Discussione:
Nessuno parla di FICO?
(troppo vecchio per rispondere)
Jamie
2018-04-24 08:56:24 UTC
Permalink
Raw Message
Domenica tardo pomeriggio/sera sono stata (finalmente) da Eat...Fico. Mi
ha sorpreso l'esiguo numero di persone che vi ho trovato... un po'
desolante devo dire.
A me è piaciuto però, al netto del (necessario) aspetto commerciale
della cosa. Forse la domenica pomeriggio non è il momento migliore per
andarci, se si vogliono osservare i laboratori, erano quasi tutti
chiusi. La parte esterna non l'ho vista.
All'osteria della carne ho mangiato una delle migliori carni mai
assaggiate, se passate di lì ve la consiglio.
Molto carino per una passeggiata diversa dal solito. Non per fare la
spesa, ma casomai per trovare qualcosa di particolare.
Ha un po' troppo l'aria da centro commerciale, ma d'altra parte una
struttura del genere non la mandi avanti solo con il pensiero.
abc
2018-04-24 09:01:25 UTC
Permalink
Raw Message
Il 24/04/2018 10.56, Jamie ha scritto:
> Domenica tardo pomeriggio/sera sono stata (finalmente) da Eat...Fico. Mi
> ha sorpreso l'esiguo numero di persone che vi ho trovato... un po'
> desolante devo dire.
> A me è piaciuto però, al netto del (necessario) aspetto commerciale
> della cosa. Forse la domenica pomeriggio non è il momento migliore per
> andarci, se si vogliono osservare i laboratori, erano quasi tutti
> chiusi. La parte esterna non l'ho vista.
> All'osteria della carne ho mangiato una delle migliori carni mai
> assaggiate, se passate di lì ve la consiglio.
> Molto carino per una passeggiata diversa dal solito. Non per fare la
> spesa, ma casomai per trovare qualcosa di particolare.
> Ha un po' troppo l'aria da centro commerciale, ma d'altra parte una
> struttura del genere non la mandi avanti solo con il pensiero.

Specifica meglio l'oggetto nel post, altrimenti si potrebbe pensare che
sia un post politico fuori tema... :-)
Mardot
2018-04-24 09:12:33 UTC
Permalink
Raw Message
Il 24/04/2018 11:01, abc ha scritto:
> Il 24/04/2018 10.56, Jamie ha scritto:
>> Domenica tardo pomeriggio/sera sono stata (finalmente) da Eat...Fico.
>> Mi ha sorpreso l'esiguo numero di persone che vi ho trovato... un po'
>> desolante devo dire.
>> A me è piaciuto però, al netto del (necessario) aspetto commerciale
>> della cosa. Forse la domenica pomeriggio non è il momento migliore per
>> andarci, se si vogliono osservare i laboratori, erano quasi tutti
>> chiusi. La parte esterna non l'ho vista.
>> All'osteria della carne ho mangiato una delle migliori carni mai
>> assaggiate, se passate di lì ve la consiglio.
>> Molto carino per una passeggiata diversa dal solito. Non per fare la
>> spesa, ma casomai per trovare qualcosa di particolare.
>> Ha un po' troppo l'aria da centro commerciale, ma d'altra parte una
>> struttura del genere non la mandi avanti solo con il pensiero.
>
> Specifica meglio l'oggetto nel post, altrimenti si potrebbe pensare che
> sia un post politico fuori tema... :-)

Avevo esattamente inteso quello :-)
Jamie
2018-04-24 09:39:25 UTC
Permalink
Raw Message
On 24/04/2018 11:01, abc wrote:

> Specifica meglio l'oggetto nel post, altrimenti si potrebbe pensare che
> sia un post politico fuori tema... :-)

siamo in un gruppo che parla di cibo, dopotutto!!
Alessandro Cara
2018-04-24 21:57:34 UTC
Permalink
Raw Message
Il 24/04/2018 11:39, Jamie ha scritto:
> On 24/04/2018 11:01, abc wrote:
>
>> Specifica meglio l'oggetto nel post, altrimenti si potrebbe pensare che
>> sia un post politico fuori tema... :-)
>

> siamo in un gruppo che parla di cibo, dopotutto!!
E la "panza" ha le sue regole.

Fa votare o non "de panza"
Fa lavorare per ....insieme a qualcos'altro
Da dei dolori....
E fra i piatti migliori per la stessa e' la frittura di cervello
E' un po che non la assaggio!
;-)

--
ac (x=y-1)
Aborro il Killfile
(La violenza e' l'ultimo rifugio degli incapaci -Salvor Hardin-)
Er Capoccetta
2018-04-25 08:00:04 UTC
Permalink
Raw Message
Il giorno martedì 24 aprile 2018 23:57:38 UTC+2, Alessandro Cara ha scritto:
> Il 24/04/2018 11:39, Jamie ha scritto:
> > On 24/04/2018 11:01, abc wrote:
> >
> >> Specifica meglio l'oggetto nel post, altrimenti si potrebbe pensare che
> >> sia un post politico fuori tema... :-)
> >
>
> > siamo in un gruppo che parla di cibo, dopotutto!!
> E la "panza" ha le sue regole.
>
> Fa votare o non "de panza"
> Fa lavorare per ....insieme a qualcos'altro
> Da dei dolori....
> E fra i piatti migliori per la stessa e' la frittura di cervello

se si frigge il tuo si mangia pochissimo
Alessandro Cara
2018-04-27 09:29:52 UTC
Permalink
Raw Message
Il 25/04/2018 10:00, Er Capoccetta ha scritto:
> Il giorno martedì 24 aprile 2018 23:57:38 UTC+2, Alessandro Cara ha scritto:
>> Il 24/04/2018 11:39, Jamie ha scritto:
>>> On 24/04/2018 11:01, abc wrote:
>>>
>>>> Specifica meglio l'oggetto nel post, altrimenti si potrebbe pensare che
>>>> sia un post politico fuori tema... :-)
>>>
>>
>>> siamo in un gruppo che parla di cibo, dopotutto!!
>> E la "panza" ha le sue regole.
>>
>> Fa votare o non "de panza"
>> Fa lavorare per ....insieme a qualcos'altro
>> Da dei dolori....
>> E fra i piatti migliori per la stessa e' la frittura di cervello
>
> se si frigge il tuo si mangia pochissimo
>

Vero.
Ma perche' ho una testa come il tuo nick.

--
ac (x=y-1)
Aborro il Killfile
(La violenza e' l'ultimo rifugio degli incapaci -Salvor Hardin-)
capsy
2018-04-24 11:53:27 UTC
Permalink
Raw Message
Il 24/04/2018 10:56, Jamie ha scritto:
> Domenica tardo pomeriggio/sera sono stata (finalmente) da Eat...Fico. Mi
> ha sorpreso l'esiguo numero di persone che vi ho trovato... un po'
> desolante devo dire.
> A me è piaciuto però, al netto del (necessario) aspetto commerciale
> della cosa. Forse la domenica pomeriggio non è il momento migliore per
> andarci, se si vogliono osservare i laboratori, erano quasi tutti
> chiusi. La parte esterna non l'ho vista.
> All'osteria della carne ho mangiato una delle migliori carni mai
> assaggiate, se passate di lì ve la consiglio.
> Molto carino per una passeggiata diversa dal solito. Non per fare la
> spesa, ma casomai per trovare qualcosa di particolare.
> Ha un po' troppo l'aria da centro commerciale, ma d'altra parte una
> struttura del genere non la mandi avanti solo con il pensiero.

la mia istintiva repulsione, confermata nel tempo, verso eataly non mi
conduce a pensarlo come meta di qualcosa di utile. (e sono stato
morigerato!)

