Discussione:
Renato_VBI e chi mi può, sa o vuole aiutare
(troppo vecchio per rispondere)
Huyg
2018-08-27 17:35:42 UTC
Permalink
Su consiglio di Renato sono andato al caseificio Drei Zinnen vicino a
Dobbiaco e, come da lui ampiamente previsto, sono uscito con tre belle
bustone di roba che sto consumando pianin pianella.
Una cosa che non ho comprato ma che mi ha incuriosito è una specie di
bidone grosso come una damigiana, che presentava "Pane per canederli".
Ora, non l'ho comprato perché non avevo spazio e perché mi sembrava una
cosa strana, ma m'è rimasta la domanda in testa: com'è il pane per
canederli? Che ha di diverso dal pane secco con il quale, ipotizzavo
fino a una settimana fa, si fanno i canederli?
PMF
2018-08-28 07:03:41 UTC
Permalink
molto probabilmente è stato già asciugato, porzionato, cubettato, pronto ad
essere impiegato nella preparazione.
"in se" per fare i canederli devi preparare il pane: prima seccarlo, ecc.
ecc.


Paolo
Elwood
2018-08-28 09:01:22 UTC
Permalink
Post by Huyg
canederli? Che ha di diverso dal pane secco con il quale, ipotizzavo
fino a una settimana fa, si fanno i canederli?
Come dice PMF, niente :)
--
Elwood (Peter S.)
f***@gmail.com
2018-08-28 15:07:52 UTC
Permalink
i canederli non si fanno con tutti i tipi di pane ma con quello al latte e più precisamente con le rosette. Li trovi già pronti perchè i panifici in AA hanno una macchina apposita.
Renato_VBI
2018-08-28 17:52:25 UTC
Permalink
Post by f***@gmail.com
i canederli non si fanno con tutti i tipi di pane ma con quello al latte e più precisamente con le rosette. Li trovi già pronti perchè i panifici in AA hanno una macchina apposita.
Niente di piu' sbagliato che fare i canederli con le Kaisersemmeln.
Contengono sia strutto che olio che latte e pertanto non sono di certo
il pane comune indicato per questo composto.

Che poi, oggi come oggi, la maggior parte delle persone non sa neppure
cosa mangia anche questo ci sta.
:-)

