Discussione:
Evo 2017
Aggiungi Risposta
Greg
2017-11-19 08:03:13 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Ottima qualità e ottima produzione quest'anno un poco dappertutto.
Anche 20-25 litri di olio per quintale di olive.

Chi ne avesse bisogno consiglio di comprarlo direttamente al frantoio in questi giorni.
--
Greg
Gi
2017-11-19 09:18:45 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Greg
Ottima qualità e ottima produzione quest'anno un poco dappertutto.
Forse non proprio dappertutto.
La qualità dicono buona ma sulla quantità sembra che in alcune zone non sia
proprio tra le migliori, anche se sicuramente meglio delle ultime due.
Dicono, eh
Gi


---
Questa email è stata esaminata alla ricerca di virus da AVG.
http://www.avg.com
carletto
2017-11-19 13:10:18 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Gi
Forse non proprio dappertutto.
La qualità dicono buona ma sulla quantità sembra che in alcune zone non
sia proprio tra le migliori, anche se sicuramente meglio delle ultime due.
Dicono, eh
Confermo.
La qualita', in generale, e' data dal fatto che lo scorso inverno rigido e
l'estate torrida abbiano neutralizzato totalmente la mosca olearia, almeno
per quest'anno. Contemporaneamente pero' in molte zone la fruttificazione
non e' stata delle piu' abbondanti. Nel mio piccolo oliveto ho raccolto
circa la meta' di quello che in media produce.
Pero' mi sono permesso il lusso di raccogliere le olive con qualche
settimana di anticipo, belle verdi, e molite a freddo col tradizionale.
Nonostante cio', su 200kg di olive (brucate a mano, senza teli, 'na
faticaccia...) ho avuto ben 39kg (42 litri) di olio, di eccellente qualita',
molto fruttato. Cosi' buono non l'ho mai fatto. Altre partite, molite prima
della mia, pero' di olive molto piu' mature, hanno prodotto anche
quantitativi superiori, sfiorando una resa del 26%.

carletto
PMF
2017-11-20 08:53:16 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Greg
Ottima qualità e ottima produzione quest'anno un poco dappertutto.
Anche 20-25 litri di olio per quintale di olive.
Chi ne avesse bisogno consiglio di comprarlo direttamente al frantoio in questi giorni.
Preso, appunto al frantoio. Era il nuovo raccolto, disponibile solo sfuso,
non ancora imbottigliato

Paolo
Jk
2017-11-20 10:09:37 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Preso, appunto al frantoio.  Era il nuovo raccolto, disponibile solo
sfuso, non ancora imbottigliato
Dove?
avevo un salentino che me lo spediva ma non trov più i suoi riferimenti :-(
f***@yahoo.it
2017-11-20 09:38:55 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Greg
Ottima qualità e ottima produzione quest'anno un poco dappertutto.
Anche 20-25 litri di olio per quintale di olive.
a quelle rese si arriva FACILMENTE con spremitura
a CALDO, e quello che ne esce difficilmente lo puoi
chiamare evo

mio fratello buona produzione,
spremitura a freddo 17-18 l/q.le


felicepago

iceborg
.
carletto
2017-11-20 11:21:19 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by f***@yahoo.it
a quelle rese si arriva FACILMENTE con spremitura
a CALDO, e quello che ne esce difficilmente lo puoi
chiamare evo
Ci sono troppe variabili.
La resa dipende anzitutto dal grado di maturazione delle olive, poi dalla
varieta' (una Taggiasca rende anche il doppio di un Ravece), e infine anche
dalla temperatura nelle fasi di molitura.
Ormai tutti i frantoi, che siano tradizionali o a ciclo continuo (di ultima
generazione), sono "a freddo" (o almeno si dichiarano tali...), dove per
freddo si intende sotto i 27 gradi. Poi, di quanto siano realmente "a
freddo" non ci e' dato sapere, e dipende sostanzialmente dall'onesta' del
frantoiano. E' chiaro che gli basta aumentare la temperatura di gramolazione
di un paio di gradi per produrre lo stesso quantitativo di olio in minor
tempo. Il pericolo sussiste principalmente con i frantoi a ciclo continuo,
dove la gramolazione avviene "al chiuso" (per evitare l'ossidazione della
pasta di olive). In quelli tradizionali e' tutto "a vista", il processo e'
molto piu' lento, si usano le macine in pietra in luogo dei frangitori, e si
usano le presse in luogo della centrifuga. Tutte tecnologie, che seppur
rudimentali, per loro natura non scaldano la pasta di olive. Per contro
offrono altri svantaggi, in primis l'esposizione all'aria.

carletto
fulvio_ capsy
2017-11-20 11:46:45 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
(una Taggiasca rende anche il doppio di un Ravece)
forse non hai le idee molto chiare su questo punto!
--
www.peperoncinosanremorivieradeifiori.it/ricette.php
carletto
2017-11-20 11:53:59 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by carletto
(una Taggiasca rende anche il doppio di un Ravece)
forse non hai le idee molto chiare su questo punto!
In che senso?
A parita' delle condizioni al contorno (temperature in frantoio,
maturazione, ecc) la Taggiasca (per esempio, ma esistono molte varieta' ad
alta resa), con 100 kg di olive hai 20 kg di olio. Se fai lo stesso con un
Ravece ne hai poco piu' della meta'. Cosa non torna?

