Discussion:
matriciana: aglio o cipolla???
(troppo vecchio per rispondere)
tan
2005-11-01 17:06:23 UTC
dubbio amletico?!?
grazie
tan
PrudenceHalliwell®
2005-11-01 17:13:46 UTC
Post by tan
dubbio amletico?!?
grazie
tan
io cipolla, aglio per la carbonara.
Gillo # 1
2005-11-01 17:24:12 UTC
Mentre piangevo sui depliant della BMW R1150R,
notai PrudenceHalliwell® che scribbe...
Post by PrudenceHalliwell®
aglio per la carbonara.
Hai vampiri, a cena ?
--
Gillo # 1 / Da Bologna la Grassa.
www.ilgillo.it www.ilgillo.splinder.com www.iltuocuoco.it
"quella sa killare come cucina." (cit.)
Ricette ? www.iltuocuoco.it/IHCucina
PrudenceHalliwell®
2005-11-01 17:35:15 UTC
Post by Gillo # 1
Mentre piangevo sui depliant della BMW R1150R,
notai PrudenceHalliwell® che scribbe...
Post by PrudenceHalliwell®
aglio per la carbonara.
Hai vampiri, a cena ?
Streghe. ;)
Post by Gillo # 1
--
Gillo # 1 / Da Bologna la Grassa.
www.ilgillo.it www.ilgillo.splinder.com www.iltuocuoco.it
"quella sa killare come cucina." (cit.)
Ricette ? www.iltuocuoco.it/IHCucina
la loba
2005-11-02 21:08:47 UTC
"Gillo # 1"
Post by Gillo # 1
Post by PrudenceHalliwell®
aglio per la carbonara.
Hai vampiri, a cena ?
ma LOL!!!
PrudenceHalliwell®
2005-11-01 17:14:45 UTC
Post by tan
dubbio amletico?!?
grazie
tan
p.s. (a)matriciana

da Amatrice
BknM
2005-11-02 00:26:51 UTC
Post by PrudenceHalliwell®
p.s. (a)matriciana
da Amatrice
secondo me sono corretti entrambi i termini, è una questione filologica
irrisolta...
Huyg
2005-11-02 01:11:41 UTC
Post by BknM
Post by PrudenceHalliwell®
p.s. (a)matriciana
da Amatrice
secondo me sono corretti entrambi i termini, è una questione filologica
irrisolta...
Guanciale+pomodoro+pecorino, è l'amatriciana, viene dal comune di Amatrice,
su questo pochi dubbi.

Mi è capitato più volte di trovare la "matriciana" come alternativo nome
della "gricia". Ma mi chiedo chi sia l'uovo e chi la gallina.
Sergio Michele
2005-11-01 18:03:10 UTC
"tan" <***@tin.it> ha scritto nel messaggio news:4367a0ae$0$24650$***@reader3.news.tin.it...

Per cercare nell'archivio del ng usa:
http://groups.google.com/advanced_group_search

Cmq la risposta è: nè l'una, nè l'altro.

Ciao.

Sergio.
JUL
2005-11-01 18:37:42 UTC
Post by tan
dubbio amletico?!?
grazie
tan
Aglio sicuramente no. Meglio la cipolla, anche se nella versione originale
non c'è.

Ciao.
Giuliano
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Stefano
2005-11-01 18:45:48 UTC
Post by tan
dubbio amletico?!?
grazie
tan
MD6564
2005-11-01 21:48:19 UTC
Nè l'uno, nè l'altra!
Sabrina
2005-11-01 22:11:23 UTC
Su questo argomento ci sono "guerre in famiglia"...
Io parteggio per la cipolla, i miei genitori per l'aglio e altri per evitare
entrambi!!!
Voto CIPOLLA!!!
Buona nottata a tutti!
S.
Post by tan
dubbio amletico?!?
grazie
tan
Ruggine
2005-11-01 23:32:32 UTC
On Tue, 1 Nov 2005 23:11:23 +0100, "Sabrina"
Post by Sabrina
Su questo argomento ci sono "guerre in famiglia"...
Io parteggio per la cipolla, i miei genitori per l'aglio e altri per evitare
entrambi!!!
Voto CIPOLLA!!!
Buona nottata a tutti!
c'e' poco da far guerre :-), la ricetta dell'AMATRICIANA e' una sola,
e pure depositata alla camera di commercio (cercare in archivio per
ulteriori dettagli...ma credo sia anche nel sito di gennarino)
a parte le definizioni ognuno in pratica si regola come gli pare e
come gli piace di piu'; ma la versione DOC non prevede ne' aglio, ne'
cipolla.
Gianmaria Fontana di Sacculmino
2005-11-02 07:49:50 UTC
Il giorno Wed, 02 Nov 2005 00:32:32 +0100, Ruggine
Post by Ruggine
c'e' poco da far guerre :-), la ricetta dell'AMATRICIANA e' una sola,
e pure depositata alla camera di commercio (cercare in archivio per
ulteriori dettagli...ma credo sia anche nel sito di gennarino)
a parte le definizioni ognuno in pratica si regola come gli pare e
come gli piace di piu'; ma la versione DOC non prevede ne' aglio, ne'
cipolla.
Eh gia', tu dici bene anzi benissimo, ma la cucina e' un campo in cui
ogni essere umano si ritiene il depositario dell'ultima verita' basata
sul proprio soggettivissimo palato. Si e' ampiamente capito che il
concetto di approfondimenti culturali ed educazione al gusto non
trovano molti seguaci e la gente continua a ripetere che "a loro piace
cosi'" o che "i loro ospiti si sono leccati i baffi" e pertanto la
benedizione ha da scendere dall'alto e non se ne parli piu'. :-)
--
Gianmaria
Lcr
2005-11-02 08:46:19 UTC
Post by Gianmaria Fontana di Sacculmino
Eh gia', tu dici bene anzi benissimo, ma la cucina e' un campo in cui
ogni essere umano si ritiene il depositario dell'ultima verita' basata
sul proprio soggettivissimo palato. Si e' ampiamente capito che il
concetto di approfondimenti culturali ed educazione al gusto non
trovano molti seguaci e la gente continua a ripetere che "a loro piace
cosi'" o che "i loro ospiti si sono leccati i baffi" e pertanto la
benedizione ha da scendere dall'alto e non se ne parli piu'. :-)
Sarebbe bello che vi fosse più coscienza di tradizioni e territorio, in
modo da avere ben chiaro cosa ci arriva dal passato gastronomico. Se poi
il piatto lo si desidera modificare a piacimento non c'è problema, ma la
ricetta con il procedimento e i suoi ingredienti tradizionali potrebbe
continuare a vivere realmente, nelle famiglie e non solo nei libri o
nelle poche trattorie che lo realizzano fedelmente.

Invece anche qui impera l'approssimazione e la superficialità: basta una
versione anche vagamente simile all'originale che subito le viene
appioppato il nome tradizionale, creando confusione e impossibilitando
il passaggio di una conoscenza corretta da una generazione ad un'altra.