Saluti
--
Ciao, Renato
Slayer99
2018-09-05 18:07:08 UTC
Permalink
Post by Renato_VBI
Niente di piu' sbagliato che fare i canederli con le Kaisersemmeln.
Non so nulla di canederli, ma i Kaisersemmeln (che adoro) non sono mica
le rosette, anche se sono parenti
Post by Renato_VBI
Che poi, oggi come oggi, la maggior parte delle persone non sa
neppure cosa mangia anche questo ci sta. :-)
Sicuramente c'e' piu' cognizione, in generale, che in un passato recente.
--
We were born on the night of Apocalypse...
Renato_VBI
2018-09-05 19:07:50 UTC
Permalink
Post by Slayer99
Post by Renato_VBI
Niente di piu' sbagliato che fare i canederli con le Kaisersemmeln.
Non so nulla di canederli, ma i Kaisersemmeln (che adoro) non sono mica
le rosette, anche se sono parenti
Rileggiti quello che hai omesso del mio post al quale rispondi....
Post by Slayer99
Post by Renato_VBI
Che poi, oggi come oggi, la maggior parte delle persone non sa
neppure cosa mangia anche questo ci sta. :-)
Sicuramente c'e' piu' cognizione, in generale, che in un passato recente.
Una volta il panificio lo avevi nel quartiere (o quasi) ed era a livello
famigliare.
Quando il pane non andava perdeva clienti e chiudeva.
--
Ciao, Renato
Slayer99
2018-09-06 02:12:40 UTC
Permalink
Post by Renato_VBI
Rileggiti quello che hai omesso del mio post al quale rispondi....
Post by f***@gmail.com
i canederli non si fanno con tutti i tipi di pane ma con quello al
latte e più precisamente con le rosette.
Post by Renato_VBI
Niente di piu' sbagliato che fare i canederli con le Kaisersemmeln.
Una volta il panificio lo avevi nel quartiere (o quasi) ed era a livello
famigliare.
Quando il pane non andava perdeva clienti e chiudeva.
Quando torno al mio paese in Italia (ci sono stato proprio pochi giorni
fa) i vecchi panifici, quelli che facevano il pane piu' dozzinale, hanno
chiuso; al loro posto i supermecati (con pane ancora piu' dozzinale, che
va bene solo per le emergenze) ma molti nuovi negozi che hanno pane di
altissima qualita', magari associati a pasticcerie, gelaterie. Pani
oltre che tradizionali, anche con roba tipo grani antichi etc (non che
me ne freghi molto di quelli) e fanno molto per spiegare come sono
fatti, di dove sono tipici etc. Sono assolutamente sicuro che sia un
grosso passo in avanti.
--
We were born on the night of Apocalypse...
Renato_VBI
2018-09-06 04:39:13 UTC
Permalink
Post by f***@gmail.com
Post by Renato_VBI
Rileggiti quello che hai omesso del mio post al quale rispondi....
Post by f***@gmail.com
i canederli non si fanno con tutti i tipi di pane ma con quello al
latte e più precisamente con le rosette.
Post by Renato_VBI
Niente di piu' sbagliato che fare i canederli con le Kaisersemmeln.
""""Contengono sia strutto che olio che latte e pertanto non sono di
certo il pane comune indicato per questo composto.""""
Post by f***@gmail.com
Post by Renato_VBI
Una volta il panificio lo avevi nel quartiere (o quasi) ed era a livello
famigliare.
Quando il pane non andava perdeva clienti e chiudeva.
Quando torno al mio paese in Italia (ci sono stato proprio pochi giorni
fa) i vecchi panifici, quelli che facevano il pane piu' dozzinale, hanno
chiuso; al loro posto i supermecati (con pane ancora piu' dozzinale, che
va bene solo per le emergenze) ma molti nuovi negozi che hanno pane di
altissima qualita', magari associati a pasticcerie, gelaterie. Pani
oltre che tradizionali, anche con roba tipo grani antichi etc (non che
me ne freghi molto di quelli) e fanno molto per spiegare come sono
fatti, di dove sono tipici etc. Sono assolutamente sicuro che sia un
grosso passo in avanti.
Sempre detto che l'Italia e' un paese stretto ma molto lungo, talvolta
troppo.
Le diverse usanze tra nord, centro e sud per non dire le isole sono tali
che paiono paesi diversi.
--
Ciao, Renato
Elwood
2018-09-06 12:31:53 UTC
Permalink
Post by Slayer99
Quando torno al mio paese in Italia (ci sono stato proprio pochi giorni
fa) i vecchi panifici, quelli che facevano il pane piu' dozzinale, hanno
chiuso; al loro posto i supermecati (con pane ancora piu' dozzinale, che
va bene solo per le emergenze) ma molti nuovi negozi che hanno pane di
altissima qualita', magari associati a pasticcerie, gelaterie. Pani
Questa è anche la mia esperienza: pane dozzinale ovunque una volta e pane buono ma caro da qualche parte ora. Ma non sembra essere comune a tutti.

Vivendo in una città abbastanza grande (per essere nel nord) ho abbastanza scenta di panifici hipster quando non posso/voglio farmi il pane io.
--
Elwood (Peter S.)
Renato_VBI
2018-08-28 17:45:38 UTC
Permalink
Post by Huyg
Su consiglio di Renato sono andato al caseificio Drei Zinnen vicino a
Dobbiaco e, come da lui ampiamente previsto, sono uscito con tre belle
bustone di roba che sto consumando pianin pianella.
Una cosa che non ho comprato ma che mi ha incuriosito è una specie di
bidone grosso come una damigiana, che presentava "Pane per canederli".
Ora, non l'ho comprato perché non avevo spazio e perché mi sembrava una
cosa strana, ma m'è rimasta la domanda in testa: com'è il pane per
canederli? Che ha di diverso dal pane secco con il quale, ipotizzavo
fino a una settimana fa, si fanno i canederli?
Letto solo ora.

