamano maida (non servono molte proteine, poi ci sono anche i
naan di farine miste etc etc), lievito di birra, acqua, olio. Se vuoi
puoi aggiungere latte o yogurt. Fai un impasto molto idratato, a meno
che tu abbia un tandoori allora puoi scendere un po' con l'idratazione,
starei sul 90%. Lasci lievitare (puoi partire il giorno prima eh),
sgonfi, formi i panetti e rifai lievitare.

Cottura:

1) forno alla massima potenza, formi i naan, li metti in teglia e
inforni il più vicino possibile alla fonte di calore. 2/3 minuti, giri i
naan, 30" finito. Se hai gli accrocchi per la pizza in casa (mattonelle
refrattarie e similari) usali.

2) fornello, stendi il tuo naan su una griglia a maglie fitte e lo cuoci
sulla fiamma viva
Jamie
2018-04-05 20:06:45 UTC
Permalink
Raw Message
Post by scheimpflug
ma non ci hai detto come lo cuoci questo naan.
lo mettevo su una "piastra" ben riscaldata
Post by scheimpflug
Semplificherei di molto la ricetta: farina 00 paragonabile a quella che
in india chiamano maida (non servono molte proteine, poi ci sono anche i
naan di farine miste etc etc), lievito di birra, acqua, olio. Se vuoi
puoi aggiungere latte o yogurt. Fai un impasto molto idratato, a meno
che tu abbia un tandoori allora puoi scendere un po' con l'idratazione,
starei sul 90%. Lasci lievitare (puoi partire il giorno prima eh),
sgonfi, formi i panetti e rifai lievitare.
1) forno alla massima potenza, formi i naan, li metti in teglia e
inforni il più vicino possibile alla fonte di calore. 2/3 minuti, giri i
naan, 30" finito. Se hai gli accrocchi per la pizza in casa (mattonelle
refrattarie e similari) usali.
così mi sembra una cosa più simile alla pita sai...
penso che uno dei pregi del naan sia la rapidità con cui può essere
preparato, senza lunghe attese, però indubbiamente un processo come il
tuo potrebbe migliorarne il risultato finale
Post by scheimpflug
2) fornello, stendi il tuo naan su una griglia a maglie fitte e lo cuoci
sulla fiamma viva
questo non lo farei, la farina bruciata è molto dannosa.
scheimpflug
2018-04-05 20:14:02 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Jamie
così mi sembra una cosa più simile alla pita sai...
penso che uno dei pregi del naan sia la rapidità con cui può essere
preparato, senza lunghe attese, però indubbiamente un processo come il
tuo potrebbe migliorarne il risultato finale
la rapidità di preparazione è finalizzata alla cottura ad altissima
temperatura. Puoi farti un tandoori in giardino con i vasi di coccio,
quelli dei fiori. Cercati i tutorial su YT
Post by Jamie
Post by scheimpflug
2) fornello, stendi il tuo naan su una griglia a maglie fitte e lo cuoci
sulla fiamma viva
questo non lo farei, la farina bruciata è molto dannosa.
non lo abbandoni sulla fiamma, lo muovi in continuazione proprio per non
carbonizzarlo
Jamie
2018-04-06 12:22:15 UTC
Permalink
Raw Message
Post by scheimpflug
la rapidità di preparazione è finalizzata alla cottura ad altissima
temperatura. Puoi farti un tandoori in giardino con i vasi di coccio,
quelli dei fiori. Cercati i tutorial su YT
certo...quando avrò un giardino :-D
Post by scheimpflug
Post by Jamie
Post by scheimpflug
2) fornello, stendi il tuo naan su una griglia a maglie fitte e lo cuoci
sulla fiamma viva
questo non lo farei, la farina bruciata è molto dannosa.
non lo abbandoni sulla fiamma, lo muovi in continuazione proprio per non
carbonizzarlo
questo è sicuro
f***@yahoo.it
2018-04-06 12:28:15 UTC
Permalink
Raw Message
Post by scheimpflug
non lo abbandoni sulla fiamma, lo muovi in continuazione proprio per non
carbonizzarlo
sempre in un forno tandoori ?