Questi poi sono valori che valgono in ogni più piccolo anfratto
dell'Italia, valori reali e tangibili, degustabili... peccato che stiano
andando persi in nome di una non ben identificata libertà di mangiare
quel che ci piace, perdendo contatto con il nostro passato appena
trascorso in nome di variazioni se vuoi appetitose ma senza senso.
massimo
2005-11-02 10:40:23 UTC
Post by Lcr
Invece anche qui impera l'approssimazione e la superficialità: basta una
versione anche vagamente simile all'originale che subito le viene
appioppato il nome tradizionale, creando confusione e impossibilitando
il passaggio di una conoscenza corretta da una generazione ad un'altra.
1- secondo me questa generazione, qualsiasi cosa voglia dire, visto
che qui ci sono sessantenni e ventenni, e' meglio della precedente.
quindi meno roba passa da quella, meglio e'. parlo di cucina.
2- sopravvaluti la funzione del newsgroup
--
ciao!
massimo
Lcr
2005-11-02 10:53:03 UTC
Post by massimo
Post by Lcr
Invece anche qui impera l'approssimazione e la superficialità: basta una
versione anche vagamente simile all'originale che subito le viene
appioppato il nome tradizionale, creando confusione e impossibilitando
il passaggio di una conoscenza corretta da una generazione ad un'altra.
1- secondo me questa generazione, qualsiasi cosa voglia dire, visto
che qui ci sono sessantenni e ventenni, e' meglio della precedente.
quindi meno roba passa da quella, meglio e'. parlo di cucina.
2- sopravvaluti la funzione del newsgroup
Dico qui in genere, in realtà è una situazione molto diffusa, che è
semplice riscontare quando si è invitati a cena a casa di qualcuno.
Tranne rarissime eccezioni la coscienza della cucina tradizionale è
sempre più vaga...
Poi sono io il primo a farla raramente, (anche se per un paio di anni mi
sono dedicato solo a quello) ma quando ne ho voglia cerco di aderire il
più possibile a ricette che abbiano effettivamente la loro storia.
Carlo Morpurgo
2005-11-02 18:51:44 UTC
Post by Lcr
Sarebbe bello che vi fosse più coscienza di tradizioni e territorio, in
modo da avere ben chiaro cosa ci arriva dal passato gastronomico. Se poi
il piatto lo si desidera modificare a piacimento non c'è problema, ma la
ricetta con il procedimento e i suoi ingredienti tradizionali potrebbe
continuare a vivere realmente, nelle famiglie e non solo nei libri o
nelle poche trattorie che lo realizzano fedelmente.
Invece anche qui impera l'approssimazione e la superficialità: basta una
versione anche vagamente simile all'originale che subito le viene
appioppato il nome tradizionale, creando confusione e impossibilitando
il passaggio di una conoscenza corretta da una generazione ad un'altra.
Posso provare a chiedertelo di nuovo: questo approccio secondo te
e' di universale applicabilita', o lo consideri valido solo in cucina?
In particolare, mi riferisco alla tua assunzione fondamentale che
esista un momento preciso nel tempo passato dove una tale ricetta sia
stata concepita, con un preciso nome.

carlo
Garfield
2005-11-03 10:24:59 UTC
Post by Carlo Morpurgo
In particolare, mi riferisco alla tua assunzione fondamentale che
esista un momento preciso nel tempo passato dove una tale ricetta sia
stata concepita, con un preciso nome.
Vuoi dire che rischiamo, tra qualche secolo, di vedere il "pesce finto"
depositato alla Camera di Commercio? :-O
--
Garfield

"I problemi non possono mai essere risolti usando lo stesso modo di
pensare che li ha creati".
Albert Einstein
Gillo # 1
2005-11-03 10:22:09 UTC
Mentre piangevo sui depliant della BMW R1150R,
notai Garfield che scribbe...
Post by Garfield
Vuoi dire che rischiamo, tra qualche secolo, di vedere il "pesce
finto" depositato alla Camera di Commercio? :-O
Alla camera di commercio di Paperopoli...
--
Gillo # 1 / Da Bologna la Grassa.
www.ilgillo.it www.ilgillo.splinder.com www.iltuocuoco.it
"quella sa killare come cucina." (cit.)
Ricette ? www.iltuocuoco.it/IHCucina
Carlo Morpurgo
2005-11-03 11:31:22 UTC
Post by Garfield
Post by Carlo Morpurgo
In particolare, mi riferisco alla tua assunzione fondamentale che
esista un momento preciso nel tempo passato dove una tale ricetta sia
stata concepita, con un preciso nome.
Vuoi dire che rischiamo, tra qualche secolo, di vedere il "pesce finto"
depositato alla Camera di Commercio? :-O
guarda che non sei nemmeno cosi' lontano....tutto sto gran rigore
nel quotare ste ricette ufficiali e tradizionali....quando poi
paradossalmente l'ufficializzazione e' avvenuta solo in anni recenti...


carlo
massimo
2005-11-03 13:02:20 UTC
Post by Carlo Morpurgo
guarda che non sei nemmeno cosi' lontano....tutto sto gran rigore
nel quotare ste ricette ufficiali e tradizionali....quando poi
paradossalmente l'ufficializzazione e' avvenuta solo in anni recenti...
io non ho ancora capito che cosa esattamente ti roda.
anche la stampa dell'iliade e' avvenuta millenni dopo la sua stesura
--
ciao!
massimo
Carlo Morpurgo
2005-11-03 15:13:28 UTC
Post by massimo
Post by Carlo Morpurgo
guarda che non sei nemmeno cosi' lontano....tutto sto gran rigore
nel quotare ste ricette ufficiali e tradizionali....quando poi
paradossalmente l'ufficializzazione e' avvenuta solo in anni recenti...
io non ho ancora capito che cosa esattamente ti roda.
anche la stampa dell'iliade e' avvenuta millenni dopo la sua stesura
stai dicendomi quindi che qualcuno ha steso per primo la ricetta
dell'amatriciana?

carlo
massimo
2005-11-03 15:46:29 UTC
Post by Carlo Morpurgo
stai dicendomi quindi che qualcuno ha steso per primo la ricetta
dell'amatriciana?
no, parlavo d' altro
--
ciao!
massimo
Carlo Morpurgo
2005-11-03 18:32:50 UTC
Post by massimo
Post by Carlo Morpurgo
stai dicendomi quindi che qualcuno ha steso per primo la ricetta
dell'amatriciana?
no, parlavo d' altro
a me sembra invece la stessa cosa...affinche' la tua analogia tenga
bisogna in qualche modo assumere che vi sia stata una prima "stesura"
dell'amatriciana, in seguito diventata stampata e consacrata come
ufficiale.

carlo
Lcr
2005-11-03 18:51:13 UTC
Post by Carlo Morpurgo
Post by massimo
Post by Carlo Morpurgo
stai dicendomi quindi che qualcuno ha steso per primo la ricetta
dell'amatriciana?
no, parlavo d' altro
a me sembra invece la stessa cosa...affinche' la tua analogia tenga
bisogna in qualche modo assumere che vi sia stata una prima "stesura"
dell'amatriciana, in seguito diventata stampata e consacrata come
ufficiale.
Certo, la ricetta dell'amatriciana era l'undicesimo comandamento delle
tavole della legge che Mosè ricette la prima volta e che poi spezzò,
probabilmente lui voleva metterci l'aglio o la cipolla. E infatti nella
seconda edizione era scomparsa, un grande gesto di riappacificazione fra
dio e gli uomini.
Garfield
2005-11-04 15:43:56 UTC
Post by Lcr
Certo, la ricetta dell'amatriciana era l'undicesimo comandamento delle
tavole della legge che Mosè ricette la prima volta e che poi spezzò,
probabilmente lui voleva metterci l'aglio o la cipolla. E infatti nella
seconda edizione era scomparsa, un grande gesto di riappacificazione fra
dio e gli uomini.
Infatti Aronne passò l'anima dei guai per aver provato a sostituire il
guanciale con del vitello.
--
Garfield