Per i canederli si deve usare *solo* _pane comune_ ovvero esente da
latte, strutto e olio (che verranno eventualmente aggiunti
successivamente nell'impasto qualora la ricetta/consistenza del composto
lo richieda).

Il pane per canederli che hai visto e' pertanto pane comune gia' ridotto
a cubetti, comodo per chi vuol fare un tot di canederli senza avere la
disponibilita' di *pane comune* raffermo in quantita' superiori al normale.

Ad esempio ti trovi improvvisamente con un certo quantitativo di fegato
di manzo (l'amico contadino ha appena amazzato il bovino) e non hai pane
sufficiente nell'immediato.

Se hai buoni amici nelle vicinanze il problema non si pone di certo.
:-)
--
Ciao, Renato
Huyg
2018-08-29 07:11:44 UTC
Permalink
Post by Huyg
Su consiglio di Renato sono andato al caseificio Drei Zinnen vicino a
Dobbiaco e, come da lui ampiamente previsto, sono uscito con tre belle
bustone di roba che sto consumando pianin pianella.
Una cosa che non ho comprato ma che mi ha incuriosito è una specie di bidone
grosso come una damigiana, che presentava "Pane per canederli". Ora, non l'ho
comprato perché non avevo spazio e perché mi sembrava una cosa strana, ma m'è
rimasta la domanda in testa: com'è il pane per canederli? Che ha di diverso
dal pane secco con il quale, ipotizzavo fino a una settimana fa, si fanno i
canederli?
(risposta cumulativa)

Insomma, se me se secca un po' de pane casareccio qua a Roma, ecco che
ho anch'io il pane per i canederli?
Renato_VBI
2018-08-29 08:09:43 UTC
Permalink
Post by Huyg
Post by Huyg
Su consiglio di Renato sono andato al caseificio Drei Zinnen vicino a
Dobbiaco e, come da lui ampiamente previsto, sono uscito con tre belle
bustone di roba che sto consumando pianin pianella.
Una cosa che non ho comprato ma che mi ha incuriosito è una specie di
bidone grosso come una damigiana, che presentava "Pane per canederli".
Ora, non l'ho comprato perché non avevo spazio e perché mi sembrava
una cosa strana, ma m'è rimasta la domanda in testa: com'è il pane per
canederli? Che ha di diverso dal pane secco con il quale, ipotizzavo
fino a una settimana fa, si fanno i canederli?
(risposta cumulativa)
Insomma, se me se secca un po' de pane casareccio qua a Roma, ecco che
ho anch'io il pane per i canederli?
Certo... I "famosi" canederli alla romanesca...
:-)

Comunque, a parte gli scherzi, il pane per i canederli si taglia quando
si rafferma, pertanto al terzo - quarto giorno per il pane casalingo.
Prima va tutto in mollica, dopo e' troppo duro.
Buoni canederli.
:-D
--
Ciao, Renato
Jamie
2018-08-29 09:17:58 UTC
Permalink
Post by Renato_VBI
Certo... I "famosi" canederli alla romanesca...
:-)
Comunque, a parte gli scherzi, il pane per i canederli si taglia quando
si rafferma, pertanto al terzo - quarto giorno per il pane casalingo.
Prima va tutto in mollica, dopo e' troppo duro.
Buoni canederli.
:-D
Credo che i canederli siano uno dei cibi più sopravvalutati della cucina
tren...ehm altoatesina :D
Più che altro, quelli già pronti son venuti a prezzi a mio avviso folli,
trattandosi alla fine di un composto di pane raffermo e poco altro.
f***@gmail.com
2018-08-29 09:22:20 UTC
Permalink
.