--
le mie ricette:
www.peperoncinosanremorivieradeifiori.it/ricette.php
Jamie
2018-04-24 12:35:13 UTC
Permalink
Raw Message
On 24/04/2018 13:53, capsy wrote:

> la mia istintiva repulsione, confermata nel tempo, verso eataly non mi
> conduce a pensarlo come meta di qualcosa di utile. (e sono stato
> morigerato!)
>


Io la vedo come una celebrazione dell'eccellenza agroalimentare (ma non
solo) italiana, una vetrina per dire, ottima per i turisti, anche se di
fatto poi le cose non stanno esattamente così. Ad esempio lì ho comprato
un prodotto che poi, leggendo meglio, ho visto essere stato prodotto in
Spagna, nonostante il marchio italianissimo (Tartuflanghe). I prezzi
sono piuttosto alti per molti prodotti, e non sempre vi corrisponde una
qualità eccelsa. Come sempre, bisogna saper scegliere, tenendo bene in
mente che si tratta sempre cmq di una realtà che privilegia i grandi gruppi.
Mardot
2018-04-24 12:56:13 UTC
Permalink
Raw Message
Il 24/04/2018 14:35, Jamie ha scritto:
> On 24/04/2018 13:53, capsy wrote:
>
>> la mia istintiva repulsione, confermata nel tempo, verso eataly non mi
>> conduce a pensarlo come meta di qualcosa di utile. (e sono stato
>> morigerato!)
>>
>
>
> Io la vedo come una celebrazione dell'eccellenza agroalimentare (ma non
> solo) italiana

A FICO non ci sono mai stato, per quanto riguarda Eataly NON E' VERO,
anzi, direi che sono abbastanza lontani dall'eccellenza, per contro si
fanno pagare senza dubbio piu' del dovuto. Diciamo che la cosa che piu'
li penalizza e' il rapporto qualita'/prezzo.
Jamie
2018-04-24 13:13:20 UTC
Permalink
Raw Message
On 24/04/2018 14:56, Mardot wrote:

> A FICO non ci sono mai stato, per quanto riguarda Eataly NON E' VERO,
> anzi, direi che sono abbastanza lontani dall'eccellenza, per contro si
> fanno pagare senza dubbio piu' del dovuto. Diciamo che la cosa che piu'
> li penalizza e' il rapporto qualita'/prezzo.

Sicuramente la cosa va discriminata, hanno tantissimi prodotti e molta è
roba da supermercato rietichettata/ripackagizzata
Er Capoccetta
2018-04-25 07:59:38 UTC
Permalink
Raw Message
Il giorno martedì 24 aprile 2018 14:56:14 UTC+2, Mardot ha scritto:
> Il 24/04/2018 14:35, Jamie ha scritto:
> > On 24/04/2018 13:53, capsy wrote:
> >
> >> la mia istintiva repulsione, confermata nel tempo, verso eataly non mi
> >> conduce a pensarlo come meta di qualcosa di utile. (e sono stato
> >> morigerato!)
> >>
> >
> >
> > Io la vedo come una celebrazione dell'eccellenza agroalimentare (ma non
> > solo) italiana
>
> A FICO non ci sono mai stato, per quanto riguarda Eataly NON E' VERO,
> anzi, direi che sono abbastanza lontani dall'eccellenza, per contro si
> fanno pagare senza dubbio piu' del dovuto. Diciamo che la cosa che piu'
> li penalizza e' il rapporto qualita'/prezzo.

a fico neanche io, sono stato una volta all'eataly di firenze e mi ha colpito l'enorme quantità di barattolini di patè di vari tipi a prezzi veramente deliranti, roba da shop degli aeroporti. presi del pane, buono ma non migliore di quello di un buon fornaio, anche quello carissimo
Huyg
2018-04-25 08:58:15 UTC
Permalink
Raw Message
Sembra che Mardot abbia detto :
> Il 24/04/2018 14:35, Jamie ha scritto:
>> On 24/04/2018 13:53, capsy wrote:
>>
>>> la mia istintiva repulsione, confermata nel tempo, verso eataly non mi
>>> conduce a pensarlo come meta di qualcosa di utile. (e sono stato
>>> morigerato!)
>>>
>>
>>
>> Io la vedo come una celebrazione dell'eccellenza agroalimentare (ma non
>> solo) italiana
>
> A FICO non ci sono mai stato, per quanto riguarda Eataly NON E' VERO, anzi,
> direi che sono abbastanza lontani dall'eccellenza, per contro si fanno pagare
> senza dubbio piu' del dovuto. Diciamo che la cosa che piu' li penalizza e' il
> rapporto qualita'/prezzo.

L'ho già scritto qui e lo ripeto: Eataly non è per noi.

Nasce come "celebrazione" dei prodotti italiani di qualità all'estero,
e non è un caso. L'idea è di darti un singolo luogo dove acquistare
ogni tipo di prodotto italiano con garanzia di qualità, una sorta di
super-supermercato solo italiano, che tra qualità e estero si fa
pagare.

Lo porti in Italia, ma il concetto non cambia: avendo da spendere, puoi
andare in un posto prendendo tutti prodotti con un minimo garantito di
qualità, e ci metti anche lo stampone fichetto di averlo "preso da
Eataly" (oltre a tutto lo zumpappà intorno, corsi di cucina ecc.)

Ma noi questo lo facciamo da sempre per conto nostro. Cerchiamo sempre
un prodotto di qualità, e magari ci facciamo anche chilometri per
andarlo a trovare.
Il lavoro che Eataly fa, che ovviamente fa con meno precisione rispetto
a quello che noi facciamo per noi stessi, e che altrettanto ovviamente
si fa pagare, a noi, proprio a noi che, stando su IHC, dimostriamo
un'attenzione per la cucina e la gastronomia *molto* più elevata della
media, non serve. E allora perché dovremmo pagare (caro) per averlo?

Questo non esclude che ci vai e trovi qualcosa che ti piace. Ma per
come la vedo io è come fare la spesa al supermercato interno di un
albergo di una località di vacanza. Paghi di più una cosa uguale o meno
buona di quella che vorresti, se lo fai è per motivi del tutto diversi
dalla qualità del cibo.


(di FICO non so, mi incuriosisce ma non ci sono mai stato)
Jamie
2018-04-25 18:58:40 UTC
Permalink
Raw Message
On 25/04/2018 10:58, Huyg wrote:

> Questo non esclude che ci vai e trovi qualcosa che ti piace. Ma per come
> la vedo io è come fare la spesa al supermercato interno di un albergo di
> una località di vacanza. Paghi di più una cosa uguale o meno buona di
> quella che vorresti, se lo fai è per motivi del tutto diversi dalla
> qualità del cibo.

Sottoscrivo tutto.
Ho comprato dei biscotti (artigianali, dicono) pagati la bellezza di 30
e rotti euro al kg.
Perché? Sono spettacolari! Al cioccolato fondente con sale rosa, una
croccantezza mai sentita. Però, in relazione alle materie prime
utilizzate (non sono nemmeno bio, per dire) e al tipo di prodotto quel
prezzo è un furto.

> (di FICO non so, mi incuriosisce ma non ci sono mai stato)

Io ti direi che un giro val la pena farlo, sicuramente sì se ci si trova
nei dintorni.
Mardot
2018-04-26 07:56:43 UTC
Permalink
Raw Message
Il 25/04/2018 10:58, Huyg ha scritto:

> L'ho già scritto qui e lo ripeto: Eataly non è per noi.

A giudicare dai luoghi dove hanno aperto, Eataly viene proposto
esattamente a noi, dove per "noi" si intende l'italiano quadratico
medio. Quello che frequenta i centri commerciali, quello che va agli
outlet non solo per acquistare, ma anche per fare un giro con la
famiglia, ecc...

Perche' se fosse come dici, allora lo vedrei bene solo all'aeroporto, in
centro a Roma e in pochi altri luoghi, invece non è cosi'.

E, a parer mio, il motivo e' del tutto psicologico. Non paghi come in un
ottimo ristorante e, comunque, mangi leggermente meglio di un qualunque
luogo dozzinale, potendoti fregiare di aver mangiato a Eataly, non da un
Zio Becco qualunque. Per molti ormai apparire e' importante,
psicologicamente li fa stare apposto. Aggiungendo che la maggiorparte
della gente non capisce nulla di cibo, il mix diventa abbastanza invitante.

PS: e pensare che in Italia abbiamo (ancora, chissa' per quanto?) tanti
di quei Zio Becco dove si mangia da paura
Jamie
2018-04-26 14:16:32 UTC
Permalink
Raw Message
On 26/04/2018 09:56, Mardot wrote:


> PS: e pensare che in Italia abbiamo (ancora, chissa' per quanto?) tanti
> di quei Zio Becco dove si mangia da paura

Ma non è facile trovarli. Bisogna conoscere, o avere culo.
Io comunque ho voluto parlare di FICO anche in maniera oziosa, se
vogliamo. Oltre che per sottolineare come sia possibile trovarvi
comunque prodotti di un certo livello qualitativo. Ho già detto che sono
rimasta piacevolmente stupita dalla carne di Zivieri:
https://www.eatalyworld.it/it/ristori/ristoranti-fico/la-carne
Mardot
2018-04-26 14:40:52 UTC
Permalink
Raw Message
Il 26/04/2018 16:16, Jamie ha scritto:
> On 26/04/2018 09:56, Mardot wrote:
>
>
>> PS: e pensare che in Italia abbiamo (ancora, chissa' per quanto?) tanti
>> di quei Zio Becco dove si mangia da paura
>
> Ma non è facile trovarli. Bisogna conoscere, o avere culo.