"I problemi non possono mai essere risolti usando lo stesso modo di
pensare che li ha creati".
Albert Einstein
PMF
2005-11-04 07:27:38 UTC
Post by Carlo Morpurgo
Post by Carlo Morpurgo
guarda che non sei nemmeno cosi' lontano....tutto sto gran
rigore nel quotare ste ricette ufficiali e
tradizionali....quando poi paradossalmente l'ufficializzazione
e' avvenuta solo in anni recenti...
io non ho ancora capito che cosa esattamente ti roda. anche la
stampa dell'iliade e' avvenuta millenni dopo la sua stesura
stai dicendomi quindi che qualcuno ha steso per primo la ricetta
dell'amatriciana?
no, credo che parlasse di un pastore cieco, che un giorno inciampo'
nell'ovile, e fece cadere un pezzo di guanciale nel fuoco. cercando di
risalire a quell'odore di fritto, e volendo salvare il poco cibo che
aveva, ebbe l'idea di mangiarci accando un pezzo di pecorino irregolare,
la cui forma era inadatta ad essere consegnata al padrone. l'idea gli
piacque, e penso' che meglio ancora sarebe stato se usato a condimento di
quel pacco di rigatoni barilla. Millenni dopo, quel pastore cieco (era
soprannominato 'Gricio') sarebbe rimasto nel mito, nella leggenda, come
l'inventore del piatto che prese il suo nome: la gricia...
Post by Carlo Morpurgo
carlo
Paolo
Ruggine
2005-11-03 21:47:18 UTC
Post by massimo
io non ho ancora capito che cosa esattamente ti roda.
anche la stampa dell'iliade e' avvenuta millenni dopo la sua stesura
LOL :-)))
Garfield
2005-11-04 15:44:38 UTC
Post by massimo
io non ho ancora capito che cosa esattamente ti roda.
anche la stampa dell'iliade e' avvenuta millenni dopo la sua stesura
E chi l'ha tenuta a mente tutto quel tempo?
--
Garfield

"I problemi non possono mai essere risolti usando lo stesso modo di
pensare che li ha creati".
Albert Einstein
massimo
2005-11-04 15:38:07 UTC
Post by Garfield
E chi l'ha tenuta a mente tutto quel tempo?
"stampa" e "scrittura" sono cose diverse
--
ciao!
massimo
Garfield
2005-11-04 16:50:10 UTC
Post by massimo
"stampa" e "scrittura" sono cose diverse
Alla faccia del tunnel carpale...
--
Garfield

"I problemi non possono mai essere risolti usando lo stesso modo di
pensare che li ha creati".
Albert Einstein
Lcr
2005-11-03 14:25:07 UTC
Post by Carlo Morpurgo
Post by Garfield
Post by Carlo Morpurgo
In particolare, mi riferisco alla tua assunzione fondamentale che
esista un momento preciso nel tempo passato dove una tale ricetta sia
stata concepita, con un preciso nome.
Vuoi dire che rischiamo, tra qualche secolo, di vedere il "pesce
finto" depositato alla Camera di Commercio? :-O
guarda che non sei nemmeno cosi' lontano....tutto sto gran rigore
nel quotare ste ricette ufficiali e tradizionali....quando poi
paradossalmente l'ufficializzazione e' avvenuta solo in anni recenti...
Anche perché il concetto di ricetta tradizionale è completamente diverso
e un po' più complesso, se ne è parlato n volte.
Carlo Morpurgo
2005-11-03 14:36:14 UTC
Post by Lcr
Post by Carlo Morpurgo
Post by Garfield
Post by Carlo Morpurgo
In particolare, mi riferisco alla tua assunzione fondamentale che
esista un momento preciso nel tempo passato dove una tale ricetta
sia stata concepita, con un preciso nome.
Vuoi dire che rischiamo, tra qualche secolo, di vedere il "pesce
finto" depositato alla Camera di Commercio? :-O
guarda che non sei nemmeno cosi' lontano....tutto sto gran rigore
nel quotare ste ricette ufficiali e tradizionali....quando poi
paradossalmente l'ufficializzazione e' avvenuta solo in anni recenti...
Anche perché il concetto di ricetta tradizionale è completamente diverso
e un po' più complesso, se ne è parlato n volte.
certo sono pienamente d'accordo...c'e' sicuramente molto di piu'
dietro a una terminologia che una semplice ufficializzazione. non si
puo' cioe' credere che un bel giorno uno si sia alzato con l'idea
brillante di inventare la pasta all'amatriciana. ripetuto n volte hai
ragione....ricette che si evolvono nel tempo... e continueranno a farlo
nonostante gli sforzi di gruppi di cretini che le ufficializzano, per
alleviare le pene di certi nostri contemporanei....

carlo
Lcr
2005-11-03 15:20:19 UTC
certo sono pienamente d'accordo...c'e' sicuramente molto di piu' dietro
a una terminologia che una semplice ufficializzazione. non si puo' cioe'
credere che un bel giorno uno si sia alzato con l'idea brillante di
inventare la pasta all'amatriciana. ripetuto n volte hai
ragione....ricette che si evolvono nel tempo... e continueranno a farlo
nonostante gli sforzi di gruppi di cretini che le ufficializzano, per
alleviare le pene di certi nostri contemporanei....
Vabbé, ancora ti sfugge completamente, ma non ti preoccupare, non sei il
solo.
Carlo Morpurgo
2005-11-03 17:45:54 UTC
Post by Lcr
Post by Carlo Morpurgo
certo sono pienamente d'accordo...c'e' sicuramente molto di piu'
dietro a una terminologia che una semplice ufficializzazione. non si
puo' cioe' credere che un bel giorno uno si sia alzato con l'idea
brillante di inventare la pasta all'amatriciana. ripetuto n volte hai
ragione....ricette che si evolvono nel tempo... e continueranno a
farlo nonostante gli sforzi di gruppi di cretini che le
ufficializzano, per alleviare le pene di certi nostri contemporanei....
Vabbé, ancora ti sfugge completamente, ma non ti preoccupare, non sei il
solo.
scusa ma tu sei per caso quel luigi che continua a dire a tutti i
media di aver visto e parlato con la vergine maria?

carlo
Lcr
2005-11-03 18:08:05 UTC
Post by Lcr
Post by Carlo Morpurgo
certo sono pienamente d'accordo...c'e' sicuramente molto di piu'
dietro a una terminologia che una semplice ufficializzazione. non si
puo' cioe' credere che un bel giorno uno si sia alzato con l'idea
brillante di inventare la pasta all'amatriciana. ripetuto n volte hai
ragione....ricette che si evolvono nel tempo... e continueranno a
farlo nonostante gli sforzi di gruppi di cretini che le
ufficializzano, per alleviare le pene di certi nostri contemporanei....
Vabbé, ancora ti sfugge completamente, ma non ti preoccupare, non sei
il solo.
scusa ma tu sei per caso quel luigi che continua a dire a tutti i media
di aver visto e parlato con la vergine maria?
No, è mio cuggino che si chiama come me.
L'unica volta che ha tentato di dire qualcosa a me è stato quando è
esplosa l'ennesima napoletana, ma ci ha subito rinunciato vista la serie
di orrende bestemmie dei presenti.
Ruggine
2005-11-03 21:51:56 UTC
Post by Carlo Morpurgo
ragione....ricette che si evolvono nel tempo... e continueranno a farlo
nonostante gli sforzi di gruppi di cretini che le ufficializzano, per
alleviare le pene di certi nostri contemporanei....
infatti mi chiedo perche' anche mettersi a parlare di movimenti
letterari, stili pittorici, tanto anche l'arte si evolve ....

a me sembra che l'unico contemporaneo in pena sia tu...
Carlo Morpurgo
2005-11-04 03:26:13 UTC
Post by Ruggine
Post by Carlo Morpurgo
ragione....ricette che si evolvono nel tempo... e continueranno a farlo
nonostante gli sforzi di gruppi di cretini che le ufficializzano, per
alleviare le pene di certi nostri contemporanei....
infatti mi chiedo perche' anche mettersi a parlare di movimenti
letterari, stili pittorici, tanto anche l'arte si evolve ....
a me sembra che l'unico contemporaneo in pena sia tu...
a parte il linguaggio colorito che ho usato, senza offendere nessuno
spero, pensi che sia veramente utile ufficializzare (sul serio) tutte le
ricette
note? quante sarano quelle depositate? A questo punto perche limitarsi a
ragu, pesto, pizza e amatriciana.