Canederli con lo Speck - Ricetta classica depositata


Ingredienti per i canederli con lo Speck (per 4 persone - 8 canederli):

250 g di pane raffermo. Si usa pane bianco (panini, rosette con la crosta) tagliato a dadini di circa mezzo cm di lato.
150 g di Speck dell’Alto Adige con la sua parte di grasso, tagliato a dadini fini di 2-3 mm di lato, tenendo presente che se sono troppo grossi compromettono la tenuta del Knödel
2 uova
1/4 di latte
1 cucchiaio di cipolla, tritata finemente
1 cucchiaio di burro
2 cucchiai di prezzemolo tritato
1 cucchiaio di erba cipollina tritata
farina, la minor quantità possibile, non oltre 30 grammi
sale e pepe
fil rouge
2018-08-29 09:47:25 UTC
Permalink
Post by f***@gmail.com
..
Canederli con lo Speck - Ricetta classica depositata
250 g di pane raffermo. Si usa pane bianco (panini, rosette con la crosta) tagliato a dadini di circa mezzo cm di lato.
150 g di Speck dell’Alto Adige con la sua parte di grasso, tagliato a dadini fini di 2-3 mm di lato, tenendo presente che se sono troppo grossi compromettono la tenuta del Knödel
2 uova
1/4 di latte
1 cucchiaio di cipolla, tritata finemente
1 cucchiaio di burro
2 cucchiai di prezzemolo tritato
1 cucchiaio di erba cipollina tritata
farina, la minor quantità possibile, non oltre 30 grammi
sale e pepe
Mi sembri ferrato, già che ci sei... dopo gli ingredienti, prosegui con
la ricetta vera e propria (preparazione, cottura, condimento, ecc.) :)

Abbi pazienza ma li avrò mangiati due volte in vita mia... secoli fa.
f***@gmail.com
2018-08-29 11:42:38 UTC
Permalink
rosolare la cipolla nel burro (meglio l'erba cipollina a crudo)ed aggiungere lo Speck. Mescolare cipolla e Speck in un recipiente con il pane. Sbattere le uova, aggiungere il latte, il prezzemolo e l'erba cipollina. Pepare e salare con moderazione. Mescolare con cautela l'impasto e lasciare riposare per 15 minuti. Aggiungere un po' di farina; la quantità deve variare a seconda della consistenza del pane bagnato e può essere valutato nella giusta misura solo con l'esperienza; in genere uno o due cucchiai di farina devono essere sufficienti. La farina può essere ulteriormente diminuita e persino eliminata, specialmente se si usa latte caldo.
Formare con le mani i Knödel nella forma di palle di diametro di circa 5-6 cm. Sia in questa fase che nella precedente è importante che il pane venga lavorato con delicatezza in modo che non si spiaccichi ma conservi la sua struttura porosa. Il Knödel non deve essere né asciutto né molle. Se è troppo molle, non rassodare con farina ma con il pangrattato.
Il Knödel (anche quello da servire poi in brodo) va messo in acqua salata bollente e poi cotto per 15 minuti circa al minimo bollore.
dacav
2018-08-29 10:13:26 UTC
Permalink
Post by Jamie
Credo che i canederli siano uno dei cibi più sopravvalutati della cucina
tren...ehm altoatesina :D
Più che altro, quelli già pronti son venuti a prezzi a mio avviso folli,
trattandosi alla fine di un composto di pane raffermo e poco altro.
Da buon Trentino, confermo tutto, smentisco niente.
Elwood
2018-08-29 11:12:39 UTC
Permalink
Post by dacav
Da buon Trentino, confermo tutto, smentisco niente.
Trentino di dove? Perchè sopra il garda ci mettono anche un bel po' d'aglio. In realtà a me piacciono più come descritti qua :D
--
Elwood (Peter S.)
dacav
2018-08-29 23:23:41 UTC
Permalink
Post by Elwood
Post by dacav
Da buon Trentino, confermo tutto, smentisco niente.
Trentino di dove?
Originariamente Fiemme :)

Ora come ora vivo molto lontano, ma torno talvolta a casa in
ferie.
Post by Elwood
Perchè sopra il garda ci mettono anche un bel po' d'aglio. In
realtà a me piacciono più come descritti qua :D
In quelli che prepariamo a casa non ci mettiamo aglio, ma
immagino che non stia male.