felicepago

indiano
,
Jamie
2018-04-06 12:38:17 UTC
Permalink
Raw Message
Post by f***@yahoo.it
Post by scheimpflug
non lo abbandoni sulla fiamma, lo muovi in continuazione proprio per non
carbonizzarlo
sempre in un forno tandoori ?
no stava parlando di poggiarlo su una griglia a maglie fini direttamenta
sulla fiamma.
Ghost Dog
2018-04-06 13:00:27 UTC
Permalink
Raw Message
Post by f***@yahoo.it
Post by scheimpflug
non lo abbandoni sulla fiamma, lo muovi in continuazione proprio per non
carbonizzarlo
sempre in un forno tandoori ?
felicepago
indiano
,
nel forno tandoori non lo cuoci sulla fiamma viva, lo "spatasci" sulla
parete.

f***@yahoo.it
2018-04-06 13:03:18 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Ghost Dog
nel forno tandoori non lo cuoci sulla fiamma viva, lo "spatasci" sulla
parete.
dio benedica usenet


felicepago

sarcazzo
.
Jamie
2018-04-06 13:08:56 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Ghost Dog
nel forno tandoori non lo cuoci sulla fiamma viva, lo "spatasci" sulla
parete.
http://youtu.be/vAexc5txf78
però si brucia eccome, le bolle d'aria in particolare. Quella roba nera
fa malissimo.
Ghost Dog
2018-04-06 13:13:39 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Jamie
Post by Ghost Dog
nel forno tandoori non lo cuoci sulla fiamma viva, lo "spatasci" sulla
parete.
http://youtu.be/vAexc5txf78
però si brucia eccome, le bolle d'aria in particolare. Quella roba nera
fa malissimo.
Però è anche buonissima.
Personalmente non mi ci fisso troppo, non è che mangio tutti i giorni
roba carbonizzata e quando mi capita, se fa parte del "pacchetto", me la
godo.
Jamie
2018-04-06 13:31:24 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Ghost Dog
Però è anche buonissima.
La parte nera? Non so come fai a dirlo, io la trovo mediamente
disgustosa: sa appunto di solo di bruciato, come può essere buona?
Post by Ghost Dog
Personalmente non mi ci fisso troppo, non è che mangio tutti i giorni
roba carbonizzata e quando mi capita, se fa parte del "pacchetto", me la
godo.
Certamente la dose fa il veleno, ma in generale con l'acrilammide è
meglio non scherzare.
Ghost Dog
2018-04-06 14:01:00 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Jamie
Post by Ghost Dog
Però è anche buonissima.
La parte nera? Non so come fai a dirlo, io la trovo mediamente
disgustosa: sa appunto di solo di bruciato, come può essere buona?
Durante la masticazione il sapore amaro si mischia con quello del pane e
si amalgama in un connubio secondo me delizioso.
va detto che la sensibilità all'amaro varia molto da individuo a
individuo e pare sia influenzata dalla genetica, per cui ci sta la
differenza di apprezzamento.
Jamie
2018-04-06 14:03:09 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Ghost Dog
Durante la masticazione il sapore amaro si mischia con quello del pane e
si amalgama in un connubio secondo me delizioso.
va detto che la sensibilità all'amaro varia molto da individuo a
individuo e pare sia influenzata dalla genetica, per cui ci sta la
differenza di apprezzamento.
Può darsi, io le cose amare in genere le ho sempre apprezzate
pochissimo, per non dire nulla.
Ghost Dog
2018-04-06 14:05:05 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Jamie
Post by Ghost Dog
Durante la masticazione il sapore amaro si mischia con quello del pane e
si amalgama in un connubio secondo me delizioso.
va detto che la sensibilità all'amaro varia molto da individuo a
individuo e pare sia influenzata dalla genetica, per cui ci sta la
differenza di apprezzamento.
Può darsi, io le cose amare in genere le ho sempre apprezzate
pochissimo, per non dire nulla.
Supergustatore all'orizzonte:
http://www.mauriziotommasini.it/gusto-tasters-scelta-cibi/

Loading...