Carlo
Lcr
2005-11-04 05:53:34 UTC
Post by Carlo Morpurgo
Post by Ruggine
Post by Carlo Morpurgo
ragione....ricette che si evolvono nel tempo... e continueranno a
farlo nonostante gli sforzi di gruppi di cretini che le
ufficializzano, per alleviare le pene di certi nostri contemporanei....
infatti mi chiedo perche' anche mettersi a parlare di movimenti
letterari, stili pittorici, tanto anche l'arte si evolve ....
a me sembra che l'unico contemporaneo in pena sia tu...
a parte il linguaggio colorito che ho usato, senza offendere nessuno
spero, pensi che sia veramente utile ufficializzare (sul serio) tutte le
ricette
note? quante sarano quelle depositate? A questo punto perche limitarsi a
ragu, pesto, pizza e amatriciana.
Hanno 'ufficializzato', come dici tu, alcune ricette molto conosciute e
altrettanto oggetto di variazioni arbitrarie pur mantenendo lo stesso
nome. Per vini DOC e prodotti DOP esiste il disciplinare, che nelle
intenzioni servirebbe a garantire il consumatore sulla tipicità e che
quando acquista poi non si ritrovi con qualcosa di completamente diverso.

Il discorso dei piatti tradizionali è MOLTO diverso: dato che fino ad
ora ancora non ti è entrato in testa ti suggerirei di comprare il solito
libro di Anna Gosetti della Salda 'Le ricette regionali italiane',
leggerne attentamente l'introduzione e dargli una bella scorsa.
Magari ti potrebbe cogliere l'illuminazione sulla via di damasco...
Ruggine
2005-11-04 08:23:05 UTC
Post by Carlo Morpurgo
a parte il linguaggio colorito che ho usato, senza offendere nessuno
spero, pensi che sia veramente utile ufficializzare (sul serio) tutte le
ricette
note? quante sarano quelle depositate? A questo punto perche limitarsi a
ragu, pesto, pizza e amatriciana.
abbiamo fatto questo discorso fino alla nausea, le ricette documentate
di valore storico riescono ad essere ufficilizzate solo se hanno una
solida storia documentaria di base e variazioni non sostanziali.
Infatti se cerchi in archivio depositata non trovi solo quelle da te
citate, ogni volta che ne troviamo una l'abbiamo sempre postata, ma
non credo che si possa depositare una carbonara o la ricetta della
piadina, non e' fattibile... e se mi chiedi perche' urlo :-)
Carlo Morpurgo
2005-11-04 12:15:11 UTC
Post by Ruggine
non credo che si possa depositare una carbonara o la ricetta della
piadina, non e' fattibile... e se mi chiedi perche' urlo :-)
perche?

< ------ spazio per l'urlo -------- >



hai ragione sono nauseato da questo discorso...ne ufficializzo (!) la
fine (per quello che mi riguarda) e' che non riesco mica a farmi
capire...quando poi ci si mette mister-illuminato-toccato-dal-signore
AKA lcr, sai com'e'....difficile rimanere cool....

A proposito c'e' anche una foto che ritrae il momento magico del tocco
illuminante:

http://tinyurl.com/7c7wf

quello a sinistra e' luigi of course....

carlo
Lcr
2005-11-04 12:22:34 UTC
Post by Carlo Morpurgo
A proposito c'e' anche una foto che ritrae il momento magico del tocco
http://tinyurl.com/7c7wf
quello a sinistra e' luigi of course....
Ma al posto di farti tante seghe mentali perché non ti leggi qualche bel
saggio sull'argomento, come hanno fatto tutti quelli che hanno voluto
approfondire la questione?
La cucina e le sue tradizioni ha i suoi studiosi e pure bravi, mica è un
argomento di secondo ordine.
SteO153
2005-11-04 12:37:28 UTC
Post by Lcr
Ma al posto di farti tante seghe mentali perché non ti leggi qualche bel
saggio sull'argomento, come hanno fatto tutti quelli che hanno voluto
approfondire la questione?
tipo?
tempo fa mi avevi consigliato un libro sulla storia della cucina
italiana (piu' che un libro un autore, Massimo Montanari), vale lo stesso?

grazie

steo153

ps: non ho avuto ancora il tempo di comprarlo, ma e' sulla lista dei
libri da leggere
--
La pace piu' svantaggiosa e' preferibile alla guerra piu' leggittima
[Erasmus von Rotterdam]

Prossimamente su questa rete...
http://torsk.altervista.org/ihc/menu.html
Lcr
2005-11-04 12:45:01 UTC
Post by SteO153
Post by Lcr
Ma al posto di farti tante seghe mentali perché non ti leggi qualche
bel saggio sull'argomento, come hanno fatto tutti quelli che hanno
voluto approfondire la questione?
tipo?
tempo fa mi avevi consigliato un libro sulla storia della cucina
italiana (piu' che un libro un autore, Massimo Montanari), vale lo stesso?
massì sono sempre i soliti...
Carlo Morpurgo
2005-11-04 13:02:15 UTC
Post by Lcr
Post by Carlo Morpurgo
A proposito c'e' anche una foto che ritrae il momento magico del tocco
http://tinyurl.com/7c7wf
quello a sinistra e' luigi of course....
Ma al posto di farti tante seghe mentali perché non ti leggi qualche bel
saggio sull'argomento, come hanno fatto tutti quelli che hanno voluto
approfondire la questione?
La cucina e le sue tradizioni ha i suoi studiosi e pure bravi, mica è un
argomento di secondo ordine.
Hai ragione, provero' a leggere il libro di Montanari-Capatti;
gia' leggere online uno dei suoi passaggi mi attira:

"Il gusto, come ogni aspetto della cultura umana, è un prodotto della
storia e si modifica nel tempo, così come è diverso nello spazio.
Scelte, esclusioni, preferenze (non solo in campo gastronomico)
caratterizzano gli individui, i popoli, le regioni del mondo; inoltre,
esse sono cambiate nel corso dei secoli." (un po' quello che succede
all'Iliade ndr)

il che e' proprio quello che sto cercando di dirti. Forse diciamo la
stessa cosa? forse tu intendi che in quanto portatori di cultura e' il
nostro compito quello di fissare nel tempo una ricetta per il bene dei
nostri posteri? La tua assolutezza in generale e' quello che
stupisce...se sei veramente in accordo con la frase citata sopra
dovresti essere un po' piu flessibile. mi domando se tu abbia veramente
capito quello che hai letto.

carlo
Ruggine
2005-11-04 13:08:30 UTC
Post by Carlo Morpurgo
il che e' proprio quello che sto cercando di dirti. Forse diciamo la
stessa cosa? forse tu intendi che in quanto portatori di cultura e' il
nostro compito quello di fissare nel tempo una ricetta per il bene dei
nostri posteri? La tua assolutezza in generale e' quello che
stupisce...se sei veramente in accordo con la frase citata sopra
dovresti essere un po' piu flessibile. mi domando se tu abbia veramente
capito quello che hai letto.
non ho letto il libro ma continuo a non capire perche' tu parli di
fissita' di ricette. Si parla di fissita' del NOME di una ricetta, se
l'amariciana i evolve includendo un ingrediente che ci sta benissimo,
che ne so' alghe giapponesi puta caso, magari sara' pure buonissima,
ma diventera' l'invenzione di un qualche chef che le dara' un nome,
questo nome sara' quello che sara' ma sicuramente e giustamente non
sara' amatriciana ma sara o variazione della stessa o un nome
totalmente nuovo. Non sono le ricette ad esser fisse e' che un nome
deve rimandarti a qualcosa di specifico. Se dico farinata ligure so
cosa dico e non posso chiamare allo stesso modo una piadina di farina
di ceci...
Carlo Morpurgo
2005-11-04 13:35:42 UTC
Post by Ruggine
Post by Carlo Morpurgo
il che e' proprio quello che sto cercando di dirti. Forse diciamo la
stessa cosa? forse tu intendi che in quanto portatori di cultura e' il
nostro compito quello di fissare nel tempo una ricetta per il bene dei
nostri posteri? La tua assolutezza in generale e' quello che
stupisce...se sei veramente in accordo con la frase citata sopra
dovresti essere un po' piu flessibile. mi domando se tu abbia veramente
capito quello che hai letto.
non ho letto il libro ma continuo a non capire perche' tu parli di
fissita' di ricette. Si parla di fissita' del NOME di una ricetta, se
l'amariciana i evolve includendo un ingrediente che ci sta benissimo,
che ne so' alghe giapponesi puta caso, magari sara' pure buonissima,
ma diventera' l'invenzione di un qualche chef che le dara' un nome,
questo nome sara' quello che sara' ma sicuramente e giustamente non
sara' amatriciana ma sara o variazione della stessa o un nome
totalmente nuovo. Non sono le ricette ad esser fisse e' che un nome
deve rimandarti a qualcosa di specifico. Se dico farinata ligure so
cosa dico e non posso chiamare allo stesso modo una piadina di farina
di ceci...
se lo chef ci fa sfumare l'aceto balsamico ha sempre
diritto di chiamarsi salsa amatriciana non trovi? o aveva il
diritto di chiamarsi tale SOLO prima dell'ufficializzazione?
non trovi che sia un po' ridicola la cosa? che adesso la
debba chiamare "salsa all'amatriciana con tocco di aceto"
Non sono certo io che mi appello all'autorita' per non
discutere su un ingrediente che non mi piace.