Quoto, ti diro' di piu', ultimamente alcuni si sono travestiti da
trattoria modesta, di quelle che "si mangia bene e si spende poco", ma
poi ti bastonano.

> Io comunque ho voluto parlare di FICO anche in maniera oziosa, se
> vogliamo.

Mi pare comunque una buona idea :-)

> Oltre che per sottolineare come sia possibile trovarvi
> comunque prodotti di un certo livello qualitativo. Ho già detto che sono
> rimasta piacevolmente stupita dalla carne di Zivieri:
> https://www.eatalyworld.it/it/ristori/ristoranti-fico/la-carne

C'entra niente, se non per l'aspetto economico.
Dove faccio la spesa di carne in Piemonte in inverno quando scio, si
trova il pollo Fèlice:
http://www.carnecuneo.it/pollo-felice

Ok, e' buono... ok e' allevato ecc... ma ti pare normale pagare il pollo
16 euro/kg?

Secondo me a tutto ci dovrebbe essere una misura. Altrimenti certi
prodotti diventano "cult" solo grazie al loro prezzo, non al reale
valore che hanno.
[Claudio] Red-Block !
2018-04-26 15:23:37 UTC
Permalink
Raw Message
Il 26/04/2018 16:40, Mardot ha scritto:
>
> Ok, e' buono... ok e' allevato ecc... ma ti pare normale pagare il pollo
> 16 euro/kg?

A chi non conosce la differenza tra un broiler e un comet puoi vendere
un pollo felice a peso d'oro.....marketing. :-D
Mardot
2018-04-26 16:06:11 UTC
Permalink
Raw Message
Il 26/04/2018 17:23, [Claudio] Red-Block ! ha scritto:
> Il 26/04/2018 16:40, Mardot ha scritto:
>>
>> Ok, e' buono... ok e' allevato ecc... ma ti pare normale pagare il
>> pollo 16 euro/kg?
>
> A chi non conosce la differenza tra un broiler e un comet puoi vendere
> un pollo felice a peso d'oro.....marketing.  :-D

A dire la verita', dovrebbe essere piu' facile vendere un pollo a quei
prezzi a uno (tipo me) che conosce davvero quanto costa allevare un
pollo, con alimenti adeguati. Perche' se uno non sa quanto costa, non si
pone il problema, non compra un prodotto a piu' del doppio, salvo chi
vuole fare "lo chic"...

Faccio un esempio, se allevo 4 capponi per Natale, il costo totale
(circa 6 mesi e mezzo di allevamento) passa i 160 euro, quindi sono
comunque 40 euro/cappone.
La bestia arriva a circa 5,5kg
Ora facciamo che lo scarto arrivi al 60%
Significa che un cappone, a me, in casa, costa 12 euro/kg (peso netto
solo ciccia)

Tuttavia questo e' un calcolo che faccio:
A - su 4 bestie allevate da un normale privato in casa
B - supponendo uno scarto pazzesco del 60%
C - supponendo di vendere solo la ciccia, ma tutti sanno che questi
animali si vendono interi con le ossa
D - su dei capponi, non su dei polli normalissimi

Ora, vogliamo traguardare questi numeri su una produzione (piu' o meno
industriale) di polli e ci vogliamo anche mettere il giusto
margine/utile aziendale?

Un pollo, ben allevato in produzione industriale ma di qualita', al kg
non puo' valere piu' di 10-12 euro. Ed e' gia' una bella differenza con
gli 8 euro/kg dei polli "normali".

Se me lo metti a 16 euro vai a fare concorrenza ai tagli meno nobili di
altre carni rosse.

PS: quelli che al Lidl o altre GdO acquistano pollame a 3 euro/kg si
facciano qualche domanda su cio' che quel pollame mangia......
[Claudio] Red-Block !
2018-05-02 07:56:57 UTC
Permalink
Raw Message
Il 26/04/2018 18:06, Mardot ha scritto:
> A dire la verita', dovrebbe essere piu' facile vendere un pollo a quei
> prezzi a uno (tipo me) che conosce davvero quanto costa allevare un
> pollo, con alimenti adeguati. Perche' se uno non sa quanto costa, non si
> pone il problema, non compra un prodotto a piu' del doppio, salvo chi
> vuole fare "lo chic"...

Io mi riferisco solo al messaggio, al vantaggio al marketing che porta
parlare di "pollo felice" piuttosto che di lento accrescimento o mangini
no eccessivamenti proteici. :-D
Jamie
2018-04-26 16:09:06 UTC
Permalink
Raw Message
On 26/04/2018 16:40, Mardot wrote:

> Quoto, ti diro' di piu', ultimamente alcuni si sono travestiti da
> trattoria modesta, di quelle che "si mangia bene e si spende poco", ma
> poi ti bastonano.

Devo dire che non ho assistito ancora a questo fenomeno, c'è però da
dire che sono piuttosto abitudinaria, ed ultimamente, non mi picchiare,
ho una passione smodata per la cucina giapponese e di conseguenza la
maggioranza delle volte che vado a mangiare fuori vado per il
giapponese. Sarà che in cucina ce la caviamo molto bene e quindi ci
sembra quasi sprecato andare a mangiar fuori cibo italiano, mentre sul
giappo non sappiamo dove mettere le mani. Eccetto ovviamente quando
siamo fuori, tipo in montagna etc...in quel caso non ci penso proprio a
cercarmi un giapponese :D

>> Oltre che per sottolineare come sia possibile trovarvi comunque
>> prodotti di un certo livello qualitativo. Ho già detto che sono
>> rimasta piacevolmente stupita dalla carne di Zivieri:
>> https://www.eatalyworld.it/it/ristori/ristoranti-fico/la-carne
>
> C'entra niente, se non per l'aspetto economico.
> Dove faccio la spesa di carne in Piemonte in inverno quando scio, si
> trova il pollo Fèlice:
> http://www.carnecuneo.it/pollo-felice
>
> Ok, e' buono... ok e' allevato ecc... ma ti pare normale pagare il pollo
> 16 euro/kg?
>

Perché non hai visto il prezzo del pollo bio qui alla coop, quasi 24
euro/kg :-O Ed il petto di pollo "tagliato sottile" a 14. Tagliato
normale, 11.
Ma probabilmente non è normale neanche pagare il pollo a 3/4 euro kg,
come si vede in certi supermercati.

> Secondo me a tutto ci dovrebbe essere una misura. Altrimenti certi
> prodotti diventano "cult" solo grazie al loro prezzo, non al reale
> valore che hanno.

Purtroppo mi sembra che sempre più spesso il prezzo di un prodotto venga
sempre meno stabilito dal suo reale valore e sempre più dalle regole di
un mercato spesso delirante.
Faccio un esempio banale: ho visto al super il latte di mandorla
condorelli. Prezzo: 2.24 per 750ml. Era in due versioni, normale e
"light", stesso prezzo. Bene, la versione light differiva solo per il
minor contenuto di mandorle (5.5% contro l'11%). Verrebbe da pensare che
dovrebbe costare meno, no? Invece costava uguale!!
Questa per me è follia, dalla quale ci si può salvare solo leggendo
l'etichetta.
Mardot
2018-04-27 06:38:30 UTC
Permalink
Raw Message
Il 26/04/2018 18:09, Jamie ha scritto:

> Devo dire che non ho assistito ancora a questo fenomeno, c'è però da
> dire che sono piuttosto abitudinaria, ed ultimamente, non mi picchiare,
> ho una passione smodata per la cucina giapponese e di conseguenza la
> maggioranza delle volte che vado a mangiare fuori vado per il
> giapponese.

C'e' poco da picchiare, a me on piace granche' ma di sicuro e' una
cucina molto particolare che non e' facile replicare, quindi ha molto
senso andare fuori al ristorante!

> Sarà che in cucina ce la caviamo molto bene e quindi ci
> sembra quasi sprecato andare a mangiar fuori cibo italiano, mentre sul
> giappo non sappiamo dove mettere le mani. Eccetto ovviamente quando
> siamo fuori, tipo in montagna etc...in quel caso non ci penso proprio a
> cercarmi un giapponese :D

Idem per noi, infatti vado a mangiare pesce, che alla fine tra comprarlo
e cucinarlo mi costa quasi uguale, oppure certe preparazioni non le
replico uguali, a partire dal vero fritto misto fatto bene. E poi la
pizza, dato che quella a casa non e' la stessa di quella in pizzeria.
Difficile che vada ad un ristorante "normale" se non per questioni di
amicizie varie...