carletto
fulvio_ capsy
2017-11-20 13:56:32 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by carletto
Post by carletto
(una Taggiasca rende anche il doppio di un Ravece)
forse non hai le idee molto chiare su questo punto!
In che senso?
A parita' delle condizioni al contorno (temperature in frantoio,
maturazione, ecc) la Taggiasca (per esempio, ma esistono molte varieta' ad
alta resa), con 100 kg di olive hai 20 kg di olio. Se fai lo stesso con un
Ravece ne hai poco piu' della meta'. Cosa non torna?
carletto
non sono tecnico ma a vista la ravece è molto più grossa e carnosa della
taggiasca, ma ripeto non sono praticissimo, forse ho toppato ma sono
andato a guardare le foto delle olive ravece e le ho trovate più ..in
carne delle nostre!! ;)
--
www.peperoncinosanremorivieradeifiori.it/ricette.php
carletto
2017-11-20 14:18:46 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by fulvio_ capsy
non sono tecnico ma a vista la ravece è molto più grossa e carnosa della
taggiasca, ma ripeto non sono praticissimo, forse ho toppato ma sono
andato a guardare le foto delle olive ravece e le ho trovate più ..in
carne delle nostre!! ;)
Eh, ma la valutazione visiva dice poco o nulla.
Per esempio non e' in grado di stabilire il contenuto di acqua, che e'
parecchio variabile da varieta' a varieta', e che e' il principale
responsabile della resa. Cosi' come la dimensione del nocciolo.
La Ravece e' grandicella, anche 4 o 5 grammi, contro i 3 a scendere di altre
cultivar da olio maggiormente diffuse, ma e' nota per la sua proverbiale
bassa resa. Ma ti garantisco che un olio fresco di Ravece in purezza e' una
delle piu' voluttuose gioie per palato e olfatto, un po' come un grande
vino. Peccato sia difficile da trovarne, in purezza e di buona qualita', e
mediamente molto, molto caro.

carletto
[Claudio] Red-Block !
2017-11-21 11:49:04 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by carletto
Per contro
offrono altri svantaggi, in primis l'esposizione all'aria.
Anche svantaggi. :-)
carletto
2017-11-21 13:08:28 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by [Claudio] Red-Block !
Anche svantaggi. :-)
Certo :-)
Aggiungo anche la minore igiene, nel senso che e' piu' facile contaminare
partite diverse di olive tra loro.
Ma quest'anno, siccome la qualita' generale delle olive era molto alta, il
problema non si poneva piu' di tanto. In una annata dove invece e' facile
trovare partite infestate sconsiglio vivamente il tradizionale coi fiscoli.

carletto
Greg
2017-11-22 10:02:34 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by carletto
Post by [Claudio] Red-Block !
Anche svantaggi. :-)
Certo :-)
Aggiungo anche la minore igiene, nel senso che e' piu' facile contaminare partite diverse di olive tra loro.
Ma quest'anno, siccome la qualita' generale delle olive era molto alta, il problema non si poneva piu' di tanto. In
una annata dove invece e' facile trovare partite infestate sconsiglio vivamente il tradizionale coi fiscoli.
Ah la contaminazione ce l'hai anche con i moderni.
C'è un piccolo scambio di pasta tra due partite, dove passa uno passa lì'altro, non ci sono lavaggi, quindi...
--
Greg
carletto
2017-11-22 12:19:20 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Greg
Ah la contaminazione ce l'hai anche con i moderni.
C'è un piccolo scambio di pasta tra due partite, dove passa uno passa
lì'altro,
non ci sono lavaggi, quindi...
Beh, no: i moderni frantoi seri hanno un ciclo automatico di lavaggio.
Anche un tradizionale, dove andavo fino a 4 anni fa (adesso si e' rotto il
cazzo e ha chiuso...), era famoso per il fatto di lavare con un getto
d'acqua a pressione macina e fiscoli, tra una partita e l'altra, con un
discreto dispendio di tempo.
Ma in genere non lo fa nessuno, sul tradizionale, si limitano ad una
grattata piu' o meno sommaria sulle pareti di macina e gramolatrice (quando
la fanno).

carletto

[Claudio] Red-Block !
2017-11-21 11:47:48 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by f***@yahoo.it
a quelle rese si arriva FACILMENTE con spremitura
a CALDO, e quello che ne esce difficilmente lo puoi
chiamare evo
Fino al 20-22 ci si arriva tranquillamente.
Dipende molto da quanto porti le olive pulite al frantoio (altrimenti
fai un bello scarto in partenza) e anche dalle varietà/terreno del campo
dove sono venute.
Loading...