carlo
Lcr
2005-11-04 14:18:53 UTC
se lo chef ci fa sfumare l'aceto balsamico ha sempre diritto di
chiamarsi salsa amatriciana non trovi? o aveva il diritto di chiamarsi
tale SOLO prima dell'ufficializzazione?
non trovi che sia un po' ridicola la cosa? che adesso la debba chiamare
"salsa all'amatriciana con tocco di aceto"
Non sono certo io che mi appello all'autorita' per non discutere su un
ingrediente che non mi piace.
Dai, ora stai trollando alla grande! E io pure a perderci tempo dietro,
torno a fare cose più importanti.
Ruggine
2005-11-04 19:30:37 UTC
Post by Carlo Morpurgo
se lo chef ci fa sfumare l'aceto balsamico ha sempre
diritto di chiamarsi salsa amatriciana non trovi? o aveva il
diritto di chiamarsi tale SOLO prima dell'ufficializzazione?
non trovi che sia un po' ridicola la cosa? che adesso la
debba chiamare "salsa all'amatriciana con tocco di aceto"
Non sono certo io che mi appello all'autorita' per non
discutere su un ingrediente che non mi piace.
e' ovvio che, se il tocco dello chef e' minimo, come che so, metto del
rosmarino nell'amatriciana chiamrla "amatriciana con rosmarino"
diventa abbastanza lungo e puerile come nome, ma una cosa e' certa, se
hai un ristorante serio (non una trattoria per sfamare le persone a
pranzo) e metti sulla carta un qualcosa come la pasta al pesto e mi
presenti qualcosa con l'uvetta, e' ovvio che il tuo cliente sara'
soddisfatto molto difficilmente perche' si aspetta una determinata
cosa quando la ordina e se il sapore e' diverso, per te puo' esser
migliorativo ma lui aveva ordinato un'altra cosa, e difficilmente
sara' contento di una amatriciana al balsamico (magari poi a lui
l'aceto balsamico fa schifo e se tu non lo specifichi c'e' caso che ti
rimandi addirittura indietro il piatto.
Questo per dire che nessun cuoco cambia una ricetta conosciuta, si fa
tanto discutere di amatriciana perche' un sacco di gente la fa con
aglio o con la cipolla, discutiamo a ci arrabbiamo perche' qui si
parla di cultura gastronomica ed in teoria chi sta qui, deve voler
approfondire e dovrebbe sapere da quale percorso storico viene fuori
una data ricetta. l'esser depositata e' solo il rissunto delle sue
origini storiche.
massimo
2005-11-04 13:17:04 UTC
Carlo Morpurgo wrote:

cut
Post by Carlo Morpurgo
il che e' proprio quello che sto cercando di dirti. Forse diciamo la
stessa cosa? forse tu intendi che in quanto portatori di cultura e' il
nostro compito quello di fissare nel tempo una ricetta per il bene dei
nostri posteri?
ma cosa c'entra il gusto nel tempo con le ricette?
se adesso o in futuro la amatriciana non piacera' piu' allora non si
cucinera'. dove sta il problema? anche il garum non si usa piu', mica
abbiamo dovuto riciclare il termine per qualcos'altro.
--
ciao!
massimo
PMF
2005-11-04 13:27:06 UTC
Post by massimo
anche il garum non si usa piu',
mica abbiamo dovuto riciclare il termine per qualcos'altro.
questo e' inesatto. il garum si usa ancora, mentre e' quel nome che non si
usa piu' ad indicare la stessa medesima identica salsa

Paolo
massimo
2005-11-04 13:39:24 UTC
Post by PMF
questo e' inesatto. il garum si usa ancora, mentre e' quel nome che non si
usa piu' ad indicare la stessa medesima identica salsa
non lo sapevo, come si chiama adesso? colatura putrida? :-)
--
ciao!
massimo
Lcr
2005-11-04 14:28:15 UTC
Post by massimo
Post by PMF
questo e' inesatto. il garum si usa ancora, mentre e' quel nome che non si
usa piu' ad indicare la stessa medesima identica salsa
non lo sapevo, come si chiama adesso? colatura putrida? :-)
sarà la worchester sauce...
Ruggine
2005-11-04 19:21:40 UTC
Post by massimo
Post by PMF
questo e' inesatto. il garum si usa ancora, mentre e' quel nome che non si
usa piu' ad indicare la stessa medesima identica salsa
non lo sapevo, come si chiama adesso? colatura putrida? :-)
no, pero' il temrine esatto che si usa adesso e' colatura di alici, se
trovi in giro del garum in realta' e' colatura di alici con un nome
sbagliato.
Lcr
2005-11-04 14:08:39 UTC
Post by PMF
Post by massimo
anche il garum non si usa piu',
mica abbiamo dovuto riciclare il termine per qualcos'altro.
questo e' inesatto. il garum si usa ancora, mentre e' quel nome che non si
usa piu' ad indicare la stessa medesima identica salsa
Infatti il discorso è ampio e variegato, non si possono applicare regole
o schematizzazioni generalizzanti.
Ma il concetto di ricetta tradizionale pur nelle sue molteplici e
inevitabili variazioni, legata al territorio (sia come produzione che
come risorse effettive), ben conosciuta prima dell'arrivo della catena
del freddo e dei supermercati e soprattutto radicata e facente parte
della cultura locale è circoscrivibile.

Poi come si sta sviluppando ora la gastronomia e le abitudini alimentari
è tutto un altro discorso.

Ma è così difficile da capire?...
Carlo Morpurgo
2005-11-04 14:27:16 UTC
Post by Lcr
Post by PMF
Post by massimo
anche il garum non si usa piu',
mica abbiamo dovuto riciclare il termine per qualcos'altro.
questo e' inesatto. il garum si usa ancora, mentre e' quel nome che
non si usa piu' ad indicare la stessa medesima identica salsa
Infatti il discorso è ampio e variegato, non si possono applicare regole
o schematizzazioni generalizzanti.
Ma il concetto di ricetta tradizionale pur nelle sue molteplici e
inevitabili variazioni, legata al territorio (sia come produzione che
come risorse effettive), ben conosciuta prima dell'arrivo della catena
del freddo e dei supermercati e soprattutto radicata e facente parte
della cultura locale è circoscrivibile.
Poi come si sta sviluppando ora la gastronomia e le abitudini alimentari
è tutto un altro discorso.
Eh no! e' lo STESSO discorso, anzi, perche non dici come la
pensi sullo sviluppo corrente delle abitudini alimentari?
beh, sappiamo gia' come la pensi, ed e' proprio qui che
dimostri di non avere il senso della storia. credi che la
"vera" cucina sia circoscritta nel passato e non accetti
l'idea che sia l'intelligenza collettiva a determinarne
l'evoluzione.

carlo
Post by Lcr
Ma è così difficile da capire?...
per te forse si... proprio dalla tua penultima frase qui
sopra si capisce. tu ritieni che la verita' sia circoscritta
nel passato, dici che e' un altro discorso, ma conoscendoti
so gia' come la pensi sullo sviluppo delle abitudini
alimentari. questo indica appunto
Lcr
2005-11-04 16:14:06 UTC
per te forse si... proprio dalla tua penultima frase qui sopra si
capisce. tu ritieni che la verita' sia circoscritta nel passato, dici
che e' un altro discorso, ma conoscendoti so gia' come la pensi sullo
sviluppo delle abitudini alimentari. questo indica appunto
Ho definito il concetto di ricetta tradizionale, non perché me lo sono
inventato io ma è come lo definiscono gli studiosi del settore, così
come in altri periodi storici le ricette venivano definite e
circoscritte rispetto ad ancora altri parametri.
L'evoluzione della cucina che segue, dal dopoguerra ad oggi, ha preso
strade che hanno bisogno di ulteriori e diversi parametri di
valutazione, per i mezzi e le tecnologie che prima non c'erano.