> Perché non hai visto il prezzo del pollo bio qui alla coop, quasi 24
> euro/kg :-O Ed il petto di pollo "tagliato sottile" a 14. Tagliato
> normale, 11.

Una delle cose che mi diverte di piu' e' parlare di "bio" a mio padre :-D

> Ma probabilmente non è normale neanche pagare il pollo a 3/4 euro kg,
> come si vede in certi supermercati.

Quoto. Vedi il ragionamento finale dell'altro mio post.

> Purtroppo mi sembra che sempre più spesso il prezzo di un prodotto venga
> sempre meno stabilito dal suo reale valore e sempre più dalle regole di
> un mercato spesso delirante.

Esatto

> Faccio un esempio banale: ho visto al super il latte di mandorla
> condorelli. Prezzo: 2.24 per 750ml. Era in due versioni, normale e
> "light", stesso prezzo. Bene, la versione light differiva solo per il
> minor contenuto di mandorle (5.5% contro l'11%). Verrebbe da pensare che
> dovrebbe costare meno, no? Invece costava uguale!!
> Questa per me è follia, dalla quale ci si può salvare solo leggendo
> l'etichetta.

Mi viene in mente una vignetta vista tempo fa, dove il prezzo del
prodotto saliva con l'aumentare dei "senza".
Senza olio di palma
Senza zucchero
Senza grassi idrogenati
Senza ecc...

Piu' senza c'erano, piu' aumentava il prezzo :-)
Jamie
2018-04-27 09:34:03 UTC
Permalink
Raw Message
On 27/04/2018 08:38, Mardot wrote:

> C'e' poco da picchiare, a me on piace granche' ma di sicuro e' una
> cucina molto particolare che non e' facile replicare, quindi ha molto
> senso andare fuori al ristorante!

senza contare la difficoltà del reperire pesce idoneo al consumo da
crudo, almeno qui da me

> Idem per noi, infatti vado a mangiare pesce, che alla fine tra comprarlo
> e cucinarlo mi costa quasi uguale, oppure certe preparazioni non le
> replico uguali, a partire dal vero fritto misto fatto bene. E poi la
> pizza, dato che quella a casa non e' la stessa di quella in pizzeria.
> Difficile che vada ad un ristorante "normale" se non per questioni di
> amicizie varie...

il fritto è un'altra di quelle cose che spesso si gustano meglio al
ristorante, per il semplice fatto che usano le friggitrici, che io a
casa non possiedo...ma cmq lo mangio talmente poco ormai

> Una delle cose che mi diverte di piu' e' parlare di "bio" a mio padre :-D

posso immaginare cosa ne pensi :D

>> Ma probabilmente non è normale neanche pagare il pollo a 3/4 euro kg,
>> come si vede in certi supermercati.
>
> Quoto. Vedi il ragionamento finale dell'altro mio post.

il fatto è che la gente si è abituata a vedere quei prezzi e considera
anormali quelli più alti

>> Purtroppo mi sembra che sempre più spesso il prezzo di un prodotto
>> venga sempre meno stabilito dal suo reale valore e sempre più dalle
>> regole di un mercato spesso delirante.
>
> Esatto

proprio ieri ho beccato un articolo sul fatto alimentare che parlava
proprio di questo, dell'ingiustificato aumento di prezzo in prodotti
"senza", "bio", "light", etc., insomma di stampo "salutistico". Del
resto mi basta pensare al latte di soia, come cazzo è che deve costare
più del latte normale, quando è composto per lo più da acqua e una
piccola percentuale di additivii e fagioli di soia??? Il processo
produttivo non è nemmeno così complesso!

> Mi viene in mente una vignetta vista tempo fa, dove il prezzo del
> prodotto saliva con l'aumentare dei "senza".
> Senza olio di palma
> Senza zucchero
> Senza grassi idrogenati
> Senza ecc...
>
> Piu' senza c'erano, piu' aumentava il prezzo :-)

in alcuni -rari- casi la differenza ci può stare per via della diversa
lavorazione, della ricerca che c'è dietro per realizzare un prodotto
"senza" ma cmq appetibile, etc. ma nella maggioranza dei casi, è solo
speculazione basata su logiche di mercato
Er Capoccetta
2018-04-27 07:35:50 UTC
Permalink
Raw Message
Il giorno giovedì 26 aprile 2018 18:09:08 UTC+2, Jamie ha scritto:
> On 26/04/2018 16:40, Mardot wrote:
>
> > Quoto, ti diro' di piu', ultimamente alcuni si sono travestiti da
> > trattoria modesta, di quelle che "si mangia bene e si spende poco", ma
> > poi ti bastonano.
>
> Devo dire che non ho assistito ancora a questo fenomeno, c'è però da
> dire che sono piuttosto abitudinaria, ed ultimamente, non mi picchiare,
> ho una passione smodata per la cucina giapponese e di conseguenza la
> maggioranza delle volte che vado a mangiare fuori vado per il
> giapponese. Sarà che in cucina ce la caviamo molto bene e quindi ci
> sembra quasi sprecato andare a mangiar fuori cibo italiano, mentre sul
> giappo non sappiamo dove mettere le mani. Eccetto ovviamente quando
> siamo fuori, tipo in montagna etc...in quel caso non ci penso proprio a
> cercarmi un giapponese :D
>

anche noi è difficilissimo che si vada in posti di cucina tradizionale. etnico (ultimamente se ne è provati un sacco nuovi) o cucina abbastanza elaborata da essere al di là delle nostre capacità o posti specializzati in piatti con ingredienti particolari, tipo la cacciagione
Mardot
2018-04-27 08:06:12 UTC
Permalink
Raw Message
Il 27/04/2018 09:35, Er Capoccetta ha scritto:

> posti specializzati in piatti con ingredienti particolari, tipo la cacciagione

eh magari... qui ormai sono rarissimi
Er Capoccetta
2018-04-27 08:40:38 UTC
Permalink
Raw Message
Il giorno venerdì 27 aprile 2018 10:06:13 UTC+2, Mardot ha scritto:
> Il 27/04/2018 09:35, Er Capoccetta ha scritto:
>
> > posti specializzati in piatti con ingredienti particolari, tipo la cacciagione
>
> eh magari... qui ormai sono rarissimi

l'unico risto raggiungibile a piedi da casa mia è specializzato in cacciagione, lui stermina e lei cucina, e anche bene...un terno al lotto praticamente
Jamie
2018-04-27 09:28:54 UTC
Permalink
Raw Message
On 27/04/2018 09:35, Er Capoccetta wrote:

>>
>
> anche noi è difficilissimo che si vada in posti di cucina tradizionale. etnico (ultimamente se ne è provati un sacco nuovi) o cucina abbastanza elaborata da essere al di là delle nostre capacità o posti specializzati in piatti con ingredienti particolari, tipo la cacciagione
>

esatto, per dire non andrei mai al ristorante per mangiare delle
tagliatelle al ragù, quando quelle che fa il mio compagno sono per me
già il top.
quindi o cucina molto particolare, di livello superiore al nostro, o
etnico o, talvolta, vegetariano, perché in quest'ultimo tipo di
ristoranti ho spesso assaggiato delle cose molto molto sfiziose
Mardot
2018-04-27 09:47:51 UTC
Permalink
Raw Message
Il 27/04/2018 11:28, Jamie ha scritto:

> per dire non andrei mai al ristorante per mangiare delle
> tagliatelle al ragù, quando quelle che fa il mio compagno sono per me
> già il top.

ma magari fosse per il ragu', almeno quello ha un procedimento
abbastanza laborioso, se non altro lungo.... e non tutti sono capaci a farlo

l'altro ieri sera siamo andati in pizzeria, siccome siamo in partenza
per Madrid cerchiamo di lasciare il frigo vuoto e l'altro ieri sera non
avevamo nulla, quindi siamo andati a farci una pizza; al tavolo di
fianco a noi c'era una famiglia (della mia citta', li conosciamo pure di
vista) con due bambini, hanno ordinato:
- due piatti di penne al pomodoro (per i due adulti)
- milanese con patate per i bambini
- un sottofiletto ai ferri con 4 foglie di insalata a fianco che poi
hanno diviso in due

Cioe', ti rendi conto? E non e' la prima volta che in pizzeria (quindi
nemmeno al ristorante) vedo ordinare quei piatti.