In fin dei conti il canederlo è uno dei tanti piatti poveri,
probabilmente nato per 'strutar su i svanzaroti'. Pane vecchio,
e culi di affettato. Poi ogni cosa va bene quando si tratta di
insaporire.

Ritengo che lo stesso concetto si applichi più o meno a qualsiasi
ricetta: la parte bella della cucina è la possibilità di variare
in base alle preferenze personali o a cosa si trova in frigo in
un dato momento.

Talvolta trovi persone intransigenti, che difendono con forza
una qualche versione "originale" di una qualche ricetta, e mi
chiedo come mai tanta rigidità. È una cosa creativa, la cucina,
mica un pezzo di legno!
Renato_VBI
2018-08-29 10:43:46 UTC
Permalink
Post by Jamie
Post by Renato_VBI
Certo... I "famosi" canederli alla romanesca...
:-)
Comunque, a parte gli scherzi, il pane per i canederli si taglia
quando si rafferma, pertanto al terzo - quarto giorno per il pane
casalingo.
Prima va tutto in mollica, dopo e' troppo duro.
Buoni canederli.
:-D
Credo che i canederli siano uno dei cibi più sopravvalutati della cucina
tren...ehm altoatesina :D
Concordo in parte.
Io per un buon tris di canederli con *abbondante* burro fuso (di malga
nel periodo di massima fioritura dell'Arnica) e Graukase (ovviamente
della Val Aurina) ti lascio li' qualsiasi altro primo.

Per quelli trentini (volutamente scritti in minuscolo) che sono poveri
sia di gusto che di ingredienti, lascio parlare i trentini.
:-D
Post by Jamie
Più che altro, quelli già pronti son venuti a prezzi a mio avviso folli,
trattandosi alla fine di un composto di pane raffermo e poco altro.
E qui IMHO ti sbagli.
Besos
--
Ciao, Renato
Huyg
2018-09-17 14:02:42 UTC
Permalink
Post by Huyg
Su consiglio di Renato sono andato al caseificio Drei Zinnen vicino a
Dobbiaco e, come da lui ampiamente previsto, sono uscito con tre belle
bustone di roba che sto consumando pianin pianella.
Una cosa che non ho comprato ma che mi ha incuriosito è una specie di bidone
grosso come una damigiana, che presentava "Pane per canederli". Ora, non l'ho
comprato perché non avevo spazio e perché mi sembrava una cosa strana, ma m'è
rimasta la domanda in testa: com'è il pane per canederli? Che ha di diverso
dal pane secco con il quale, ipotizzavo fino a una settimana fa, si fanno i
canederli?
Mi ricollego a questo thread perché il titolo sarebbe identico, anche
se l'argomento è del tutto diverso.

Ho mangiato lì in val Pusteria più versioni di un'ottima torta con le
prugne, della varietà che somiglia tanto alle cosce di monaca ma che è
leggermente più grossa e che quindi ha un altro nome che non ricordo.
Siccome qui il mio fruttarolo ha delle ottime prugne, mi chiedevo come
rifare quella torta - o almeno come si chiama, così me la cerco. Mi
sapete aiutare?
Renato_VBI
2018-09-17 14:16:33 UTC
Permalink
Post by Huyg
Su consiglio di Renato sono andato al caseificio Drei Zinnen vicino a
Dobbiaco e, come da lui ampiamente previsto, sono uscito con tre belle
bustone di roba che sto consumando pianin pianella.
Una cosa che non ho comprato ma che mi ha incuriosito è una specie di
bidone grosso come una damigiana, che presentava "Pane per canederli".
Ora, non l'ho comprato perché non avevo spazio e perché mi sembrava
una cosa strana, ma m'è rimasta la domanda in testa: com'è il pane per
canederli? Che ha di diverso dal pane secco con il quale, ipotizzavo
fino a una settimana fa, si fanno i canederli?
Mi ricollego a questo thread perché il titolo sarebbe identico, anche se
l'argomento è del tutto diverso.
Ho mangiato lì in val Pusteria più versioni di un'ottima torta con le
prugne, della varietà che somiglia tanto alle cosce di monaca ma che è
leggermente più grossa e che quindi ha un altro nome che non ricordo.
Siccome qui il mio fruttarolo ha delle ottime prugne, mi chiedevo come
rifare quella torta - o almeno come si chiama, così me la cerco. Mi
sapete aiutare?
Zwetschgenkuchen (mit oder ohne Streusel) nelle sue mille varianti.