Tu invece mi sembra che continui a mischiare le due cose, o comunque a
non distinguere periodi gastronomici che hanno profonde differenze fra
di loro

Comunque in genere in casa non faccio cucina tradizionale, e non credo
che quello che cucino vi sia neanche avvicinabile, direi che è un
passaggio successivo alla nouvelle cuisine.
Ruggine
2005-11-04 19:13:54 UTC
Post by Carlo Morpurgo
dimostri di non avere il senso della storia. credi che la
"vera" cucina sia circoscritta nel passato e non accetti
l'idea che sia l'intelligenza collettiva a determinarne
l'evoluzione.
oddio di tutte le cose che si possondire di Luigi questa applicata a
lui fa un po' ridere... :-DD
Carlo Morpurgo
2005-11-04 13:41:42 UTC
Post by massimo
cut
Post by Carlo Morpurgo
il che e' proprio quello che sto cercando di dirti. Forse diciamo la
stessa cosa? forse tu intendi che in quanto portatori di cultura e' il
nostro compito quello di fissare nel tempo una ricetta per il bene dei
nostri posteri?
ma cosa c'entra il gusto nel tempo con le ricette?
se adesso o in futuro la amatriciana non piacera' piu' allora non si
cucinera'. dove sta il problema? anche il garum non si usa piu', mica
abbiamo dovuto riciclare il termine per qualcos'altro.
mi vuoi dire che il primo modello di televisione
brevettato e' l'unico ad avere il diritto di chiamarsi tale?
o possiamo continuare a chiamare televisioni anche quelle
moderne?

carlo
massimo
2005-11-04 13:49:43 UTC
Post by Carlo Morpurgo
mi vuoi dire che il primo modello di televisione
brevettato e' l'unico ad avere il diritto di chiamarsi tale?
o possiamo continuare a chiamare televisioni anche quelle
moderne?
secondo il tuo ragionamento: possiamo chiamare mondrian chiunque
disegni linee nere incrociate a 90 gradi?
--
ciao!
massimo
Carlo Morpurgo
2005-11-04 14:01:22 UTC
Post by massimo
Post by Carlo Morpurgo
mi vuoi dire che il primo modello di televisione
brevettato e' l'unico ad avere il diritto di chiamarsi tale?
o possiamo continuare a chiamare televisioni anche quelle
moderne?
secondo il tuo ragionamento: possiamo chiamare mondrian chiunque
disegni linee nere incrociate a 90 gradi?
sicuramente no, ma tu stai giocando sporco....ti dato un
esempio di un termine che e' piu' un modus operandi che una
definizione precisa in termini di "ingredienti" soggetti a
variazioni nel tempo. sicuramente esistono anche termini
immutabili, tipo i nomi propri. ritengo che le ricette
cadano nella prima categoria.

carlo
massimo
2005-11-04 14:16:48 UTC
Post by Carlo Morpurgo
sicuramente no, ma tu stai giocando sporco....
questo e' vero.
Post by Carlo Morpurgo
ti dato un
esempio di un termine che e' piu' un modus operandi che una
definizione precisa in termini di "ingredienti" soggetti a
variazioni nel tempo. sicuramente esistono anche termini
immutabili, tipo i nomi propri. ritengo che le ricette
cadano nella prima categoria.
c'e' un particolare che forse non hai considerato: chi ha l'autorita'
per stabilire che "schiaffare delle alghe nell' amatriciana" (cit) sia
un progresso? per quanto riguarda i televisori e' il mercato e le
scelte industriali che hanno questa autorita', per i 4 salti in
padella anche. per le ricette tradizionali e' solo la storia del
piatto.
--
ciao!
massimo
Carlo Morpurgo
2005-11-04 14:46:19 UTC
Post by massimo
Post by Carlo Morpurgo
sicuramente no, ma tu stai giocando sporco....
questo e' vero.
Post by Carlo Morpurgo
ti dato un
esempio di un termine che e' piu' un modus operandi che una
definizione precisa in termini di "ingredienti" soggetti a
variazioni nel tempo. sicuramente esistono anche termini
immutabili, tipo i nomi propri. ritengo che le ricette
cadano nella prima categoria.
c'e' un particolare che forse non hai considerato: chi ha l'autorita'
per stabilire che "schiaffare delle alghe nell' amatriciana" (cit) sia
un progresso? per quanto riguarda i televisori e' il mercato e le
scelte industriali che hanno questa autorita', per i 4 salti in
padella anche. per le ricette tradizionali e' solo la storia del
piatto.
appunto quello che ti sto dicendo...sicuramente nessuno ha
l'autorita', nemmeno l'accademia italiana della cucina. e' sempre e
soltanto "l'intelligenza collettiva" che decide cio' che e' progresso.

carlo
massimo
2005-11-04 15:10:37 UTC
Post by Carlo Morpurgo
appunto quello che ti sto dicendo...sicuramente nessuno ha
l'autorita', nemmeno l'accademia italiana della cucina. e' sempre e
soltanto "l'intelligenza collettiva" che decide cio' che e' progresso.
ok, sei un revisionista storico.
basta saperlo
--
ciao!
massimo
Carlo Morpurgo
2005-11-04 15:38:00 UTC
Post by massimo
Post by Carlo Morpurgo
appunto quello che ti sto dicendo...sicuramente nessuno ha
l'autorita', nemmeno l'accademia italiana della cucina. e' sempre e
soltanto "l'intelligenza collettiva" che decide cio' che e' progresso.
ok, sei un revisionista storico.
basta saperlo
piano con gli insulti. non credo proprio che il termine abbia
a che vedere con quello che ho affermato. tu invece sembri a corto di
argomenti.

carlo
massimo
2005-11-04 15:45:45 UTC
Post by Carlo Morpurgo
piano con gli insulti.
insulti? prendila come vuoi.
Post by Carlo Morpurgo
non credo proprio che il termine abbia
a che vedere con quello che ho affermato. tu invece sembri a corto di
argomenti.
a me sembra invece che tu non riconosca una ricostruzione storica
condivisa a favore della moda eventuale. non e' revisionismo questo?
--
ciao!
massimo
Carlo Morpurgo
2005-11-04 16:00:01 UTC
Post by massimo
Post by Carlo Morpurgo
piano con gli insulti.
insulti? prendila come vuoi.
Post by Carlo Morpurgo
non credo proprio che il termine abbia
a che vedere con quello che ho affermato. tu invece sembri a corto di
argomenti.
a me sembra invece che tu non riconosca una ricostruzione storica
condivisa a favore della moda eventuale. non e' revisionismo questo?
e questo solo in base alla mia affermazione che l'uso del linguaggio
(perche alla fine e' di questo che si parla, nemmeno di cucina) e'
determinato dall'intelligenza collettiva? mi sembra un po' azzardato
come salto.