Una cena che se devo prepararla io, e arrivo a casa alle 19:30, alle 20
siamo tutti al tavolo....
Jamie
2018-04-27 11:33:16 UTC
Permalink
Raw Message
On 27/04/2018 11:47, Mardot wrote:

> l'altro ieri sera siamo andati in pizzeria, siccome siamo in partenza
> per Madrid cerchiamo di lasciare il frigo vuoto e l'altro ieri sera non
> avevamo nulla, quindi siamo andati a farci una pizza; al tavolo di
> fianco a noi c'era una famiglia (della mia citta', li conosciamo pure di
> vista) con due bambini, hanno ordinato:
> - due piatti di penne al pomodoro (per i due adulti)
> - milanese con patate per i bambini
> - un sottofiletto ai ferri con 4 foglie di insalata a fianco che poi
> hanno diviso in due
>
> Cioe', ti rendi conto? E non e' la prima volta che in pizzeria (quindi
> nemmeno al ristorante) vedo ordinare quei piatti.

ma la tristezza proprio ahahah
io gli avrei sputato in un occhio :D
E poi questa storia odiosa che i bambini al ristorante devono mangiare
SEMPRE E SOLO cotoletta fritta con patate fritte io non la sopporto! Ma
che razza di educazione alimentare gli vuoi dare ad un bambino così?
Oltre al fatto che a 15 anni avrà già la steatosi epatica!

> Una cena che se devo prepararla io, e arrivo a casa alle 19:30, alle 20
> siamo tutti al tavolo....

e probabilmente la fai anche meglio!
Mardot
2018-04-27 12:00:45 UTC
Permalink
Raw Message
Il 27/04/2018 13:33, Jamie ha scritto:

> E poi questa storia odiosa che i bambini al ristorante devono mangiare
> SEMPRE E SOLO cotoletta fritta con patate fritte io non la sopporto! Ma
> che razza di educazione alimentare gli vuoi dare ad un bambino così?

Ma infatti guarda, se c'e' una cosa di cui sono contento, e' che a mio
figlio piace di tutto, ma soprattutto il pesce.

Quando andiamo al ristorante, che siano pesci interi tipo orate, che
siano molluschi e crostacei, fa paura.

Non parliamo poi del fritto misto.

Tutti (i piemontesi soprattutto) a ordinare il fritto misto di soli
totani e calamari. Ma che minchia di fritto misto e' se e' solo di
totani e calamari?
TUTTI i pesci fritti, soprattutto quelli con le spine, ecco, allora si
che ti diverti!
Jamie
2018-04-27 13:13:44 UTC
Permalink
Raw Message
On 27/04/2018 14:00, Mardot wrote:

>> E poi questa storia odiosa che i bambini al ristorante devono mangiare
>> SEMPRE E SOLO cotoletta fritta con patate fritte io non la sopporto!
>> Ma che razza di educazione alimentare gli vuoi dare ad un bambino così?
>
> Ma infatti guarda, se c'e' una cosa di cui sono contento, e' che a mio
> figlio piace di tutto, ma soprattutto il pesce.
>
> Quando andiamo al ristorante, che siano pesci interi tipo orate, che
> siano molluschi e crostacei, fa paura.
>

Buongustaio :))
C'è da dire che, crescendo in una famiglia come la tua, difficile che
venisse su diversamente.

> Non parliamo poi del fritto misto.
>
> Tutti (i piemontesi soprattutto) a ordinare il fritto misto di soli
> totani e calamari. Ma che minchia di fritto misto e' se e' solo di
> totani e calamari?
> TUTTI i pesci fritti, soprattutto quelli con le spine, ecco, allora si
> che ti diverti!
>

vabbè lì magari è una questione di pigrizia...c'è gente che proprio odia
dover stare lì a spinare il pesce
...io per esempio :D ma di solito c'è sempre un volontario che lo fa per me
Er Capoccetta
2018-04-27 13:52:45 UTC
Permalink
Raw Message
Il giorno venerdì 27 aprile 2018 15:13:48 UTC+2, Jamie ha scritto:
he minchia di fritto misto e' se e' solo di
> > totani e calamari?
> > TUTTI i pesci fritti, soprattutto quelli con le spine, ecco, allora si
> > che ti diverti!
> >
>
> vabbè lì magari è una questione di pigrizia...c'è gente che proprio odia
> dover stare lì a spinare il pesce
> ...io per esempio :D ma di solito c'è sempre un volontario che lo fa per me

i pescetti fritti fino ad una certa taglia si mangiano con le spine!
Giampaolo Natali
2018-04-27 14:04:35 UTC
Permalink
Raw Message
Er Capoccetta wrote:
> Il giorno venerdì 27 aprile 2018 15:13:48 UTC+2, Jamie ha scritto:
> he minchia di fritto misto e' se e' solo di
>>> totani e calamari?
>>> TUTTI i pesci fritti, soprattutto quelli con le spine, ecco, allora si
>>> che ti diverti!
>>>
>>
>> vabbè lì magari è una questione di pigrizia...c'è gente che proprio odia
>> dover stare lì a spinare il pesce
>> ...io per esempio :D ma di solito c'è sempre un volontario che lo fa per
>> me
>
> i pescetti fritti fino ad una certa taglia si mangiano con le spine!

+1

Fino a 10 cm max però.


--
Giampaolo Natali
***@alice.it
Mardot
2018-04-27 14:16:54 UTC
Permalink
Raw Message
Il 27/04/2018 16:04, Giampaolo Natali ha scritto:
> Er Capoccetta wrote:
>> Il giorno venerdì 27 aprile 2018 15:13:48 UTC+2, Jamie ha scritto:
>> he minchia di fritto misto e' se e' solo di
>>>> totani e calamari?
>>>> TUTTI i pesci fritti, soprattutto quelli con le spine, ecco, allora si
>>>> che ti diverti!
>>>>
>>>
>>> vabbè lì magari è una questione di pigrizia...c'è gente che proprio odia
>>> dover stare lì a spinare il pesce
>>> ...io per esempio :D ma di solito c'è sempre un volontario che lo fa
>>> per me
>>
>> i pescetti fritti fino ad una certa taglia si mangiano con le spine!
>
> +1
>
> Fino a 10 cm max però.


Si 10cm sono abbastanza piccoli, comunque dipende dal tipo di pesce,
piu' che dalla taglia.

Le acciughe, potrebbero anche essere grosse come bottiglie, le mangi
sempre intere. Il detto dice che si lascia la coda per poterle contare :-)

Le triglie, ad esempio, col cavolo che mangi una dozzina di triglie da
10cm senza deliscarle.

Il nasellino anche lui e' un pesce che se piccolo si mangia con la
lisca, ma appena cresce devi pulirlo.
Giampaolo Natali
2018-04-27 14:47:13 UTC
Permalink
Raw Message
Mardot wrote:
> Il 27/04/2018 16:04, Giampaolo Natali ha scritto:
>> Er Capoccetta wrote:
>>> Il giorno venerdì 27 aprile 2018 15:13:48 UTC+2, Jamie ha scritto:
>>> he minchia di fritto misto e' se e' solo di
>>>>> totani e calamari?
>>>>> TUTTI i pesci fritti, soprattutto quelli con le spine, ecco, allora si
>>>>> che ti diverti!
>>>>>
>>>>
>>>> vabbè lì magari è una questione di pigrizia...c'è gente che proprio
>>>> odia
>>>> dover stare lì a spinare il pesce
>>>> ...io per esempio :D ma di solito c'è sempre un volontario che lo fa
>>>> per me
>>>
>>> i pescetti fritti fino ad una certa taglia si mangiano con le spine!
>>
>> +1
>>
>> Fino a 10 cm max però.
>
>
> Si 10cm sono abbastanza piccoli, comunque dipende dal tipo di pesce,
> piu' che dalla taglia.
>
> Le acciughe, potrebbero anche essere grosse come bottiglie, le mangi
> sempre intere. Il detto dice che si lascia la coda per poterle contare :-)
>
> Le triglie, ad esempio, col cavolo che mangi una dozzina di triglie da
> 10cm senza deliscarle.
>
> Il nasellino anche lui e' un pesce che se piccolo si mangia con la
> lisca, ma appena cresce devi pulirlo.

Allora, noi pescatori d'acqua dolce della bassa padana quando si faceva una
bella mangiata di pesce appena pescato con la lenza nei canali di bonifica
usavamo un semplice trucco:
se abbastanza grosso il pesce aperto per la schiena e abbrustolito in
padella (non bruciacchiato) e quindi mangiato senza deliscare alcunchè :-)
fino a lunghezza di almeno 15 - 20 cm.