Unico consiglio utilizzare prugne di piccole- medie dimensioni
rigorosamente tolte dall'albero a piena maturazione e spennellare un
pochino di succo ristretto in superficie a fine cottura (se ti piace).

In questo periodo e' un vero e proprio "obbligo".

Non ti metto ricette specifiche poiche' la rete e' molto prolifica in
tal senso e spiegherebbe il tutto molto meglio di quanto possa fare io.
--
Ciao, Renato
Jamie
2018-09-17 14:50:00 UTC
Permalink
Post by Renato_VBI
Zwetschgenkuchen (mit oder ohne Streusel) nelle sue mille varianti.
Unico consiglio utilizzare prugne di piccole- medie dimensioni
rigorosamente tolte dall'albero a piena maturazione
e chi non ha la fortuna di avere un prugno sotto casa? :D
Renato_VBI
2018-09-17 14:59:41 UTC
Permalink
Post by Jamie
Post by Renato_VBI
Zwetschgenkuchen (mit oder ohne Streusel) nelle sue mille varianti.
Unico consiglio utilizzare prugne di piccole- medie dimensioni
rigorosamente tolte dall'albero a piena maturazione
e chi non ha la fortuna di avere un prugno sotto casa? :D
Qui da noi non ci sono problemi.
Ci sono i vari Bauernmarkt (mercatini del contadino) ed in questo
periodo acquistarne di piccole e mature a km 0 e' praticamente normale.

Nella GDO la vedo difficile, molto difficile.
Li' piu' che prugne mi paiono albicocche XXL verniciate di viola.
:-)
--
Ciao, Renato
Huyg
2018-09-18 07:20:43 UTC
Permalink
Post by Renato_VBI
Post by Huyg
Su consiglio di Renato sono andato al caseificio Drei Zinnen vicino a
Dobbiaco e, come da lui ampiamente previsto, sono uscito con tre belle
bustone di roba che sto consumando pianin pianella.
Una cosa che non ho comprato ma che mi ha incuriosito è una specie di
bidone grosso come una damigiana, che presentava "Pane per canederli".
Ora, non l'ho comprato perché non avevo spazio e perché mi sembrava una
cosa strana, ma m'è rimasta la domanda in testa: com'è il pane per
canederli? Che ha di diverso dal pane secco con il quale, ipotizzavo fino
a una settimana fa, si fanno i canederli?
Mi ricollego a questo thread perché il titolo sarebbe identico, anche se
l'argomento è del tutto diverso.
Ho mangiato lì in val Pusteria più versioni di un'ottima torta con le
prugne, della varietà che somiglia tanto alle cosce di monaca ma che è
leggermente più grossa e che quindi ha un altro nome che non ricordo.
Siccome qui il mio fruttarolo ha delle ottime prugne, mi chiedevo come
rifare quella torta - o almeno come si chiama, così me la cerco. Mi sapete
aiutare?
Zwetschgenkuchen (mit oder ohne Streusel) nelle sue mille varianti.
Unico consiglio utilizzare prugne di piccole- medie dimensioni rigorosamente
tolte dall'albero a piena maturazione e spennellare un pochino di succo
ristretto in superficie a fine cottura (se ti piace).
In questo periodo e' un vero e proprio "obbligo".
Non ti metto ricette specifiche poiche' la rete e' molto prolifica in tal
senso e spiegherebbe il tutto molto meglio di quanto possa fare io.
Aggraz.

Loading...