carlo
Lcr
2005-11-04 17:15:46 UTC
Post by massimo
Post by Carlo Morpurgo
appunto quello che ti sto dicendo...sicuramente nessuno ha
l'autorita', nemmeno l'accademia italiana della cucina. e' sempre e
soltanto "l'intelligenza collettiva" che decide cio' che e' progresso.
ok, sei un revisionista storico.
basta saperlo
infatti considerare progresso e mutamento storico come sinonimi è assai
bieco...
Carlo Morpurgo
2005-11-04 17:59:54 UTC
Post by Lcr
Post by massimo
Post by Carlo Morpurgo
appunto quello che ti sto dicendo...sicuramente nessuno ha
l'autorita', nemmeno l'accademia italiana della cucina. e' sempre e
soltanto "l'intelligenza collettiva" che decide cio' che e' progresso.
ok, sei un revisionista storico.
basta saperlo
infatti considerare progresso e mutamento storico come sinonimi è assai
bieco...
ha perfettamente ragione, mi sono lasciato trascinare da massimo, visto
che l'ha usato lui per primo, nel messaggio precedente. piu' che uso
bieco direi richiederebbe altri discorsi sul significato di progresso
etc. che non e' veramente nello spirito di quello che si sta discutendo.

carlo
Ruggine
2005-11-04 19:20:54 UTC
Post by Carlo Morpurgo
appunto quello che ti sto dicendo...sicuramente nessuno ha
l'autorita', nemmeno l'accademia italiana della cucina. e' sempre e
soltanto "l'intelligenza collettiva" che decide cio' che e' progresso.
l'accademia italiana non decide di chiamare qualcosa con un nome a
caso, fa un comune multiplo delle ricette storiche che trova, se sono
troppo differenti e non riesce a farlo, semplicemtne non deposita
quella ricetta.
Ruggine
2005-11-04 19:19:42 UTC
Post by massimo
c'e' un particolare che forse non hai considerato: chi ha l'autorita'
per stabilire che "schiaffare delle alghe nell' amatriciana" (cit) sia
un progresso? per quanto riguarda i televisori e' il mercato e le
scelte industriali che hanno questa autorita', per i 4 salti in
padella anche. per le ricette tradizionali e' solo la storia del
piatto.
l'autorita' ce l'hanno gli avvnetori del locale del cuoco che li ha
inventati. Se il cuoco e' famoso e la gente li ordina mi pare ovvio
che saranno un progresso...
ci sono piatti creati da cuochi che sono ormai famosi...
Alajmo mette una spolverata di liquirizia nel suo risotto, esso e'
indiscutibilmente famoso ma nessuno pensa ne' sara' mai che nel futuro
tutti i risotti alla mialnese avranno al liquirizia o la foglia d'oro.
Sono innovazioni famose, replicate, ma si identificano con un nome
diverso.

La storia di un piatto mi sembra opiu' che sufficiente come
credenziale per dargli un nome.
Ruggine
2005-11-04 19:15:52 UTC
Post by Carlo Morpurgo
mi vuoi dire che il primo modello di televisione
brevettato e' l'unico ad avere il diritto di chiamarsi tale?
o possiamo continuare a chiamare televisioni anche quelle
moderne?
hai toppato completamente metafora, televisione si chiama televisione
come la pasta si chiama pasta e la carne carne, un domani
indubbiamente il quintrix non ci sara' piu' e dubito fortemente che
chiameremo quintrix qualche altra cosa. L'evoluzioen porta nuovi nomi,
solo le categorie generali hanno lo stesso "nome"
azz... qui ci vuole un glottologo per portare aventi sta
discussione...
Carlo Morpurgo
2005-11-05 00:15:26 UTC
Post by Ruggine
Post by Carlo Morpurgo
mi vuoi dire che il primo modello di televisione
brevettato e' l'unico ad avere il diritto di chiamarsi tale?
o possiamo continuare a chiamare televisioni anche quelle
moderne?
hai toppato completamente metafora, televisione si chiama televisione
come la pasta si chiama pasta e la carne carne, un domani
indubbiamente il quintrix non ci sara' piu' e dubito fortemente che
chiameremo quintrix qualche altra cosa. L'evoluzioen porta nuovi nomi,
solo le categorie generali hanno lo stesso "nome"
azz... qui ci vuole un glottologo per portare aventi sta
discussione...
mi sa di si...ma io credo di avere espressso correttamente l'analogia.
mi spiace che tu non l'abbia capita. ma e' anche ora di smettere,...una
volta all'anno e' piu' che sufficiente, speriamo che tra una decina
d'anni ci si intenda.

carlo
Lcr
2005-11-04 13:31:20 UTC
Post by Carlo Morpurgo
il che e' proprio quello che sto cercando di dirti. Forse diciamo la
stessa cosa? forse tu intendi che in quanto portatori di cultura e' il
nostro compito quello di fissare nel tempo una ricetta per il bene dei
nostri posteri? La tua assolutezza in generale e' quello che
stupisce...se sei veramente in accordo con la frase citata sopra
dovresti essere un po' piu flessibile. mi domando se tu abbia veramente
capito quello che hai letto.
Cosa vuoi che ti risponda? Mi sembra di parlare con un rappresentante di
una cultura completamente diversa dalla mia.
Gianmaria Fontana di Sacculmino
2005-11-02 07:49:50 UTC
Il giorno Tue, 1 Nov 2005 23:11:23 +0100, "Sabrina"
Post by Sabrina
Su questo argomento ci sono "guerre in famiglia"...
Io parteggio per la cipolla, i miei genitori per l'aglio e altri per evitare
entrambi!!!
Della serie "ognuno ci mette quel che cavolo gli pare".
--
Gianmaria
tamburino
2005-11-02 08:47:09 UTC
...amatriciana con il cavolo no ti prego!!!!!!
Post by Gianmaria Fontana di Sacculmino
Post by Sabrina
Su questo argomento ci sono "guerre in famiglia"...
Io parteggio per la cipolla, i miei genitori per l'aglio e altri per evitare
entrambi!!!
Della serie "ognuno ci mette quel che cavolo gli pare".
--
Gianmaria
Gillo # 1
2005-11-02 07:57:53 UTC
Mentre piangevo sui depliant della BMW R1150R,
notai Sabrina che scribbe...
Post by Sabrina
Su questo argomento ci sono "guerre in famiglia"...
C'è una ricetta depositata alla C.C. di Amatrice che dice che non ci va ne'
l'uno nell'altra
"War is over" (cit.)
--
Gillo # 1 / Da Bologna la Grassa.
www.ilgillo.it www.ilgillo.splinder.com www.iltuocuoco.it
"quella sa killare come cucina." (cit.)
Ricette ? www.iltuocuoco.it/IHCucina
BknM
2005-11-02 00:30:16 UTC
Post by tan
dubbio amletico?!?
a Roma se il guanciale è buono ne' l'uno ne' l'altra, ci basta aggiungere
tanto pecorino

altrove spesso si usa la pancetta per il guanciale, quindi in questo caso è
meglio abbinarla con la cipolla, come in molti altri piatti
limao
2005-11-02 08:57:32 UTC
Post by tan
dubbio amletico?!?
grazie
tan
...Io credo che queste domande siano studiate per farci scornare ...
Allora :

A ROMA:
CIPOLLA, VINO , POMODORI, GUANCIALE, PECORINO, PEPE, RIGATONI O BUCATINI.

AD AMATRICE:
GUANCIALE, PEPERONCINO, POMODORI, POCO OLIO, SPAGHETTI.