--
Giampaolo Natali
***@alice.it
Mardot
2018-04-27 15:08:29 UTC
Permalink
Raw Message
Il 27/04/2018 16:47, Giampaolo Natali ha scritto:
> Mardot wrote:
>> Il 27/04/2018 16:04, Giampaolo Natali ha scritto:
>>> Er Capoccetta wrote:
>>>> Il giorno venerdì 27 aprile 2018 15:13:48 UTC+2, Jamie ha scritto:
>>>> he minchia di fritto misto e' se e' solo di
>>>>>> totani e calamari?
>>>>>> TUTTI i pesci fritti, soprattutto quelli con le spine, ecco,
>>>>>> allora si
>>>>>> che ti diverti!
>>>>>>
>>>>>
>>>>> vabbè lì magari è una questione di pigrizia...c'è gente che proprio
>>>>> odia
>>>>> dover stare lì a spinare il pesce
>>>>> ...io per esempio :D ma di solito c'è sempre un volontario che lo fa
>>>>> per me
>>>>
>>>> i pescetti fritti fino ad una certa taglia si mangiano con le spine!
>>>
>>> +1
>>>
>>> Fino a 10 cm max però.
>>
>>
>> Si 10cm sono abbastanza piccoli, comunque dipende dal tipo di pesce,
>> piu' che dalla taglia.
>>
>> Le acciughe, potrebbero anche essere grosse come bottiglie, le mangi
>> sempre intere. Il detto dice che si lascia la coda per poterle contare
>> :-)
>>
>> Le triglie, ad esempio, col cavolo che mangi una dozzina di triglie da
>> 10cm senza deliscarle.
>>
>> Il nasellino anche lui e' un pesce che se piccolo si mangia con la
>> lisca, ma appena cresce devi pulirlo.
>
> Allora, noi pescatori d'acqua dolce della bassa padana quando si faceva
> una bella mangiata di pesce appena pescato con la lenza nei canali di
> bonifica
> usavamo un semplice trucco:
> se abbastanza grosso il pesce aperto per la schiena e abbrustolito in
> padella (non bruciacchiato) e quindi mangiato senza deliscare alcunchè
> :-) fino a lunghezza di almeno 15 - 20 cm.

Ohibo', esiste anche un pesce di acqua dolce? :-DDDDD
Er Capoccetta
2018-04-27 15:34:57 UTC
Permalink
Raw Message
Il giorno venerdì 27 aprile 2018 17:08:30 UTC+2, Mardot ha scritto:
>
> Ohibo', esiste anche un pesce di acqua dolce? :-DDDDD

avendo tu dichiarato di aver frequentato a lungo terni e dintorni, questa è una palese trollata!
Mardot
2018-04-27 15:57:11 UTC
Permalink
Raw Message
Il 27/04/2018 17:34, Er Capoccetta ha scritto:
> Il giorno venerdì 27 aprile 2018 17:08:30 UTC+2, Mardot ha scritto:
>>
>> Ohibo', esiste anche un pesce di acqua dolce? :-DDDDD
>
> avendo tu dichiarato di aver frequentato a lungo terni e dintorni, questa è una palese trollata!
>
:-P
Giampaolo Natali
2018-04-27 15:41:09 UTC
Permalink
Raw Message
Mardot wrote:
> Il 27/04/2018 16:47, Giampaolo Natali ha scritto:
>> Mardot wrote:
>>> Il 27/04/2018 16:04, Giampaolo Natali ha scritto:
>>>> Er Capoccetta wrote:
>>>>> Il giorno venerdì 27 aprile 2018 15:13:48 UTC+2, Jamie ha scritto:
>>>>> he minchia di fritto misto e' se e' solo di
>>>>>>> totani e calamari?
>>>>>>> TUTTI i pesci fritti, soprattutto quelli con le spine, ecco,
>>>>>>> allora si
>>>>>>> che ti diverti!
>>>>>>>
>>>>>>
>>>>>> vabbè lì magari è una questione di pigrizia...c'è gente che proprio
>>>>>> odia
>>>>>> dover stare lì a spinare il pesce
>>>>>> ...io per esempio :D ma di solito c'è sempre un volontario che lo fa
>>>>>> per me
>>>>>
>>>>> i pescetti fritti fino ad una certa taglia si mangiano con le spine!
>>>>
>>>> +1
>>>>
>>>> Fino a 10 cm max però.
>>>
>>>
>>> Si 10cm sono abbastanza piccoli, comunque dipende dal tipo di pesce,
>>> piu' che dalla taglia.
>>>
>>> Le acciughe, potrebbero anche essere grosse come bottiglie, le mangi
>>> sempre intere. Il detto dice che si lascia la coda per poterle contare
>>> :-)
>>>
>>> Le triglie, ad esempio, col cavolo che mangi una dozzina di triglie da
>>> 10cm senza deliscarle.
>>>
>>> Il nasellino anche lui e' un pesce che se piccolo si mangia con la
>>> lisca, ma appena cresce devi pulirlo.
>>
>> Allora, noi pescatori d'acqua dolce della bassa padana quando si faceva
>> una bella mangiata di pesce appena pescato con la lenza nei canali di
>> bonifica
>> usavamo un semplice trucco:
>> se abbastanza grosso il pesce aperto per la schiena e abbrustolito in
>> padella (non bruciacchiato) e quindi mangiato senza deliscare alcunchè
>> :-) fino a lunghezza di almeno 15 - 20 cm.
>
> Ohibo', esiste anche un pesce di acqua dolce? :-DDDDD

HAHAHAHAHAHAHA!!!!!!

Caro mio, trote e/o salmerini ruspanti pescati nei torrenti di montagna,
temoli pescati nelle acque friulane-giuliane, oppure carpe belle grasse
cotte al forno con un po' di pomodorini e prezzemoli nel ventre e contorno
di ptate e pomodori gratinati, per non parlare della tinca da fare in umido,
oppure del persico nelle sue varietà oppure il luccio dalle carni molto
pregiate. Poi l'anguilla pescata anche nei maceri che servivano per macerare
la canapa ma che tramite l'acqua del Reno che li alimentava entravano
anguille che in una stagione arrivavamo anche a 300 - 500 grammi, ecc. ecc.
Per non parlare poi del vairone, pesciolino di piccola taglia con sapore
eccezionale, sempre se pescato nei torrenti in quota.
Dimenticavo il persico sole, se pescato di taglia grossa per l'Italia, vale
a dire 150 - 200 grammi, sfilettato al di sopra della gabbia toracica con
cura (altrimenti ne ha millemila di lische) è una ottima base di partenza
per il condimento di un buon piatto di spaghetti. Nulla da invidiare a cozze
e vongole.

Naturale che chi abita vicino al mare disdegna il pesce d'acqua dolce, ma
non sa cosa perde :-) :-)


--
Giampaolo Natali
***@alice.it
Mardot
2018-04-27 15:57:52 UTC
Permalink
Raw Message
Il 27/04/2018 17:41, Giampaolo Natali ha scritto:
> Mardot wrote:
>> Il 27/04/2018 16:47, Giampaolo Natali ha scritto:
>>> Mardot wrote:
>>>> Il 27/04/2018 16:04, Giampaolo Natali ha scritto:
>>>>> Er Capoccetta wrote:
>>>>>> Il giorno venerdì 27 aprile 2018 15:13:48 UTC+2, Jamie ha scritto:
>>>>>> he minchia di fritto misto e' se e' solo di
>>>>>>>> totani e calamari?
>>>>>>>> TUTTI i pesci fritti, soprattutto quelli con le spine, ecco,
>>>>>>>> allora si
>>>>>>>> che ti diverti!
>>>>>>>>
>>>>>>>
>>>>>>> vabbè lì magari è una questione di pigrizia...c'è gente che proprio
>>>>>>> odia
>>>>>>> dover stare lì a spinare il pesce
>>>>>>> ...io per esempio :D ma di solito c'è sempre un volontario che lo fa
>>>>>>> per me
>>>>>>
>>>>>> i pescetti fritti fino ad una certa taglia si mangiano con le spine!
>>>>>
>>>>> +1
>>>>>
>>>>> Fino a 10 cm max però.
>>>>
>>>>
>>>> Si 10cm sono abbastanza piccoli, comunque dipende dal tipo di pesce,
>>>> piu' che dalla taglia.
>>>>
>>>> Le acciughe, potrebbero anche essere grosse come bottiglie, le mangi
>>>> sempre intere. Il detto dice che si lascia la coda per poterle contare
>>>> :-)
>>>>
>>>> Le triglie, ad esempio, col cavolo che mangi una dozzina di triglie da
>>>> 10cm senza deliscarle.
>>>>
>>>> Il nasellino anche lui e' un pesce che se piccolo si mangia con la
>>>> lisca, ma appena cresce devi pulirlo.
>>>
>>> Allora, noi pescatori d'acqua dolce della bassa padana quando si faceva
>>> una bella mangiata di pesce appena pescato con la lenza nei canali di
>>> bonifica
>>> usavamo un semplice trucco:
>>> se abbastanza grosso il pesce aperto per la schiena e abbrustolito in
>>> padella (non bruciacchiato) e quindi mangiato senza deliscare alcunchè
>>> :-) fino a lunghezza di almeno 15 - 20 cm.
>>
>> Ohibo', esiste anche un pesce di acqua dolce? :-DDDDD
>
> HAHAHAHAHAHAHA!!!!!!
>
> Caro mio, trote e/o salmerini ruspanti pescati nei torrenti di montagna,
> temoli pescati nelle acque friulane-giuliane, oppure carpe belle grasse
> cotte al forno con un po' di pomodorini e prezzemoli nel ventre e
> contorno di ptate e pomodori gratinati, per non parlare della tinca da
> fare in umido, oppure del persico nelle sue varietà oppure il luccio
> dalle carni molto pregiate. Poi l'anguilla pescata anche nei maceri che
> servivano per macerare la canapa ma che tramite l'acqua del Reno che li
> alimentava entravano anguille che in una stagione arrivavamo anche a 300
> - 500 grammi, ecc. ecc.
> Per non parlare poi del vairone, pesciolino di piccola taglia con sapore
> eccezionale, sempre se pescato nei torrenti in quota.
> Dimenticavo il persico sole, se pescato di taglia grossa per l'Italia,
> vale a dire 150 - 200 grammi, sfilettato al di sopra della gabbia
> toracica con cura (altrimenti ne ha millemila di lische) è una ottima
> base di partenza per il condimento di un buon piatto di spaghetti. Nulla
> da invidiare a cozze e vongole.
>
> Naturale che chi abita vicino al mare disdegna il pesce d'acqua dolce,
> ma non sa cosa perde :-) :-)
>
>
ma non li disdegno, anzi mi piacciono!
pero' mi piaceva fartelo pesare :-) :-)
Jamie
2018-04-27 15:58:06 UTC
Permalink
Raw Message
On 27/04/2018 17:41, Giampaolo Natali wrote:

> HAHAHAHAHAHAHA!!!!!!
>
> Caro mio, trote e/o salmerini ruspanti pescati nei torrenti di montagna,
> temoli pescati nelle acque friulane-giuliane, oppure carpe belle grasse
> cotte al forno con un po' di pomodorini e prezzemoli nel ventre e
> contorno di ptate e pomodori gratinati, per non parlare della tinca da
> fare in umido, oppure del persico nelle sue varietà oppure il luccio
> dalle carni molto pregiate. Poi l'anguilla pescata anche nei maceri che
> servivano per macerare la canapa ma che tramite l'acqua del Reno che li
> alimentava entravano anguille che in una stagione arrivavamo anche a 300
> - 500 grammi, ecc. ecc.


gli altri non li conosco, ma posso confermare che una trota di buona
qualità non ha nulla da invidiare ad un'orata
e ve lo dice una schizzinosa
Giampaolo Natali
2018-04-27 16:51:30 UTC
Permalink
Raw Message
Jamie wrote:
> On 27/04/2018 17:41, Giampaolo Natali wrote:
>
>> HAHAHAHAHAHAHA!!!!!!
>>
>> Caro mio, trote e/o salmerini ruspanti pescati nei torrenti di montagna,
>> temoli pescati nelle acque friulane-giuliane, oppure carpe belle grasse
>> cotte al forno con un po' di pomodorini e prezzemoli nel ventre e
>> contorno di ptate e pomodori gratinati, per non parlare della tinca da
>> fare in umido, oppure del persico nelle sue varietà oppure il luccio
>> dalle carni molto pregiate. Poi l'anguilla pescata anche nei maceri che
>> servivano per macerare la canapa ma che tramite l'acqua del Reno che li
>> alimentava entravano anguille che in una stagione arrivavamo anche a 300
>> - 500 grammi, ecc. ecc.
>
>
> gli altri non li conosco, ma posso confermare che una trota di buona
> qualità non ha nulla da invidiare ad un'orata
> e ve lo dice una schizzinosa

Se la apri come solito per il ventre ma fino alla pinna caudale, poi con
delicatezza fai leva con le mani e la apri completamente in
modo che la gabbia toracica venga via da sola. Poi, obbrobrio degli
obbrobri, friggila in padella.

--
Giampaolo Natali
***@alice.it
Jamie
2018-04-27 15:56:32 UTC
Permalink
Raw Message
On 27/04/2018 17:08, Mardot wrote:

>> Allora, noi pescatori d'acqua dolce della bassa padana quando si
>> faceva una bella mangiata di pesce appena pescato con la lenza nei
>> canali di bonifica
>> usavamo un semplice trucco:
>> se abbastanza grosso il pesce aperto per la schiena e abbrustolito in
>> padella (non bruciacchiato) e quindi mangiato senza deliscare alcunchè
>> :-) fino a lunghezza di almeno 15 - 20 cm.
>
> Ohibo', esiste anche un pesce di acqua dolce? :-DDDDD

ma veramente ehhh
e poi pescato nei canali della bonifica? della bassa? ahi ahi Giampy ami
il rischio eh? :D
Mardot
2018-04-27 15:58:05 UTC
Permalink
Raw Message
Il 27/04/2018 17:56, Jamie ha scritto:
> On 27/04/2018 17:08, Mardot wrote:
>
>>> Allora, noi pescatori d'acqua dolce della bassa padana quando si
>>> faceva una bella mangiata di pesce appena pescato con la lenza nei
>>> canali di bonifica
>>> usavamo un semplice trucco:
>>> se abbastanza grosso il pesce aperto per la schiena e abbrustolito in
>>> padella (non bruciacchiato) e quindi mangiato senza deliscare alcunchè
>>> :-) fino a lunghezza di almeno 15 - 20 cm.
>>
>> Ohibo', esiste anche un pesce di acqua dolce? :-DDDDD
>
> ma veramente ehhh
> e poi pescato nei canali della bonifica? della bassa? ahi ahi Giampy ami
> il rischio eh? :D

:-))))
Jamie
2018-04-27 16:00:31 UTC
Permalink
Raw Message
On 27/04/2018 17:58, Mardot wrote:

>> ma veramente ehhh
>> e poi pescato nei canali della bonifica? della bassa? ahi ahi Giampy
>> ami il rischio eh? :D
>
> :-))))

noi siamo gente di mare, lui non ci capisce :DD
Giampaolo Natali
2018-04-27 17:05:47 UTC
Permalink
Raw Message
Mardot wrote:
> Il 27/04/2018 17:56, Jamie ha scritto:
>> On 27/04/2018 17:08, Mardot wrote:
>>
>>>> Allora, noi pescatori d'acqua dolce della bassa padana quando si
>>>> faceva una bella mangiata di pesce appena pescato con la lenza nei
>>>> canali di bonifica
>>>> usavamo un semplice trucco:
>>>> se abbastanza grosso il pesce aperto per la schiena e abbrustolito in
>>>> padella (non bruciacchiato) e quindi mangiato senza deliscare alcunchè
>>>> :-) fino a lunghezza di almeno 15 - 20 cm.
>>>
>>> Ohibo', esiste anche un pesce di acqua dolce? :-DDDDD
>>
>> ma veramente ehhh
>> e poi pescato nei canali della bonifica? della bassa? ahi ahi Giampy ami
>> il rischio eh? :D
>
> :-))))

Assolutamente no. Intere generazioni si sono sfamate con il pesce dei canali
di bonifica.
Molto più rischioso pescarlo nel basso Po o basso Arno o ................
Poi tieni presente che in quel tipo di pesca si cercava il pesce piccolo,
massimo 10 -12 cm
quindi molto giovane. Niente accumulo di metalli pesanti o che altro.