Questi sono gli ingredienti per le due amatriciane (quella romana e quella
amatriciana)

NEL RESTO DELL'ITALIA:
panna, burro , cognac,rum, vodka, parmigiano, groviera, tagliolini,
farfalline, strutto, scalogno, aglio fravaglio e fattura che non queglio

ciao !
Nico
2005-11-02 09:41:21 UTC
Post by limao
panna, burro , cognac,rum, vodka, parmigiano, groviera, tagliolini,
farfalline, strutto, scalogno, aglio fravaglio e fattura che non queglio
Hai dimenticato la besciamella e la ricotta caprina! :-p
--
Nico
"Haec immatura a me iam frustra leguntur oy"
limao
2005-11-02 10:18:44 UTC
Post by Nico
Post by limao
panna, burro , cognac,rum, vodka, parmigiano, groviera, tagliolini,
farfalline, strutto, scalogno, aglio fravaglio e fattura che non queglio
Hai dimenticato la besciamella e la ricotta caprina! :-p
--
Nico
...Tu ci scherzi, ma ho mangiato una "matriciana" ai castelli romani
...precisamente a Marino con dentro anche i carciofi...quindi non mi
meraviglio piu' di nulla.
ciao!
Nico
2005-11-02 17:07:24 UTC
Post by limao
...Tu ci scherzi
Beh, tu mica dicevi sul serio, no? :)
--
Nico
"Haec immatura a me iam frustra leguntur oy"
limao
2005-11-02 17:32:36 UTC
Post by Nico
Post by limao
...Tu ci scherzi
Beh, tu mica dicevi sul serio, no? :)
--
Nico
io si ...!
ciao
limao
2005-11-02 10:14:30 UTC
Post by limao
Post by tan
dubbio amletico?!?
grazie
tan
...Io credo che queste domande siano studiate per farci scornare ...
CIPOLLA, VINO , POMODORI, GUANCIALE, PECORINO, PEPE, RIGATONI O BUCATINI.
GUANCIALE, PEPERONCINO, POMODORI, POCO OLIO,PECORINO, SPAGHETTI.
Questi sono gli ingredienti per le due amatriciane (quella romana e quella
amatriciana)
panna, burro , cognac,rum, vodka, parmigiano, groviera, tagliolini,
farfalline, strutto, scalogno, aglio fravaglio e fattura che non queglio
ciao !
MMAX
2005-11-03 14:35:01 UTC
Post by limao
CIPOLLA, VINO , POMODORI, GUANCIALE, PECORINO, PEPE, RIGATONI O BUCATINI.
AFAIK non c'e' la cipolla/vino manco in quella romana e il bucatino
predomina.
Dato che è un upgrade della Gricia [ovvero GUANCIALE, PECORINO, PEPE,
OLIO - pre arrivo dei pomodori dalle americhe] alcuni sostengono che
il pomodoro debba essere poco e a crudo...


MMAX
--
E' in discussione su it.news.gruppi la RFD
di it.politica.internazionale moderato
Gino
2005-11-04 09:46:25 UTC
Post by MMAX
Post by limao
CIPOLLA, VINO , POMODORI, GUANCIALE, PECORINO, PEPE, RIGATONI O BUCATINI.
AFAIK non c'e' la cipolla/vino manco in quella romana e il bucatino
predomina.
Dato che è un upgrade della Gricia [ovvero GUANCIALE, PECORINO, PEPE,
OLIO - pre arrivo dei pomodori dalle americhe] alcuni sostengono che
il pomodoro debba essere poco e a crudo...
MMAX
--
MAAX di dove sei?

Se sei di Roma hai mai frequentato le hosterie di trastevere e le trattorie
di Testaccio?
Sei mai stato da Agustarello a Piazza Santa Maria Liberatrice?
Sei mai stato dalo Scopettaro su Lungotevere testaccio? Hai mai chiesto a
loro la ricetta dell'amatriciana "romana"?

hai mai digitato sui motori di ricerca la ricetta dell'amatriciana romana?

Nell'amatricana romana ci sono : il vino, pecorino, il pomodoro, la
cipolla tagliata a fettine e il pepe.

Per quella di amatrice non c'e' il vino ne il pepe, ne la cipolla, ma
peperoncino , guanciale, pomodoro pecorino e olio con spaghetti.

Limao ha ragione nel dire che nell'amatriciana romana c'e' la variante del
tipo di pasta, o bucatini o rigatoni. Quindi risparmiati affermazioni prive
di fondamento. Se proprio vuoi scrivere qualche cosa limitati ai saluti.
a presto.
MMAX
2005-11-04 16:41:10 UTC
Post by Gino
Se sei di Roma hai mai frequentato le hosterie di trastevere e le trattorie
di Testaccio?
Sono nato e cresciuto a Campo de' Fiori, per l'esattezza via Monti
della Farina, 42.
Post by Gino
Sei mai stato da Agustarello a Piazza Santa Maria Liberatrice?
Certo, decine di volte.
Post by Gino
Sei mai stato dalo Scopettaro su Lungotevere testaccio?
Forse si', se è il ristorante che immagino.
Post by Gino
Hai mai chiesto a
loro la ricetta dell'amatriciana "romana"?
No
Post by Gino
hai mai digitato sui motori di ricerca la ricetta dell'amatriciana romana?
Internet non è una fonte affidabile, lo sapevi?
Si trova tutto e il contrario di tutto.
Post by Gino
Limao ha ragione nel dire che nell'amatriciana romana c'e' la variante del
tipo di pasta, o bucatini o rigatoni. Quindi risparmiati affermazioni prive
di fondamento. Se proprio vuoi scrivere qualche cosa limitati ai saluti.
Oppure restare qui e trattarti da perfetto idiota modem munito, quale
sembri ...che potrebbe essere una simpatica variante, non tanto per
quanto affermi [siamo su usenet, si discute] ma per come lo fai.
Ho messo un bel AFAIK proprio perchè mi rifaccio alla mia esperienza e
stop, senza pretese.

Comunque ho dato un occhio in giro

Aldo Fabrizi recitava cosi'

LA MATRICIANA MIA

Soffriggete in padella (1) staggionata,
cipolla, ojo, zenzero infocato,
mezz'etto de guanciale affumicato
e mezzo de pancetta arotolata.

Ar punto che 'sta robba è rosolata,
schizzatela d'aceto profumato
e a fiamma viva, quanno è svaporato,
mettete la conserva concentrata.

Appresso er dado che jè dà sapore,
li pommidori freschi San Marzano, (2)
co' un ciuffo de basilico pe' odore.

E ammalappena er sugo fa l'occhietti,
assieme a pecorino e parmigiano,
conditece de prescia li spaghetti. (3)

Mi sembra evidente che anche un romano DOC nato nel 1905, con sorella
cuoca/strozzina e altra sorella verdurara a Campo de' Fiori [ero
cliente]..non da neanche lui una versione univoca.

Evidentemente non c'e'

MMAX

--
E' in discussione su it.news.gruppi la RFD
di it.politica.internazionale moderato
Gino
2005-11-05 12:44:57 UTC
Post by MMAX
Oppure restare qui e trattarti da perfetto idiota modem munito, quale
sembri ...che potrebbe essere una simpatica variante, non tanto per
quanto affermi [siamo su usenet, si discute] ma per come lo fai....CUT...
...Si sente che sei di Campo de Fiori, chi credi di essere per poter
ingiuriare persone che non conosci?
Mi sarebbe piacuto allargare simpaticamente il discorso, ma con gente della
tua "levatura" non credo sia possibile interloquire.

Ergo questa e' la mia giusta replica senza altri interventi.

Per l'amatricana prova a cucinartela con il cioccolato.
Flaminia
2005-11-05 21:22:54 UTC
Nell'amatricana romana ci sono : il vino, pecorino, il pomodoro, la
cipolla tagliata a fettine e il pepe.
Niente pepe: peperoncino, e hai dimenticato il guanciale.
In ogni modo non dappertutto a Roma ci trovi la cipolla, anzi diciamo che è
rarissimo trovarla.
Per quella di amatrice non c'e' il vino ne il pepe, ne la cipolla, ma
peperoncino , guanciale, pomodoro pecorino e olio con spaghetti.
Limao ha ragione nel dire che nell'amatriciana romana c'e' la
variante del tipo di pasta, o bucatini o rigatoni.
Rigatoni proprio no.
Quella è la variante della carbonara, non certo dell'amatriciana.

Carbonara: spaghetti o rigatoni
Amatriciana: spaghetti (ricetta originale) o bucatini (variante romana)

Fla.