--
Giampaolo Natali
***@alice.it
Giampaolo Natali
2018-04-27 17:01:04 UTC
Permalink
Raw Message
Jamie wrote:
> On 27/04/2018 17:08, Mardot wrote:
>
>>> Allora, noi pescatori d'acqua dolce della bassa padana quando si
>>> faceva una bella mangiata di pesce appena pescato con la lenza nei
>>> canali di bonifica
>>> usavamo un semplice trucco:
>>> se abbastanza grosso il pesce aperto per la schiena e abbrustolito in
>>> padella (non bruciacchiato) e quindi mangiato senza deliscare alcunchè
>>> :-) fino a lunghezza di almeno 15 - 20 cm.
>>
>> Ohibo', esiste anche un pesce di acqua dolce? :-DDDDD
>
> ma veramente ehhh
> e poi pescato nei canali della bonifica? della bassa? ahi ahi Giampy ami
> il rischio eh? :D

I canali di bonifica hanno le acque abbastanza pulite e in genere non ci
sono scarichi che entrino ad inquinarne le acque.
Oltretutto la fitodepurazione funziona alla grande.
In ogni caso gli ultimi anni dedicati alla pesca mi hanno visto pescare
unicamente nei torrenti montani e, soprattutto, rilasciavo regolarmente il
pescato.
Ma se organizz(av)i una mangiata di pesce per una trentina di persone e il
pesce veniva lavorato appena pescato, quindi più fresco di così non potevi
fare, l'unica soluzione era, appunto, un canale di bonifica della bassa
ferrarese. Ricordo che in quattro pescatori dall'alba alle ore 11 pescammo
la bellezza di 50 chilogrammi di scardole, alborelle e triotti, il tutto
esclusivamente con la lenza per capirci. Ne portammo a casa due casse già
fritto e due casse pulito ma da cuocere.
Davanti al bar fermavamo tutti quelli che passavano e davamo loro un
cartoccio di pesce fritto. Tutto aggratisse :-) :-) :-).

--
Giampaolo Natali
***@alice.it
Huyg
2018-04-26 22:35:34 UTC
Permalink
Raw Message
Mardot ci ha detto :
> Il 25/04/2018 10:58, Huyg ha scritto:
>
>> L'ho già scritto qui e lo ripeto: Eataly non è per noi.
>
> A giudicare dai luoghi dove hanno aperto, Eataly viene proposto esattamente a
> noi, dove per "noi" si intende l'italiano quadratico medio.

Eh, appunto, ma io per noi intendevo "noi frequentatori di IHC", l'ho
anche scritto chiaramente.
Sostanzialmente, io penso che qui dentro un giudizio entusiastico su
Eataly sia quasi impossibile da trovare, perché il suo rapporto
qualità/prezzo è decisamente più basso rispetto al nostro standard
(perché per quel prezzo pretendiamo maggior qualità e/o perché per
quella qualità di solito paghiamo meno).
Ma questo non vuol dire che lì dentro ci sia roba di bassa qualità,
tutt'altro. Ma è buona per chi ha poco tempo da "perdere" per cercare
roba di qualità e ha soldi da spendere.
Ma noi, l'ho detto e scritto mille volte, in ambito culinario e
gastronomico NON siamo l'italiano quadratico medio.

> E, a parer mio, il motivo e' del tutto psicologico. Non paghi come in un
> ottimo ristorante e, comunque, mangi leggermente meglio di un qualunque luogo
> dozzinale, potendoti fregiare di aver mangiato a Eataly, non da un Zio Becco
> qualunque. Per molti ormai apparire e' importante, psicologicamente li fa
> stare apposto. Aggiungendo che la maggiorparte della gente non capisce nulla
> di cibo, il mix diventa abbastanza invitante.

Vabbè, forse hai letto velocemente il mio post: pur con altro "taglio",
diciamo esattamente la stessa cosa.
Mardot
2018-04-27 06:29:08 UTC
Permalink
Raw Message
Il 27/04/2018 00:35, Huyg ha scritto:

> Eh, appunto, ma io per noi intendevo "noi frequentatori di IHC", l'ho
> anche scritto chiaramente.

> Vabbè, forse hai letto velocemente il mio post: pur con altro "taglio",
> diciamo esattamente la stessa cosa.

Come spesso mi accade, quando leggo i post dal lavoro.
:-)
DGE
2018-04-24 13:06:47 UTC
Permalink
Raw Message
Il 24/04/2018 14:35, Jamie ha scritto:
> On 24/04/2018 13:53, capsy wrote:
>
>> la mia istintiva repulsione, confermata nel tempo, verso eataly non mi
>> conduce a pensarlo come meta di qualcosa di utile. (e sono stato
>> morigerato!)
>>
>
>
> Io la vedo come una celebrazione dell'eccellenza agroalimentare (ma non
> solo) italiana, una vetrina per dire, ottima per i turisti, anche se di
> fatto poi le cose non stanno esattamente così. Ad esempio lì ho comprato
> un prodotto che poi, leggendo meglio, ho visto essere stato prodotto in
> Spagna, nonostante il marchio italianissimo (Tartuflanghe). I prezzi
> sono piuttosto alti per molti prodotti, e non sempre vi corrisponde una
> qualità eccelsa. Come sempre, bisogna saper scegliere, tenendo bene in
> mente che si tratta sempre cmq di una realtà che privilegia i grandi
> gruppi.
strano che tartuflanghe l'abbiano fatto produrre in spagna che hanno un
bello stabilimento
DGE
PMF
2018-04-24 13:08:58 UTC
Permalink
Raw Message
Il 24/04/2018 15.06, DGE ha scritto:
>>
> strano che tartuflanghe l'abbiano fatto produrre in spagna che hanno un
> bello stabilimento

evidentemente anche la materia prima non è esattamente delle Langhe...

Paolo
Jamie
2018-04-24 13:14:05 UTC
Permalink
Raw Message
On 24/04/2018 15:08, PMF wrote:
> Il 24/04/2018 15.06, DGE ha scritto:
>>>
>> strano che tartuflanghe l'abbiano fatto produrre in spagna che hanno
>> un bello stabilimento
>
> evidentemente anche la materia prima non è esattamente delle Langhe...
>
> Paolo
>

erano delle semplici chips di patate al tartufo
tartufo presente (liofilizzato): 0.4%
aroma

prodotto in spagna
PMF
2018-04-24 13:31:00 UTC
Permalink
Raw Message
Il 24/04/2018 15.14, Jamie ha scritto:
>>>>
>>> strano che tartuflanghe l'abbiano fatto produrre in spagna che hanno
>>> un bello stabilimento
>>
>> evidentemente anche la materia prima non è esattamente delle Langhe...
>>
>
> erano delle semplici chips di patate al tartufo
> tartufo presente (liofilizzato): 0.4%
> aroma
>
> prodotto in spagna
>
Pensavo fosse pasta di tartufo!
In questo caso ci sta: tradizionale ambiguità(*) dei prodotti di quella
catena, tutta chiacchiere e fatturato, solo chiacchiere e fatturato.

(*) che non si può usare il termine suo: si rischia l'incriminazione
Jamie
2018-04-24 13:50:14 UTC
Permalink
Raw Message
On 24/04/2018 15:31, PMF wrote:

> Pensavo fosse pasta di tartufo!

neanche sapevo che esistesse, il tartufo in pasta!

> In questo caso ci sta: tradizionale ambiguità(*) dei prodotti di
> quella catena, tutta chiacchiere e fatturato, solo chiacchiere e fatturato.
>
> (*) che non si può usare il termine suo: si rischia l'incriminazione
>

adesso voglio sapere quale sia :D
[Claudio] Red-Block !
2018-04-26 07:20:47 UTC
Permalink
Raw Message
Il 24/04/2018 13:53, capsy ha scritto:
> la mia istintiva repulsione, confermata nel tempo, verso eataly non mi
> conduce a pensarlo come meta di qualcosa di utile. (e sono stato
> morigerato!)


+1 :-)
Raido
2018-04-26 07:55:43 UTC
Permalink
Raw Message
Jamie <***@bluesky.no> ha scritto:

> Domenica tardo pomeriggio/sera sono stata (finalmente) da Eat...Fico. Mi

Di FICO, come di Eataly, non mi sembra ci sia moltissimo da dire su un
forum di cucina se non, come hai gia' detto tu, per l'eventuale varieta'
di ingredienti particolari che puoi trovare lì e non altrove. L'aspetto
prettamente commerciale così come la simpatia del tizio che sta dietro al
business (se la gioca con Renzi, direi... :-)) dovrebbe essere del tutto
trascurabile

--
Raido
Immeritatamente_pll
Loading...